Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Il teatro 
Gli studenti e "la Rivista"
 Il Teatro Clitunno
 La Filodrammatica e i gruppi
 Le memorie di un filodrammatico di Augusto Bartolini
 Premio Città di Trevi

 

 

Nell'immediato dopoguerra, un rinnovato entusiasmo si manifestò anche con un concreto impegno dei giovani locali, ma anche di elementi anagraficamente non più giovanissimi eppur altrettanto entusiasti, a formare un nuovo "Gruppo Artistico Trevano" che mise in scena un lavoro nell'Agosto del 1945.

Immediatamente dopo gli studenti confluirono in blocco nella sezione locale dell'U.S.I. di nuova costituzione.

L'U.S.I.,Unione Studenti Italiani, era già attiva nell'Università di Perugia fin dall'estate del 1944, quando "si cominciarono ad organizzare feste da ballo, piccoli spettacoli teatrali, gare di biliardo, ecc.".1

A Trevi, appena un mese dopo, a metà Settembre 1945, gli studenti misero in scena una "rivista" che ebbe grande successo e l'anno seguente si ripeterono l'esperimento.

Di seguito riportiamo la cronaca di Antonino Sebastiani, corrispondente da Trevi del Messaggero di Roma, ripreso dalle pagine conservate da Giovanni Ferraro, dalle quali si evince che si era costituita anche una piccola orchestra

Le aggiunte di diverso colore sono state apposte all'atto della presente trascrizione.

 

 

 

Dal Messaggero di Roma - Cronache Umbre -17 settembre 1945

L’USI scherza ma senza abusi al “Clitunno” di Trevi

 

La U.S.I. ha organizzato un’attraente Rivista “La Usi scherza ma senza abusi” e l’ha esibita al nostro Clitunno, ottenendo moltissimi applausi.

Ogni numero dal lavoro (parole e musica dei nostri bravi studenti) ha provocato tra il numeroso pubblico che gremiva il teatro, scatti di sincera e spontanea ilarità.

Artisti ed organizzatori si sono prodigati in modo veramente encomiabile, sotto la direzione del presidente dell’USI prof. Duilio Testa.2 affinché lo spettacolo riuscisse degno delle nobili tradizioni studentesche. Eccovi i loro nomi a titolo di encomio: signorine Di Tommaso Antonietta (Ninì) ed Adele, Gigliola Giovannini e Onori Cecilia (Lietta), e Ferraro Giovanni, Loretoni Alberto e Mario, Antineo Sotis, Cruciani Francesco (Franco), Zenobi Ermanno, Bastoni Franco, Testa Enrico, Gaspare Santoni, Erminio Onori, Raffaele Alberini, Giovanni Meloni, Saverio Menghini, Isidoro Valentini e Dario Vicarelli, il quale ultimo si è particolarmente distinto anche come scenografo. L’orchestrina “O.S.T.” di nuova istituzione, sotto la direzione di Luigi Brunelli, per la prima volta ha suonato al Clitunno riscuotendo l’ammirazione e le simpatie generali.

La graziosa rivista, vibrante di giovinezza e di brio, arricchita da altri attraenti numeri, a richiesta generale, sarà replicata Domenica prossima a prezzi popolari.

 

 

 

Il Messaggero (Umbria) – 18 settembre 1946

 

Brillante rivista dell’U.S.I. a Trevi

 

Anche quest’anno la locale sezione dell’U.S.I. presieduta con ogni zelo dall’universitario Giovanni Meloni, ha organizzato due divertentissime serate con “Rivista più che rivista mai vista”.

Clara Jajone , ha cantato con arte e finezza sorprendenti, tanto da dover concedere moltissimi bis, canzoni e romanze modernissime. Molto applaudita è stata Angelica Meloni che con grazia e perfetta intonazione ha interpretato vari romanza pure moderne. Franco Bastoni e Gastone Cecchini, due tenori in erba, sono piaciuti moltissimo nell’esecuzione di numeri del moderno ed attuale repertorio musicale.

I fratelli Alberto e Mario Loretoni sono divenuti, sin dalle prime battute, i beniamini del pubblico provocando generale e schietta ilarità nell’imitazione di vari soggetti cittadini e nell’interpretazione di briose macchiette e scene comiche. Un ottimo elemento caratteristico si è anche dimostrato Gaspare Santoni, Raffaele Alberini, si è fatto notare  quale preciso direttore di scena e nella “Sonnambula” insieme ad Antonietta (Ninì) Di Tommaso, Novella Donati, Cecilia (Lietta) e Erminio Onori, Francesco (Franco) Cruciani, Francesco Bartolini, Enrico Testa ed Isidoro Valentini nei vari numeri del ricco ed interessante programma.

Come sempre, Giovanni Ferraro si è fatto onore nella sua qualifica di regista e quale impeccabile e distinto presentatore, coadiuvato egregiamente da Silvana donati.

Il Rag. Mario Bonaca.3, l’avv. Carlo Zenobi e il sig. Enrico Cavallari, hanno validamente collaborato perché “Rivista più che rivista mai vista” fosse organizzata ed eseguita in ogni sua parte a perfezione e riuscisse, come del resto è riuscita, di soddisfazione generale.

 

 

 

La foto, ripresa nell'estate del 1945 ritrae molti personaggi,

nominati nei due articoli a stampa, protagonisti delle "riviste" di quegli anni

 

Foto gentilmente fornita da Lola Giovannini Brizi

               

18

         
   

4

  8

10

13

1.6   

19

20

 

23

   
 

2

 

5

7  

9   12 15 

 

21

  24 25  

1

 

3

    

6

11

14

  17          
                   

22

     

1 -Cecilia (Lietta) Onori

2 -Franco Bastoni

3 -Anita Sampaolesi

4 -Dario Vicarelli

5 -

6 -Grazia Meloni

7 -Gino Fioretti

8 -Bruno Marcelloni

9 -Franco Cruciani

10 -

11 -

12 -Gaspare Santoni

13 -Mario Loretoni

14 -Gigliola (Lola) Giovannini

15 -

16 -Duilio Testa

17 -Ninì Di Tommaso

 

18 -

19 -Erminio Onori

20 -Ermanno Zenobi

21 -Giovanni Meloni

22 -Antineo Sotis

23 -Raffaele Alberini

24 -Edda Ferraro

25 -Silvana Giovannini

 

077

Ritorna alla pagina indice

 Teatro a Trevi: storia e tradizione
 La Filodrammatica e i gruppi
 Le memorie di un filodrammatico di Augusto Bartolini
 Premio Città di Trevi


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 15 aprile 2016.
 

Note
1) Testo tratto nel 2007 dal web: http://oldperugiarugby.interfree.it/canzoniinni/goliardiaperugina.htm, ora (2013) non più attivo.

2) Probabilmente la statura e l'elegante portamento di Duilio Testa, indussero il cronista a gratificarlo con il titolo di "prof", mentre era ancora studente, essendosi laureato con una brillante tesi sull'Olivo a Trevi, nel 1946. Alcuni passaggi della sua tesi furono ripresi dal Desplanques in Campagne Umbre.

3) Mario Bonaca, personaggio straordinario scomparso nel giugno 2007, non era ragioniere ma studente in legge, all'epoca probabilmente già laureato.