Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Comune di Trevi  -  Teatro Stabile dell'Umbria

Stagione di prosa 2009-2010

Teatro Clitunno in Trevi

 

venerdì 15 gennaio, ore 21

Offucina Eclectic Arts e La MaMa Umbria International

TRILOGIA HOROVITZ

tre atti unici di Israel Horovitz traduzione Andrea Paciotto

 

L'INDIANO VUOLE IL BRONX

regia Luke Leonard (Stati Uniti)

 

BEIRUT ROCKS

regia Hyunjung Lee (Corea)

 

EFFETTO MURO

regia Andrea Paciotto (Italia)

 

Un evento unico in Italia per celebrare il settantesimo compleanno

di uno dei più prolifici autori del teatro contemporaneo americano

 

Tre atti unici di straordinaria intensità, tradotti e messi in scena per la prima volta in Italia

 

Israel Horovitz

 

Regista, attore, drammaturgo estremamente prolifico, Horovitz è presente sui palcoscenici di tutto il mondo fin dal suo esordio, avvenuto a New York nel 1968, dove nel giro di sei mesi hanno debuttato quattro sue opere. Tre di queste furono presentate lo stesso anno anche al Festival di Spoleto, con un cast di attori che comprendeva i giovanissimi AI Pacino e John Cazale. Nelle tre decadi successive, Horovitz ha sempre mantenuto la sua posizione di prima linea nella drammaturgia

statunitense. Trilogia Horovitz presenta al pubblico italiano uno dei tra testi del 1968, The Indian wants the Bronx, mai tradotto e messo in scena in italiano, insieme a due testi che fanno parte della più recente produzione (Beirut Rocks, What Strong Fences Make).

 

La Trilogia

 

L'Indiano vuole il Bronx

Gupta, l'indiano del titolo, è appena arrivato dal suo paese natale per visitare il figlio che vive a New York. Non parla altro che Hindi e solo alcune parole straniere. Mentre aspetta un autubus per il Bronx, si awicinano due giovani, Joey e Murph, che cominciano a prenderlo in giro. Le provocazioni e gli insulti iniziali, gradualmente portano ad una escalation di rabbia e violenza.

 

Beirut Rocks

Si svolge interamente nella stanza di un Hotel a Beirut, durante la guerra tra Israele e gli Hezbollah del 2006. I personaggi sono quattro studenti di università americane, che si trovano in Libano per un periodo di vacanza-studio. Vista l'emergenza vengono radunati in questo luogo in attesa di essere evacuati. Tra loro scoppia un forte conflitto, che coinvolge in maniera particolare un ragazzo di origine ebraica ed una ragazza nata in Palestina.

 

Effetto Muro

Horovitz ha scritto questo testo nel 2009 come risposta ad un testo molto controverso della drammaturga inglese Caryl Churchill (Seven Jewish Children). Horovitz ha detto di Forti Recinzioni "è un testo semplice e chiaro che vuole presentare una situazione della vita reale che non è assolutamente semplice e chiara." Un testo breve ma molto intenso. Due uomini, un soldato e un giovane professore universitario a cui è stata uccisa la famiglia durante l'attacco kamikaze su di un autobus, si incontrano all'alba di fronte ad un posto di controllo militare del confine di fronte a Ramallah.

 

I registi

ANDREA PACIOTTO (regia e traduzione) è un regista che si occupa di progetti teatrali e culturali in ambito internazionale. Ha iniziato a studiare teatro come attore, presso la Scuola del Centro Universitario Teatrale di Perugia e presso la Fondazione Pontedera Teatro. Dopo aver lavorato come attore e performer sia in Italia che all'estero, con registi quali Ellen Sterwart, Andrei Seban, Jerzy Sthur, Luca Ronconi, Giorgio Pressburger ed altri, nel 1994 ha scelto di concentrarsi sulla regia. Ha continuato gli studi negli Stati Uniti, dove ha ricevuto una laurea in Teatro (B.A.) ed un Master in regia (M.FA.) dal Brooklyn College-City University of New York. In seguito, è stato selezionato per un progetto biennale di ricerca presso il centro DasArts, Advance Reasearch Center in Theatre and Dance dell'Università di Amsterdam, sull'applicazione delle nuove tecnologie nel campo della performance dal vivo. La sua esperienza internazionale è iniziata grazie all'incontro con Ellen Stewart, fondatrice e direttrice artistica del teatro La MaMa di New York, con cui è nata una collaborazione che continua da ormai venti anni. In Europa Andrea ha collaborato con diversi teatri ed organizzazioni, producendo e presentando i suoi lavori in Italia, Olanda, Germania, Austria, Turchia, Serbia, Svizzera, Polonia, Bosnia Herzegovina e Macedonia. In Italia le sue regie sono state presentate, tra gli altri, al festival Internazionale di teatro de La Biennale di Venezia, al Mittelfest di Cividale del Friuli, all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Andrea ha anche vissuto e lavorato in Messico, collaborando con diverse Istituzioni Culturali e gruppi indipendenti, in progetti che spaziano da spettacoli teatrali, eventi multimediali di grandi dimensioni, opere e spettacoli con artisti delle comunità indigene locali. E' membro del Comitato per la formazione e l'educazione dell'Istituto Internazionale del Teatro (ITI-UNESCO). Come docente, ha tenuto corsi di vari livelli e specializzazione, su diversi aspetti dell'arte teatrale e multimediale sia in Italia che all'estero presso La MaMa di New York e Spoleto, il Centro Universitario Teatrale di Viterbo, il DasArts Center for Advance Research in Theatre and Dance di Amsterdam, l'Accademia di Arte Drammatica di Maastricht, la Escuela Nacional de Danza di città del Messico, l'Università delle Arti di Belgrado e i Teatri Nazionali di Belgrado e Banja Luka. Dopo circa dieci anni di lavoro all'estero, dal 2004 Andrea è tornato a vivere in Italia ed ha fondato a Spoleto

 

OFFUCINA ECLECTIC ARTS, una organizzazione che si dedica all'ideazione, produzione e presentazione di creazioni artistiche nel campo delle arti dello spettacolo, della produzione audiovisiva e del design di eventi multidisciplinare.

 

LUKE LEONARD (regia) è un regista attualmente al terzo anno del Master di regia presso l'Università del Texas di Austin. Nato a Huston, ha iniziato gli studi di teatro in Texas, prima di trasferirsi a New York, dove ha ricevuto un laurea in Teatro come attore da Brooklyn College e ha vissuto per 12 anni lavorando per il teatro e per il cinema come attore, autore e regista. Il suo interesse per le arti visive, lo ha portato inoltre a lavorare per otto anni in una famosa galleria d'arte di New York. Parallelamente ha fondato una compagnia teatrale, aperto un teatro e prodotto diversi lavori originali. Ha studiato con il leggendario regista sperimentale Joseph Chaikin, con Anne Bogart e la sua SITI Company, e ha trovato inspirazione dall'incontro con artisti contemporanei quali GAIe GAtes. Tra gli spettacoli di cui ha curato la regia sono: BAD PENNY di Mac Wellman (The Blanton Museum of Art), WHY KOREANS DON'T HUG di Soo-Jin Lee (The Lab Theatre), BEAT VOICES spettacolo parallelo con tre mostre di arti visive ON THE ROAD WITH THE BEATS (The Harry Ransom Center), OUR LADY OF 121 ST STREET di Stephen Adly Guigis (The Lab Theatre(. Da marzo ad aprile del 2009 ha lavorato per SONETTE di Robert Wilson, spettacolo basato sui sonetti di Shakespeare, che ha debuttato al Berliner Ensemble in Germania. Nel 2010 curerà la regia di una nuova opera di Mac Wellman e David Lang dal titolo, THE DIFFICULTY OF CROSSING A FIELD.

 

 HYUNJUNG LEE (regia) è una regista e professore nella Scuola di teatro e Cinema della Dankook University, in Corea del Sud. Parte dei suoi studi si sono svolti negli Stati Uniti, dove ha ricevuto un Master in Regia dalla Columbia University a New York. Ha curato la regia di numerosi spettacoli, sia a New York che in Corea. Tra quelli realizzati a New York, sono: Belated Flowers, Journeys among the Dead, Noises and Voices, Cowboy Mouth, The Mother, Midsummer Night's Dream, Piano Play, Blood on the Cat's Neck. In Corea invece ha diretto tra gli altri: Coming and Goings, Darling, Line, To Home. Prossimi progetti a Seoul includono Beauty Queen e Poisoning Beauty di Yoon Jungbin. Hyunjung ha già curato la regia di un testo di Israel Horovitz, Line, pertanto questa è la sua seconda esperienza con questo autore.

 

 

 Scheda 29 a cura del Centrostudi - Piazza Morlacchi, 19 - Perugia - Tel 075.575421 - www.teatrostabile.umbria.it

 

Ritorna alla PAGINA INDICE                       Ritorna alla pagina Appuntamenti                        Stagione di prosa 2009-2010

09Z


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
 
Aggiornamento: 27 aprile 2017.