Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Chiesa di S. Vincenzo in Parrano

(già di San Sabino)

ancora (2013) inagibile dopo il terremoto del 1997

 

 

Gli EX VOTO

 

La festa annuale

 

 

Da un manoscritto del XIX secolo.1
«La chiesa, in Parrano, sotto il titolo di S. Sabino V. e M., già dai tempi remoti edificata dai monaci di S. Pietro in Bovara, e dai medesimi eretta in parrocchia da loro stessi retta e funzionata, venne in appresso secolarizzata, ma con prebenda molto tenue. Nel secolo passato da un tal Cuponesi venne donata della casa parrocchiale presentemente posseduta, dello oliveto soprastante alla medesima e di alcuni paramenti sacri.
Nel 1780, conferita la parrocchia al giovane sacerdote fulignate, don Alessandro Virgili, questi, molto divoto di S. Vincenzo di cui possedeva un'immagine in tela nella sua famiglia, la espose nella sua nuova chiesa, ed è la presente che si conserva e si venera: ne promosse la devozione, e nel 1794 se ne ebbe la prima grazia o miracolo. La fama di questa immagine e la devozione di mano in mano si estese ampliamente in buona parte della valle umbra, e anche al di fuori col propagarsi delle notizie delle grazie che si ottenevano. Ne venne istituita una festa annua dallo stesso Virgili, alla quale conveniva un gran numero di popolo anche dai limitrofi territori, specialmente di Foligno, e il concorso dura ancora (1896) sebbene in proporzioni assai minorate.
La festa stabilita alla 2a domenica dopo Pasqua, si fondò sul profitto della questua, che, dopo la erezione della confraternita avvenuta nel 1835, fu messa ad incarico del Priore e dei sigg. Ufficiali. La sacra immagine fino da principio era stata collocata dal Parroco nella cappella e altare del Carmine, dove è sempre poi stata mantenuta. Ma questa cappella che nella sua struttura era simile all'altra di S. Sabino, a lei di rincontro, nel 18.. venne di molto migliorata e portata allo stato presente, escluso il titolo anteriore, commutato in quello di S. Vincenzo.

Nel piano della cappella fu riposta la salma del pio parroco sotto la lapide che ne conserva la memoria. Povero, semplice di costumi, di portamento e di tratto; di animo ingenuo, tale e tanta aveva divozione e fiducia nel Santo, che questa lo portava ad implorare da esso le grazie con una confidenza che sapeva di domestichezza. Lo invocava non solo con la preghiera, ma anche con parole, come a persona presente con la quale familiarmente si discorre; e quasi esigendo le grazie e poco meno che imponendogliene.

Trevi - Chiesa di S. Vincenzo in Parrano
Chieasa di S. Vincenzo in Parrano
foto 31/3/11

 

 


Il pazzale della chiesa di S. Vincenzo, il giorno della festa

 

La cappella, al suo tempo, era tutta piena di oggetti di ogni genere, lasciati dai supplicanti a segno delle grazie impetrate: tavolette dipinte, immagini, lastrine d'argento, una carretta tutt'ora conservata, braccia e mani di legno, ogni sorta d'abiti e vestimenta. «Sono i trofei di Vincenzo» diceva don Alessandro.

Gli oggetti di qualche valore, donati alla chiesa, erano da lui custoditi in casa a scanso dei ladri, in quel tempo numerosi; e queste cose occasionarono la sua catastrofe. A tarda notte dell'8 al 9 febbraio del 1828, tre sgherri, due della Piaggia, l'altro, marchegiano, nepote della serva vecchia, complice e traditora, introdottisi in casa col pretesto di chiamata per un infermo, lo sopraffecero nel suo letto strangolandolo crudelmente con una corda. Morirono tutti in galera. Il cadavere fu esposto in chiesa con molto concorso e con compianto universale, consolato però dalla venerazione professatagli da tutti, come ad un'anima eletta».

 

 

Chiesa di S. Vincenzo -
Una bella statua lignea
in deplorevole abbandono

foto 7/7/1986

 

 

 


Chiesa di S. Vincenzo - Cappella con il quadro del Santo e gli ex voto

foto 7/7/1986

 

 

 

Gli EX VOTO
 

La festa annuale

 

Ritorna alla pagina indice                                 Chiesa di S. Sabino                       Ritorna alla pagina CHIESE

114


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
 
Aggiornamento: 27 aprile 2017.
 

 

.2

.3

 

113

Note

1) Zenobi, Carlo; 1987, Storia di Trevi 1746-1946, pagg. 155, 156.

2)

3)