Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi


I CANTORI DI CANNAIOLA

Coro Polifonico "Città di Trevi"

 

 

CANNAIOLA, Santuario del Beato Pietro Bonilli

 

X Rassegna Corale "Don Sileno Cariolati"

 

Domenica 20 Novembre 2011

 

Ore 16,30 S.Messa di Suffragio

 

ore 17,30 Rassegna corale

 

I Cantori di Cannaiola, Direttore: M° Mauro Presazzi

 

Coro "Santa Cecilia" di Nocera Umbra, Direttore: M° Angelo Gubbini

 

I Cantori di Cannaiola e Corale S. Cecilia di Nocera Umbra

Esibizione fuori programma dei due cori insieme

Foto Paolo Petrini, 20/11/2011

--________________________________________________________________________________________________________________________

I Cantori di Cannaiola"Coro Polifonico Città di Trevi
Direttore:
Mauro Presazzi

Programma

Anonimo (XVI sec.)
No la Devemos Dormir
Villancicos de Navidad, a 4 voces
Attribuita a Mateo Flecha el Viejo (1481 — 1553)

 Verbum Caro Factum Est
Villancicos de  Navidad, dal Cancionero de Upsala

Anonimo (XVI sec.)
Rey a Quien Reyes Adoran
Villancico de Navidad, dal Cancionero de Upsala
Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 — 1594) Ave Maris Stella Mottetto


I Cantori di Cannaiola -
Coro Polifonico Città di Trevi nascono nel 1968 (prima esecuzione pubblica 1969), ad opera di Don Sileno Cariolati, essenzialmente come gruppo per il servizio liturgico.

Nel corso degli anni il repertorio di musica sacra viene ampliato con brani di musica profana e folcloristica, partecipando anche a numerose manifestazioni concertistiche.

Tra i fondatori dell'A.R.C.Um. (Associazione Regionale Cori dell'Umbria), il coro ha avuto modo di partecipare alle varie manifestazioni promosse dalla stessa associazione in ambito regionale. Dopo una fase di transizione, in cui è stato impegnato essenzialmente nel servizio liturgico, il coro, grazie anche al sostegno del Comune di Trevi, è tornato all'attività concertistica anche al fine di promuovere la diffusione del canto corale nel territorio. Il repertorio spazia dalla musica medievale alla polifonia rinascimentale, sia sacra che profana a quella moderna, fino a giungere alla musica di tradizione popolare, al gospel e al negro spiritual. Il coro è spesso ospite di affermate rassegne corali (XXII Rassegna Corale città di Poggibonsi, XXII Rassegna Corale di Perugia, In Canto 2001 — Itinerario Corale Internazionale a Chiese e Arte 2001 di Città di Castello, X Rassegna Corale città di Corciano, XI Rassegna di Cori di San Sepolcro, ecc.) ed ha partecipato alla 56° e 58° edizione della Sagra Musicale Umbra. Dall'anno 2001 organizza, nel mese di novembre, alla ricorrenza della morte del suo fondatore e primo direttore, la Rassegna Corale "Don Sileno affidati" con la partecipazione di affermati cori locali e nazionali. Nell'agosto 2003 è stato ospite del Coro Femminile DEPAPS — Città di Argostoli (Cefalonia, Grecia), dove ha tenuto due concerti in occasione delle commemorazioni per il 60° anniversario dei tragici fatti della Seconda Guerra Mondiale. Nel settembre 2007 ha eseguito, in prima assoluta, "Le Sette

Parole" del M° Roberto Musto diretto dallo stesso compositore, opera per coro strumenti e musica elettronica. Il Coro "I Cantori di Cannaiola" è stato promotore, insieme al Comune di Trevi, del progetto quadriennale "La Musica dei Pellegrinaggi nella Spagna Medievale"; iniziato nel 2006 e terminato nel 2009, il progetto ha visto la realizzazione di 4 concerti con musiche tratte da altrettanti codici medievali spagnoli: Llibre Vennell, Codice de Las Huelgas, Codex Calixtinus e Cantigas de Santa Maria, realizzando per ognuno una incisione discografica. A completamento di questo lavoro nell'ottobre 2011 il coro ha presentato e realizzato un quinto progetto sulla musica spagnola rinascimentale con l'esecuzione delle Villancicos de Navidad tratte dal Cancionero de Upsala. Sempre nel 2011 i Cantori di Cannaiola hanno inciso per l'etichetta discografica Contemporanea il De Profundis del M° Carlo Pedini su richiesta dello stesso compositore.

Presta servizio presso la Chiesa del Beato Pietro Bonilli di Cannaiola di Trevi.

 

Mauro Presazzi è nato a Spoleto il 19 giugno del 1978. Intraprende gli studi musicali dall'età di 6 anni, prima in organo e tastiere e successivamente, dai 13 anni, in tromba, percussioni e composizione. È in questo periodo che comincia ad avvicinarsi anche al mondo corale e al suo repertorio, all'inizio come cantore poi come direttore e compositore, fondando a Spoleto nel 1996, grazie anche al supporto di Don Oreste Baraffa, allora parroco della Chiesa di San Gregorio Maggiore, il gruppo corale giovanile Canto Ergo Sum, di cui è tuttora direttore artistico e musicale. Nell'anno 2000 partecipa al corso di formazione professionale per direttori di coro di musica sacra finanziato dalla Comunità Europea e organizzato dal Comune di Terni, in cui ha modo di perfezionarsi in canto romano antico, canto gregoriano, lauda medievale, polifonia primitiva e rinascimentale e musica sacra moderna con Maestri e studiosi come Domenico Bartolucci, Giovanni Acciai, Giancarlo Rostirolla, Marco Berrini, Giacomo Baroffio, Patrizia Bovi, Giovanna Marini, Colin Baldy, Francesco Facchin, Agostino Ziino, Maurizio Verde, ottenendo brillantemente, con il massimo dei voti, la suddetta qualifica post laurea. Frequenta, inoltre, tra il 2001 e il 2005, diversi corsi e seminari tra cui "Il Gregoriano nel Terzo Millennio", dove si dedica, oltre al gregoriano, allo studio delle tradizioni musicali nelle liturgie bizantine, grecoortodosse e ambrosiane, il corso internazionale "Urbino Musica Antica", specializzandosi, con il Maestro Diego Fratelli, in Musica Vocale Rinascimentale, trattando, con particolare attenzione, le problematiche filologiche legate alla prassi esecutiva, alla direzione e alla fedele interpretazione dei testi e dei codici antichi originali e la masterclass "La musica corale di Arvo Pàrt" organizzato dal Conservatorio Statale di Cesena e tenuto dal M° Filippo Maria Bressan. Attualmente Mauro Presazzi dirige, oltre a "Canto Ergo Sum", il coro "I Cantori di Cannaiola" (Coro Comunale di Trevi), il coro "Spiritus Laeti" di S. Terenzìano (Comune di Gualdo Cattaneo), la corale "Valle del Mentre" di Ponte S.ta Lucia (Comune di Foligno), il coro della Parrocchia di San Sabino di Spoleto e il "Modem Voices Ensemble" di Spoleto, gruppo specializzato in musicals e gospel, nato grazie alla collaborazione con la Filarmonica di Belfiore, Banda Comunale di Foligno. Ha collaborato come compositore con il regista spoletino Luca Valentino Paluello per la realizzazione della colonna sonora del cortometraggio Donald Duck con cui nel 2004 ha ottenuto il primo premio per le musiche in occasione del CavourArt Festival di Temi. Parallelamente

all'attività di direttore e compositore, non ha abbandonato quella strumentista e cantore: è membro, infatti, della Filarmonica di Belfiore, e: di Foligno in qualità di percussionista e dell'Ensemble Schola Gregori: Assisiensis, gruppo vocale maschile, specializzato in canto gregoria Svolge inoltre attività di insegnamento presso il centro di formazir musicale di Belfiore (Pg) per le cattedre di Batteria e Percussioni Esercitazioni Corali, presso la Scuola Comunale di Musica di Campello Clitunno "O. Cottini" per le cattedre di Batteria e Percussioni, Teorie Solfeggio e presso la Civica Scuola delle Arti di Roma per la cattedra Batteria e Percussioni. Ha tenuto corsi per A.R.C.Um. (Associazú Regionale Cori dell'Umbria) e per il centro di formazione Diaconi Seminario di Foligno. Tiene lezioni di Teoria Musicale Antica e Moder Tecniche di Lettura a Prima Vista per Cantanti e Cantori. Ha realizz numerose incisioni come direttore, cantore e%o strumentista alternandosi musica medievale, canto bizantino, gregoriano, polifonia rinascimenti musica leggera e musical. Collabora in varie realtà regionali umbre co assistente musicale, consulente, arrangiatore, cantore o strumentista e ne ultimi anni ha tenuto concerti come direttore, strumentista e%o cantore ne Stati Uniti, Repubblica Ceca, Malta, Inghilterra, Scozia, Svizzera, Bras Germania, Francia, Austria, Grecia. Dal 2010 è consigliere dell'Associazic Regionale Cori dell'Umbria.

 

--________________________________________________________________________________________________________________________

Corale Santa Cecilia di Nocera Umbra
 Direttore
Angelo Gubbini
Maestro collaboratore
Lorenzo Materazzi

Corale S. Cecilia di Nocera Umbra -Esibizione a Cannaiola di Trevi -Santuario Beato Bonilli
La Corale nel Santuario del Beato Bonilli

Foto Paolo Petrini, 20/11/2011

Programma

J. S. Bach (1685 — 1750)

Allein Zu Dir Mein Jesi Christ Bwv 261

G. P. da Palestrina (1525 — 1594)            

Sicut Cervus

C. Monteverdi (1567 — 1643)         

Adoramus Te Christe

C. Monteverdi (1567 — 1643)         

Cantate Domino

B. Bettinelli (1913 — 2004)              

Domine Exaudi

Tradizionale   Irlandese   

An Irish Blessing

A. Scarlatti (1660 — 1725)               

Exsultate Deo

E. Camoletto ( 1965)                          

Ave Maria

U. Sisask (1960) 

Seisab Valurikas

Le origini della Corale Santa Cecilia di Nocera Umbra si collocano nei primi decenni del 1900, epoca a cui risalgono notizie di un gruppo polifonico formato da seminaristi, frati carmelitani ed in seguito laici, che prestava servizio nelle liturgie solenni della Cattedrale. Tra i vari direttori succedutisi nel tempo, si segnala anche Raffaele Casimiri, - celebre ricercatore e catalogatore dell'Opera Omnia del Palestrina, che studiò sin dal 1895 nel Seminario Diocesano di Nocera Umbra.

Il repertorio del gruppo corale spazia dal canto gregoriano alla lauda polifonica, dai classici rinascimentali ai brani romantici, senza tralasciare la produzione settecentesca (in particolare J.S. Bach, J. F. Haendel, A. Vivaldi, W. A. Mozart ed A. Lotti) ed alcune opere contemporanee. Come coro concertante ha al proprio attivo la realizzazione, insieme all'Orchestra da Camera Umbra, del Gloria RV 589 e del Magnificat RV 610 di A. Vivaldi e di ampie selezioni dal Messiah di J. F. Haendel .

In collaborazione con il Coro Polifonico Canticum Novum di Solomeo (PG) ha eseguito il Sancta Maria K 273 di W. A. Mozart, lo Stabat Mater op.138 di J. G Rheinberger ed il Cantique de Jean Racine di G Fauré. Nel 2005 ha portato in concerto in collaborazione con la Camerata Hermans i Vesperae Solemnes de confessore k 339 di Mozart realizzando un dvd.

Il coro vanta anche la prima esecuzione moderna del Magnificat a 4 concertato di Francesco Zanetti( maggio 1994) e del Credo a 4 concertato di Antonio Lotti( giugno 2001) di cui il maestro Angelo Gubbini ha curato la revisione dai manoscritti rinvenuti nell'archivio della cattedrale di Nocera Umbra e nella biblioteca dell’'Università di Dresda. Significative inoltre le edizioni integrali de " Il festino del giovedì grasso avanti cena " di Adriano Banchieri che il coro ha realizzato nel febbraio 2001 e della " Missa Vestiva i colli " di Pierluigi da Palestrina eseguita insieme al celebre madrigale parodiato.

Nel 2007 ha proposto in prima nazionale la " Missa tertia ( messa estone ) " per coro organo e percussioni del compositore Urmas Sisask nell'ambito del progetto “L VERBO IL SUONO" che è stato rappresentato più volte nel centro Italia riscuotendo notevole successo. Il coro ha partecipato a numerose rassegne in Italia ed in altri Paesi (tra cui Germania, Svizzera, Repubblica Ceca Russia, Olanda, Ungheria e Polonia ). É iscritta all'ARCUM (Associazione Regionale dei Cori UMbri) ed è stato invitato da questa associazione a varie manifestazioni tra cui le Rassegne Itineranti e i Natale in Coro. In diverse occasioni ha preso parte alla Sagra Musicale Umbra con programmi monografici su diversi periodi storici. Ha partecipato alle varie edizioni del concorso In Coro, organizzato dalla Regione Umbria in collaborazione con l'ARCUM, ottenendo il primo posto nel 1996, 1997, 1998 e 2001. Nel 1999 ha partecipato al Concorso Nazionale Premio Mutterle di Battipaglia, dove si è meritata una particolare menzione da parte della giuria, classificandosi al quarto posto assoluto (primo premio non assegnato). La corale, composta da cantori tutti non professionisti, è impegnata in un percorso formativo orientato all'affinamento delle tecniche vocali ed espressive. Sono significative, in questo contesto, partecipazioni collettive o in piccoli gruppi a seminari tenuti dai maestri Bruno Zagni, Giovanni Acciai, Gary Graden e Alfredo Grandini. Dal 1990 la Corale Santa Cecilia organizza in primavera a Nocera Umbra la Rassegna di Musica Corale, alla quale hanno partecipato, nel corso degli anni, valenti cori italiani e stranieri.

 

Angelo Gubbini ha svolto gli studi musicali presso il Conservatorio Morlacchi di Perugia, diplomandosi in Pianoforte con Eugenio De Rosa, in Musica Corale e Direzione di Coro sotto la guida di Mario Perrucci, frequentando inoltre il corso di Composizione. Ha partecipato a vari corsi di perfezionamento con Giovanni Acciai, Christoph Shoming, Gary Graden, Stava Woodbury, Bruno Zagni , Giorgio Kirschne, Kurt Suonar e Nicola Corti. Ha curato la revisione e la trascrizione da manoscritto datato 1762 del Magnificat a 4 concertato di Francesco Zanetti rinvenuto nella cattedrale di Nocera Umbra e del Credo a 4 concertato di Antonio Lotti fornito dalla biblioteca dell'Università di Dresda. Ha fatto parte del complesso vocale maschile "Nova Cantica" specializzato in esecuzioni tematiche del repertorio pre-rinascimentale. Ha svolto attività di elaboratore e arrangiatore anche nel campo jazzistico e, come pianista, ha realizzato alcune registrazioni per la RAI . È stato membro della commissione artistica dell' ARCUM.

Dal 1989 dirige la Corale Santa Cecilia di Nocera Umbra, dal 1999 il Coro Laeti Cantores di Roma.

 

 

Ritorna alla pagina indice            I Cantori diCannaiola         Ritorna alla pagina  EVENTI

 


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 15 aprile 2016.