Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Sant'Emiliano
Iconografia 1

 

Trevi - Ex chiesa di S. Bartolomeo - S. Emiliano (Part. della Crocefissione)
Trevi - Ex chiesa di S. Bartolomeo - S. Emiliano - Particolare della Crocefissione (1999)
 
É l'ultima immagine del patrono conosciuta in ordine di tempo. Venne alla luce durante la ristrutturazione dell'ex chiesa e monastero di S. Bartolomeo nel centro storico negli anni '90.

L'affresco,  raffigurante la Crocifissione, da cui è tratto questo particolare, potrebbe essere attribuito a Fabio Angelucci e datato intorno al 1570.

Trevi -Chiesa di S. Maria di Pietrarossa - Altarino
Trevi -Chiesa di S. Maria di Pietrarossa - Altarino (part.) - S. Emiliano (1985)
Altarino attribuito a Mastro Rocco da Vicenza nella chiesa di S. Maria di Pietrarossa.

La statuetta che raffigura S. Emiliano è stata trafugata e recuperata.

Trevi -Chiesa di S. Maria di Pietrarossa - Anta di armadio - S. Emiliano
Trevi -Chiesa di S. Maria di Pietrarossa - Anta di armadio - S. Emiliano (1985)
 
Nella sacrestia di S. Maria di Pietrarossa, fino a pochi anni addietro, esisteva un armadio dipinto con le figure di quattro santi.

S. Emiliano è raffigurato con insoliti baffetti.

Le pitture sono firmate: "Joa(nn)es Jacobi Tubiolus Urbinas Pingebat. Die XVII junii 16 . . "

Trevi - Chiesa di S. Emiliano - Statua lignea
Trevi - Chiesa di S. Emiliano - Statua lignea
Statua lignea che potrebbe risalire al XV secolo. Acquistata verso al metà del 17° secolo per essere portata nelle solenne processione dell'Illuminata. Sta nella navata destra della chiesa. Il suo piede è stato baciato da decine di migliaia di trevani.

Nel 1751 venne fatta scolpire una nuova statua che viene custodita in un credenzone.

Trevi - Chiesa di S. Francesco - S. Emiliano
Trevi - Chiesa di S. Francesco - S. Emiliano -(Foto 1984 - Inedito 1998)
E la più antica immagine affrescata di Sant'Emiliano, essendo riconducibile al 14° secolo (Nessi, Trevi e dintorni, Spello 1991, pag. 28).

Si trova nella chiesa di S. Francesco, nella cappella Petroni o del Beato Ventura, alla destra dell'altare maggiore.

É posta molto in alto e perciò di difficile osservazione. Necessita di ripulitura e di restauro.

Questa deliziosa immaginetta è un particolare di un reliquiario del XII secolo ora al Victoria and Albert Museum di Londra!
L'altezza della figura originale e di cm 9.

Fu individuato dal prof. Toscano (Bruno Toscano, La Fortuna della pittura umbra e il silenzio sui primitivi, in Paragone, 1966, pag. 20) che pubblicò una fotografia monocromatica. La fotografia a lato è stata tratta da Spoletium, 1990.

Non si sa dove fosse allocato in origine. La più antica memoria è di un catalogo della collezione Serafino Tordelli di Spoleto (1787- 1864) (Bianca Maria Fratellini, Collezionismo a Spoleto nel sec. XIX. La collezione Tordelli, in Spoletium nn.34-35, 1990, pagg.128 e seg.) collezione che fu dispersa nel 1868.

Londra, Victoria and Albert Museum, Dittico reliquiario (part.) (da Spoletium, 1990)
Londra, Victoria and Albert Museum, Dittico reliquiario (part.) (da Spoletium, 1990)

 

Perugia,
Galleria Nazionale dell'Umbria

Polittico

07X

  Meo di Guido da Siena, documentato 1319 -1334
Polittico di Montelabate,1315 ca.
Proveniente dalla cheisa di Santa Maria di Valdiponte (abbazia di Montelabate) in comune di  Civitella Benazzone. Tempera su tavola.
Fanno ala alla Madonna con Bambino: a sinistra san Gregorio Magno e san Pietro;
a destra, san Giovanni Evangelista e sant'Emiliano, qui raffigurato con barba.

Ritorna alla PAGINA INDICE                                         Ritorna alla pagina Sant'EMILIANO

023


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 15 aprile 2016.