Acca   1103 - Trevi - Mungnole de Trevi - msc. 146, Marzo 1103 - senza patronimico - è uno dei confinanti di un terreno venduto da Rodolfo Adami (vedi).
Actamani   1274 - Trevi - patronimico di Gentilis Actamani - E' uno dei 74 cittadini Trevani che caldeggia la pace con a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, Docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga. Tutti i msc. citati sono attualmente all'Archivio di Stato di Spoleto.*
Acti   1323 - Castrolitaldi - patronimico di Joli Acti di Castrolitaldi (vedi).
Acti   1299 - Castelritaldi - patronimico di Succio Acti - vedi.
Acti Manentis 1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "filius Acti Manentis" - è un confinante con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi.*
Actizolo Martini 1260 - Trevi - "Capitaneo Lambardorum Actizolo Martini" - Figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260,Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Acto   1295 - Trevi - "Filii Actonis de Trevio" figurano in una cartula msc. c.58,231,1211 aprile 19, costituente una ricevuta di pagamento dell'affitto per un pezzetto di terra, di proprietà del Mon. di S. Croce di Sassovivo. Vedi Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso, ed. Bol. St. Patria Umbra, Perugia,1967, pag. 132.
Acto Vivieni 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Acto d.ñi Vivieni - figura nel mns. del 25 Marzo 1260, del Reg. fogl. 49, dell'Archivio antico del Comune di Spoleto e trascritto in Sansi, docum. Ined.ecc.,Foligno, 1879, pag. 312-314. (msc. attualmente all'Archivio di Stato di Spoleto).*
Acto   1211 - Castrolitaldi - E' il padre dei fratelli Flagelus, Ofreducius e Petrus Actonis, che sono ricordati nella cartula c.58,231,1211 aprile 19, rilasciata dall'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, per l'affitto di un pezzo di terra. Si trovano nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curato da Capasso,R., edita dal Boll. Storia Patria Umbra, Perugia,1967, a pag. 132.
Acto   1091 - Matigge di Trevi ("Maticca") - patronimico di Petru de Acto (Actonis), che dona un terreno all'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, pro anima sua (vedi).
Acto presbiter 1106 - Padule di Matigge di Trevi - "presbiter Acto", è uno dei confinanti con un terreno che viene donato da Ugo di Gualtieri all'ospedale del Monastero di S. Croce di Matigge (vedi).
Acto Caronis 1107 - Matigge di Trevi - msc. n° 169 del Apr. 1107 - "Atto e Vivigeri, figli di Carono, e Azzo figlio di Borga donano all'Abate Alberto per il Monastero di S. Croce di Vecclie la chiesa di S. Andrea e la terra di loro proprietà in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I° a cura Prof. Cencetti, ed. Olschki, Firenze,1973, pag. 250-251 -*
Acto   1122 - Campolungo di Trevi - msc.46 del Ott. 1122 - è indicato come confinante di un terreno venduto - patronimico non riferito.*
Actonis Litaldi 1199 - Beroite - padre di Flagellus Actonis Litaldi - vedi.
Actus Tebaldi 1227 - Trevi - è il padre di Matheo, Marescotto e Ranuccio Actonis Tebaldi - vedi l'enfiteusi ai loro nomi.
Aczo Borga 1107 - Matigge di Trevi - msc. n° 169 del Apr. 1107 - "Atto e Vivigeri, figli di Carono, e Azzo figlio di Borga, donano all'Abate Alberto per il Monastero di S. Croce di Vecclie la chiesa di S. Andrea e la terra di loro proprietà in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I° a cura Prof. Cencetti, ed. Olschki, Firenze,1973, pag. 250-251 -
Adam Ansonis 1096 - Matigge di Trevi - "Matiza" - msc. n° 111 del sett. 1083 (1096) - "Adamo del fu Ansone, dona al Mon. di Sassovivo un mogio di vigna in Matigge ecc" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. I°,a cura di Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 169-171 - nel msc.: "ego Adam qui professus sum, ex natione mea, vivere Longobardorum..." - un confinante con il terreno donato é "Leto de Miza" (vedi).
Adam   1103 - Mungnole di Trevi - patronimico di Rodolfo Adami (vedi) -vende, assieme alla moglie Franca, un terreno…in gastaldato trevano.
Adamo   1180 - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" - senza riferito patronimico - vedi eventualmente Roberto -1180 -Trevi.
Adamuri   1190 - Matigge -Patronimico di Berarducius Adamuri - vedi.
Adamuri Ambrici 1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "filii Adamuri Ambrici" - è un confinante con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi.
Ade Mainardi 1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "filius Ade Mainardi" - è un confinante con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi.
Adelardi   1231 - Trevi - patronimico di Romito Adelardi - vedi.
Adenolfo Rainuzonis 1141 Trevi - - msc. 108 del Ott. 1141 - " Adenolfo, figlio di Ranuccio, dona pro anima…alla chiesa di S. Croce di Sassovivo, una terra nella corte di Trevi, in Gualdu Rainerii" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°. a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 131-132 - vengono indicati come confinanti: Suppo, Saracinu de lu Tignosu, Flumen mortum e Gualdu Raineri.*
Adiuti   1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "filii Adiuti" - senza patronimico - è un confinante con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi.
Adiutolis   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - é uno dei confinanti con la terra venduta.
Adiutus Ramberti 1228 - Trevi - "Adiutus Rambertus de Trevuro" - nel msc. del 29 Febbr. 1228 - in Le Carte dell'Abbazia di Sassovivo,vol.VII°, a cura di Petronio Nicolai,1976,VII, pag. 13, "per un arbitrato relativo ad un terreno di Mattige", ove viene obbligato a pagarlo.
Adiutus   1225 - Matigge - è teste alla stipulazione di un terreno . Vedi Orbene Monacho - ma per anche altro atto: vedi Teballo Rainerii.
Agelli   1227 - Canniviole di Trevi - patronimico di "filuis Agelli" - vedi Bonomo Martini Maçi .
Agelli   1227 - Canniviole di Trevi - "filius Agelli pro canonica Sancti Feliciani" - confina con il terreno in enfiteusi - Vedi Jacopo Martini Macii
Aginante Ofreducii 1226 - Trevi - Flamignano, Bovanum e Cardeta" - msc. 155 del 18 Ott. 1226 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Berardo ed Aginante figli del fu Ofreduccio per metà ed a Bonaventura di Gualfredo per l'altra metà, una terra… a Flamignanum,…a Bovanum,….e in Cardeta" - in Le Carte....di Sassovivo, De Luca, vol. VI°, pag. 226-228 - Sono confinanti filius Acti Manentis, filius Odorissi Leonardi cum nepotibus, filius Ade Mainardi, filii Adamuri Ambrici, donnus Rainaldus et filia Gilii Saxi, filie Rubiani, filii Adiuti -
Agresti   1225 - Matigia di Trevi .-"filii domini Agresti" - senza patronimico - sono confinanti di un terreno . Vedi Orbene monacho -
Agresto   1126 - Mascari di Orsano" - msc. n° 154 del 15 Ott. 1226 - "Artenisio di Federico, e Giorgio del fu Enrico suo nepote refutano…..un manso a Mascari in terr. Di Orsano, in favore di Rodolfo, Agresto e Ofreduccio, per….." - in Le Carte di….Sassovivo, vol VI°, De Luca, Olschki, Firenze, 1976,pag. 225-226 - "actum ante ecclsiam Sancti Miliani in castrum Trevi" - testimoni :Martino consule Trevii, Munaldus Abuiamontis, Rodulfo, Johanne Amidei, Miliano, Bardonis, Saraceno.
Agrestum Salvangi 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Aiutus   1225 - Matigge - teste della concessione di un'enfiteusi - vedi Teballo Ranieri.
Albagie   1274 - Trevi - patronimico di Petronius Albagie - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga) - (il patron. è incerto)
Albericum Benvenuti 1274 - Trevi - "magistrum Albericum Benvenuti", viene eletto dal Consiglio di Trevi, "syndicum et procuratorem", per trattare la pace con gli Spoletini. Vedi msc. del 22 Maggio 1274,in Sansi, mem. ined. per la St. Umbra, pag. 332-334.
Alberti   1274 - Trevi - patronimico di Angelus Alberti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332) - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, con la restituzione dei prigionieri.
Alberti   1274 - Trevi - patronimico di Gilius Alberti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga.*
Alberto Benedicto 1128 - Matigge di Trevi - msc. n° 74 del Febb. 1128 - " Benedetto figlio di Pietro, insieme con i figli Ranieri, Alberto e Rustico, vendono pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo… una terra in località Matigge ed altra in località Flume mortum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 92-93 - confinano con dette località i filii de Nera, Tenioso, Benedicto, Leto, fili Tebaldi e filii de Albrico.
Albertuccio Rusticelli 1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Fumi, doc. inediti ecc.,pag. 242.- Rodulphus disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. È certamente il padre di Phylippus Albertucci Rusticelli, sindaco e proc. de Castroritaldi - vedi.
Albertucii   1299 - Castroritaldi - patronimico di "Phylippus Albertucii Rusticelli de Castroritaldi" vedi.
Albertus Trebanus 1229 - Trevi - figura fra i presenti alla firma di un msc. del 9 Maggio 1229, riguardante la donazione all'Abbate di Sassovivo di un boschetto, e che viene trascritto in Le Carte del Mon. di s. Croce di Sassovivo,vol. VII°,a cura di Petronio Nicolai Giovanna,1976, pag. 93, E' evidentemente frate Alberto, monaco dello stesso monastero, che presenzia anche alla stesura di altri manoscritti.
Albertus   1157 - "Matica de Trevi" - msc. n° 183 del Genn. 1157 - "Massaia. Insieme col padre e con il consenso di suo marito, vende a Egidio ed a Matilde parte di una terra sita nel Ducato di Spoleto, località Matigge" - Albertus, senza indicazione di patronimico, è il padre di Massaia - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°. a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 211-212. - Confinano con detta terra : filii Ugonis, Benedictus e Franconus.
Albertus Amici 1225 - "Castiglonum de Trevii" - "Arculanus et frater eius" - senza patronimico - è il precedente conduttore di un terreno che viene venduto - vedi Egidio di Vivieno.
Albrico   1128 - Matigge di Trevi - "I filii de Albrico" confinano con terreno venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Albricono Egidij 1260 - Trevi - Capitaneo Albricono d.ñi Egidij - figura nel msc. 25 Marzo 1260 , reg. foglio 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, trascritto da Sansi, docum. inediti ecc.,Foligno, 1879. pag. 312-314.
Alcheri   1161 - "Via da Matige a Trevi - patronimico non indicato - msc. 205 del Febbr. 1161 - "Rinaldo vende al Monastero di S. Croce, in persona di dom. Raino, una terra in località da la Via da Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 236 - E' uno dei confinanti con detta terra - vedi Rainaldo 1161 Trevi.
Alcherii   1231 - Trevi - patronimico di Bonifacio Alcherii : vedi.
Alenecte   1334 - Trevi - patronimico di Miliano e Lieto Alenecte (vedi). Di nome sembra un etrusco !
Alesci Odonis 1199 - Beroide - Msc. 180 del / Ott. 1199 - "Brectonus Ugolini riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo un pezzo di terra a Beroide…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso, vol. 3°, Olschki, Firenze, 1983, pag. 221 -. è uno dei confinanti menzionati nel msc.
Alesii   1201 - "Flamenia di Trevi" - msc. n° 9 del 8 Ott. 1201 - "filii di Alesi, senza patronimico" - " Pietro di Carone, …in pegno a Paolo e Strovele, da una terra in vocabolo Flamenia, che a sua volta aveva avuto in pegno da Befanuccio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 12-13 - sono fra i confinanti con detta terra.
Alvinelli   1228 - Trevi - patronimico di Matheo Alvinelli : vedi.
Amaroi Rubey 1274 - Trevi - Amaroi Rubey - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Ample   1299 - Castelritaldi - patronimico di Nicolao Ample - vedi.
Andrea judex 1273 - Trevi - "Andrea judice et vicario dicti castri Trevi". A lui viene indirizzato il msc. del 21 Marzo 1273, Memor. fogl. 4, dell'antico archivio del Comune di Trevi, che è un' intimazione di Spoleto ai Trevani affinchè non operino contro Cammoro ed Orsano. E' trascritto in Sansi,docum. ined. stor. Umbra, Foligno, 1879, a pag. 326-328.
Andrea   1321 - Trevi - domp. - religioso della Pieve di S. Martino di Trevi - viene punito per violazione dell'interdetto dal Rettore del Ducato - in Fumi, Reg. Duc. di Spoleto,Boll. Storia P. Umbria,vol.V,1899, cap.II, n°151, (pag. 132).
Andrea   1323 - Gualdo Nucerino - viene punito a nome del Com. Gualdinuccii, di Nocera, per "non essere intervenuto militarmemnte contro Castrolitaldi" - in Fumi, Reg. Duc. Spoleti, V, 22, (pag. 142) - mi sembra doversi identificare con Andrea Puzarelli.- vedi anche Mancia de Gualdo Nucerii.
Andrea Angerilli 1333 - Trevi - "de Fracta de Trevii,…pro composizione pro insultum et agressuram contra Mag. Andrea Puzarelli de Gualdo Cattaneo". In Fumi, Reg, Duc. Spol.,in Boll.St. Patria Umbra,val.VI,1900,cap.V, (pag. 45).
Andrea Puzarelli 1274 - Gualdo Captaneo - allora "Vicarium de Castro Ritaldi" - aggredito da Andrea Angerilli e soci - "cum insultum et aggressuram "- vedi in Fumi, Reg. Duc. Spoleti, vol.VI,190, cap.V,n° 11,(pag. 45).
Andreas notarius 1274 - Trevi - "Andreas aule imperialis notarius" redige il msc. datato 22 Maggio 1274, relativo alla pace con gli spoletini, con restituzione dei 74 prigionieri trevani. Il msc. é nel "memoriale", fogl. 62 dell'archivio ant. del Com. di Spoleto, trascritto in Sansi, doc. ined. ecc., pag. 362.364.
Andreas Phylippi Vivieni 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi, Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell "Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto, trascr. in Sansi,docum. Ined.ecc., Foligno, 1879, pag. 297-298.
Andree Perfidi 1226 - "Fracta Gotii de Trevi" - in msc. 123 del 12 Marzo 1226 -"Clara quondam Blasii" - " Clara, del fu Biagio, obbliga ad Andrea di Perfido,….una terra di Fracta Gotii,…concedendogli l'usufrutto…" - in Le Carte ….Sassovivo, vol. VI. a cura di De Luca, Olschki, Firenze, 1976, pag. 123 -
Andree Vivazani 1260 - Trevi - patronimico di Johannito Andree Vivazani - vedi.
Andrentio Monaldeschi 1400 - Trevi - Questi Monaldeschi sono un ramo della famiglia dei Monaldeschi di Orvieto - signori e nobili.
Andreoli monachus 1421 - Trevi - Patronimico del monaco Giuliano Andreoli di Trevi (vedi).
Andreolo Petrachie 1384 - Pieve di S: Martino di Trevi - figura in un testamento del 7 Mag. 1384 - Arch. Notarile di Trevi, 1,not. Biagio di Ciccolo,1379-84 -cc. 49v-51v.- "...III florenos aurei in ecclesia Sancte Marie pede Trevii, de quibus fiant una figure Virginis Marie cum filio in brachi,.." - riportato da Marcelli F. e Felicetti S., in Docum.per la St. dell'Arte di Trevi, in Bollet. Storico della Città di Foligno, XX,1996, pag. 564-65.*
Andreuccio Marci 1348 - Trevi - penalità per insulti contro mag. Franciscum Leonilli di Trevi - in Fumi, Reg.Ducati Spolleti, in Boll. Storia Patria Umbra,VII,1901, XVIII, 14,(pag. 58)
Andreuccioli Donati   1359 - Perugia - Patronimico di Johannes Andreuccioli Donati (vedi) - Podestà di Trevi nel 2° semestre del 1359 - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, presso Bibliotreca Augusta di Perugia)
Andrionus Capitie 1274 - Trevi - Andrionus Capitie - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).*
Angelarii   1228 - Trevi - patronimico di Becio Angelari : vedi.
Angelario Valfredi 1228 - Trevi - "Manens domini Egidii", rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, come nel msc.del 8 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII, a cura di Petronio Nicolai, 1974, VII, pag. 33-34, ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.
Angelario Gualfredi 1225 - "Castiglonum de Trevi" - msc. 105 del 12 Ago: 1225 - "Egidio di Vivieno di Buonconte, con il consenso del figlio Manente, vende a Tardone di Berardo, ad Angelario di Gualfredo ed ai fratelli di quest'ultimo, la parte sua di un feudo sito presso Trevi, in località Castiglonum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. VI°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 161-162 - già condotto da Arculanus e sua fratello, dai figli di Albertus Amici e da Tardonus. I confinanti sono: Bernardo, donnus Quido, Veiaronus, Michael Odorisii, Angelarius, Fulingnonus Rucii, Ofreducius Bernardini. filius Marini, dominum Masseum - Testi sono: Gualfredo Marini, Scangno Teuci, Bretulto Transuri, Astolese, Matheo Quiducii. - Notaio è Henricus. Atto steso a "Fractam episcopi" di Trevi.
Angelarius   1225 - "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - senza patronimico - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Angeli dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Francescono d.ñi Angeli - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fgl. 49 e 48, dell'arch. antico del Comune di Spoleto.
Angeli   1371 -Cesi - patronimico di Simone Angeli di Cesi - Podestà di Trevi nel 2° semetre dell'anno 1371.(vedi) *
Angeli Valenti 1420 -Trevi - Patronimico di Natimbene Angelii dei Valenti - Avvocato di grido - vedi.
Angelicto Ugolini 1260 - Trevi - Capitaneo Angelicto Ugolini - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260, reg. fogl. 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Angelicto Gilioni 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined. storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Angelo Verucii 1320 - Trevi - magister - in Fumi,Reg. Ducato Spoleto, in Boll. St. Patria Umbra, vol.V 1899,cap.II,n°146 (pag. 131) - viene condannato per adulterio con Suffia di Spoleto.
Angelo presbitero 1321 - Trevi - "domp. Presbitero de Trevio (per violazione dell'interdetto), per Rectorem E." .- In Fumi, Reg. Duc. Spol., In Boll. Dep. Storia Patria Umbra, vol V,1899, cap. II, n°157, (pag. 132).
Angelo abate 1226 - Trevi - "Flamignano, Bovanum e Cardeta" - msc. 155 del 18 Ott. 1226 -"Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Berardo ed Aginante figli del fu Ofreduccio per metà ed a Bonaventura di Gualfredo per l'altra metà, una terra… a Flamignanum,…a Bovanum,….in Cardeta" - in Le Carte....di Sassovivo, De Luca, vol. VI°, pag. 226-228 - Sono confinanti filius Acti Manentis, filius Odorissi Leonardi cum nepotibus, filius Ade Mainardi, filii Adamuri Ambrici, donnus Rainaldus et filia Gilii Saxi, filie Rubiani, filii Adiuti .*
Angelo abate 1227 - "Canniviole de Trevi" - msc. 187 del 22 Aprile 1227 - " Angelo, abate di Sassovivo, riconferma a Giacomo e Bonomo Martini Macii l'enfiteusi a terza generazione di cinque stai di terra in Cannaiola" - In Le Carte….di Sassovivo, De Luca, vol. VI, pag. 268-269 - sono confinanti del terreno : Berardus Mathei pro Monasterio, filius Agelli pro canonica Sancti Feliciani, Provatus Savini, ffilius Comparati - sono testimoni: Iacobo Pauli, Benencasa Saxi, Rainaldo Rodulfi Iaconi, Binello Rainucii, Angelo Tholomei.
Angelo abbas 1227 - "Cagaja di Trevi" - msc. n° 198 del 25 Giug. 1227 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Matteo ed a Marescotto di Attone di Tebaldo da Pigge, che stipulano anche per il fratello Ranuccio una terra in località Cagaia. Matteo e Marescotto versano anche quattro lire lucchesi a Ventura, Richemanno e Giovanni, figli di Transerico di Berardo, precedenti enfiteuti" - in Le Carte....di Sassovivo, vol.VI°, pag. 286-288. Sono confinanti: Bonicomitis Rainaldi pro ipso monasterio, filii Gironimi Ugerii, filii Transerici Rodulfi, Sevinus de Spello, - sono testi: Benencasa Saxi, Iacopo e Gentile Tornaguerre de Galiole.
Angelo Tholomei 1227 - Canniviole di Trevi - testimone al rogito notarile - vedi Jacopo Martini Macii .
Angelonus Thome 1274 - Trevi - Angelonus Thome - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e con la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Angelus Petroni 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Angelus Egidii 1228 - Trevi -Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (come nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol.VII°, a cura di Petronio Nicolai, 1974,pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari (Becio, anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Angelus de Reate 1299 - Reate - "Angelus de Reate legum doctor…..vicarius generalis per d.num Brectoldum de filiis Ursi….rectorem ducatus Spoletinum" E' giudice nella sentenza riportata nel msc. Dell'11 Aprile 1299, inv. Fogl. 98, dell'archivio ant. del Com. di Spoleto, trascritto da Sansi, opera citata. pag. 368-371. La sentenza riguarda una questione con Castelritaldi , per una costruzione che gli spoletini vogliono impedire.
Angelus abbas 1225 - Matigge - msc. n° 74 del 31 Genn. 1225 . "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi per 20 anni a Teballo di Ranieri un casalino con alberi sito in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 6° a cura di De Luca, Olschki, Firenze, 1976, pag. 112-113 - vedi anche msc. 75 del 31 Gen. 1225 Teballo Ranieri e numerosi altri.
Angelus abbate 1225 - Matigia - msc. 75 del 31 Gen. 1225 - "Angelo..permuta con il monaco Orbene della chiesa di S. Maria, una piccola terra sita in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia ecc, vol. 6°, pag. 113-114 -
Angelus Alberti 1274 - Trevi - Angelus Alberti - E' uno dei 74 Trevani che chiede pace a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332) - Msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. Fra i prigionieri vi è anche il figlio - nel msc. in 5° riga - vedi.
Angelus Montanorum 1274 - Trevi - Angelus Venturoni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiede pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga) - (il patronimico è incerto)
Angelus Marci d.ne Roche 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum. Ined. St. Umbra, Foligno, 1879, pag. 297-299.
Angerelli   1337 - Castroritaldi - patronimico di Johannucio Angerelli (vedi).
Angerilli   1333 - Trevi - patronimico di "Andrea Angerilli de Fracta de pede Trevii".
Angileri Rainaldi 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Anglionus Patti 1274 - Trevi - Angelonus Patti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiede pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Anselmus Lucini Bartholini 1359 - Perugia - Anselmus quondam Lucino Bartholini - Giudice e Podestà vicario, del 2° semestre del 1359 - Podestà era Johanni de Ruisio - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 conservato presso la biblioteca Augusta di Perugia) *
Anso   1096 - Trevi - "Pertenientia de Trevi" - msc. n° 46 del Dic. 1085 - patronimico di Benedicto de Anso, che dona un terreno, pro anima sua - vedi.
Anso   1096 - Matigge di Trevi - patronimico di Adam Ansonis, che dona un terreno all'Abbazia di S. Croce di Sassovivo - Vedi Adam Ansonis -1096:
Antonij   1274 - Trevi - patronimico di Nichola Antonij - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Anzuloni   1274 - Trevi - patronimico di Paulus Anzuloni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, con la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Appollonio   1400 - Trevi - "Parrano" - Conservatore di Giustizia a Perugia nel 1410 - v: Natalucci c. 1053.
Arculanus Iuliani 1199 - Beroide - Msc. 180 del / Ott. 1199 - "Brectonus Ugolini riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo un pezzo di terra a Beroide…ecc." - In Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso, vol. 3°, Olschki, Firenze, 1983, pag. 221 -. è uno dei confinanti menzionati nel msc.
Arculanus   1225 - "Castiglonum de Trevii" - "Arculanus et frater eius" - senza patronimico - è il precedecte conduttore di un terreno che viene venduto - vedi Egidio di Vivieno.
Ardenguccij   1226 - Castroritaldi - patronimico di Vilgelmo ardenguccij, testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, (che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, doc. inediti,pag. 242), che disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Vedi anche Elpini.
Arduvinii   1225 - "Castiglonum de Trevii" - "filii Arduvini" - senza patronimico - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Arnaldi   1260 - Trevi - patronimico di Egidio Arnaldi Judice.
Arroni   1000 - Trevi - primi ospiti della fam. Valenti che veniva da Mantova. Per interessante genealogia. vedi Natalucci, pag. 790 e sseg.
Artinisius Frederici 1226 - "Mascari di Orsano" - msc. n° 154 del 15 Ott. 1226 - "Artenisio di Federico, e Giorgio del fu Enrico suo nepote refutano…..un manso a Mascari in terr. di Orsano, in favore di Rodolfo, Agresto e Ofreduccio, per….." - in Le Carte di….Sassovivo, vol VI°, de Luca, Olschki Firenze, 1976,pag. 225-226 - "actum ante ecclsiam Sancti Miliani in castrum Trevi" - testimon: Martino consule Trevii, Munaldus Abuiamontis, Rodulfo, Johanne Amidei, Miliano, Bardonis, Saraceno.
Ascarelli   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Egidio Ascarelli - figura nel manoscritto del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Astolese   1225 - "Castiglonum de Trevi" - testimonio ad un atto steso a Fracta Episcopi di Trevi - vedi Egidio di Vivieno oppure Angelario Gualfredi.
Attone Litaldo 1216 - Beroite - " è il padre dei fratelli Flagello, Offreduccio e Pietro di Attone di Litaldo" - msc. 45 del 26 Agos. 1216 - " Nicola Abate di Sassovivo dichiara di ricevere da Flagello di Attone di Litaldo, che rappresenta anche i fratelli Offreduccio e Pietro, la somma di dieci soldi lucchesi, per canone trentennale per due terre in Beroite...." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 53-54 -
Attus Pauli 1228 - Trevi - Nel msc. del 13 Agosto 1228, in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, vol.VII, a cura di Petronio Nicolai,1974, pag. 41-42. "Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi". Sono testimoni Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Averardo Gentilis 1390 - Trevi - vedi Natalucci, cart. 1148, pag. 772-773 - Signori con Villa in Pettino di Trevi, "vissuti sempre in rocche e fortilizi" ! Famiglia di uomini anche di legge,; trasferitisi poi a Spoleto.
Azi   1274 - Trevi - patronimico di Jacobus Azi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga)
Bardonis   1226 - Trevi - "ante eccl, Sancti Miliani in castro Trevi" - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Barilis   1299 - Castelritaldi - patronimico di Francesconus Barilis - vedi.
Barrabeus   1226 -"Fracta Gotii de Trevio" - Senza patronimico - È il confinante del terreno in oggetto - vedi Clara Blasii .
Bartholi   1320 - Spoleto - patronimico di Jacobo Bartholi.
Bartholi   1260 - Trevi - patronimico del Notaio Egidius Bartholi . Vedi.
Bartholi   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Francescono Bartholi - figura nell'elenco del msc. 25 Mar.1260, del Reg. fogl. 49, dell'archivio ant. del Comune di Spoleto.
Bartholi   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Egidicto Bartholi - figura in elenco nel msc. datato 25 Marzo 1260, del Reg. fogl. 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Bartholi domins 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lamb. Brazzano d.ñi Bartholi - figura nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. 49 dell'archivio antico del Comune di Spoleto
Bartholi   1226 - Castroritaldi - patronimico di Thalionasso Bartholi, testimone convocato da "Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum", (che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. Inediti,pag. 242), disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Bartholi   1337 - Castrolitaldi - patronimico di Pucio e Theoducio Bartholi (vedi).
Bartholo Pauli 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Bartholo d.ñi Pauli - figura nei msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'Arch. antico di Spoleto.
Bartholo Dialti 1260 - Trevi - Bartholo Dialti figura nell'elenco dei msc. 25 Marzo 1260, nel Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Potrebbe essere anche il nonno di Bartholo dialti, segnalato nel 1295. E' anche il Bartholo Dialti, del manoscritto, la cui trascrizione di Clemente Bartolini del 1842, fotografata,e sita alla Biblioteca Augusta di Perugia, è in nostro possesso.
Bartholo Dialti 1295 - Trevi - nonno di Rugiero, di Giligitto, di Bartholo, di Dialto - Rugiero era Abate di S. Pietro di Bovara (vedi). In Jacobilli, cronica del Mon. di S. Croce di Sassovivo, Foligno, 1653, pag. 229.
Bartholo-meus de Florentia 1333 - Pissignano di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi.
Bartholono Manentis 1299 - Castelritaldi - Bartholono d.ni Manentis . Appare in un msc. datato 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Bartholucio Odoresij 1260 - Trevi - Capitaneo Bartholucio Odoresij - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Bartholus Phylippi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined. Storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 297-299.
Bartholus Manentis 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. datato 19 Giugno 1254, n.° 96 dell"Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined. Storia umbra, Foligno, 1879, pag. 297-299.
Bartolicti   1321 - Trevi - patronimico di Raynaldo Bartolicti.
Bartolo priore 1355 - Trevi - Bartolo da Trevi, priore della Cattedrale di Spoleto nel 1355- (Dorio, mem. Umbria, msc.,tomo 6, fg.59 e tomo 12, f.218) e Natalucci, Storia di Trevi,Foligno, 1985, cart. 1023, pag. 691)
Beatricis   1254 - Castroritaldi - patronimico di Paganus Beatricis - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Beatricis Fantebonus centris 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Beccius Angelerii 1225 - Matigge di Trevi - teste nella concessione di un'enfiteusi - vedi Teballo Ranieri.
Beccius Angelerii 1225 - Trevi - è teste alla stipulazione di un terreno . Vedi Orbene Monacho - ma anche altro atto: vedi Teballus Rainerii
Becio Angelarii 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi,(nel msc. 28 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportati in Le Carte del Monastero di S. Croce di Sassovivo,vol. VII,a cura di Petronio Nicolai,1974, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.
Becio   1223 - Trevi - Testimone ad un giudizio - vedi Paolum 1223.
Befanuccio   1201 - "Flamenia di Trevi" - msc. n° 9 del 8 Ott. 1201 - Befanucio senza patronimico - " Pietro di Carone, …in pegno a Paolo e Strovele, da una terra in vocabolo Flamenia, che a sua volta aveva avuto in pegno da Befanuccio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 12-13 - Fra i confinanti di detta terra : filii Alesi.
Bellitia   1228 - Trevi - moglie di Iacopo di Arnolto : vedi.
Benadacti   1274 - Trevi - patronimico di Tomaxitus Benadacti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - .
Benadatti   1299 - Castelritaldi - patronimico di Johanni Benadatti.
Benadatto Gregorii 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota. Probabilmente è il padre di Johanni Benadatti, che appare nello stesso msc.
Benamilis Attonis 1201 - Matigia di Trevi - msc. n° 12 del Dic. 1201 - "Benamilis di Attone rinuncia a favore del dompnus Egidio alla proprietà di una terra in Matigge, che i rispettivi padri avevano acquistato da Giovanni di Azzone, e rilascia quietanza…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 16-17. - Fra i confinanti con detta terra: ecclesia Sancti Donati, Franconus, Grimaldus.
Benedetto   1122 - "Campolungo e Campum Dominicum di Trevi" - "Mondoaldo" della figlia Inge - patronimico non riferito - msc. 46 del Ott. 1122 - "Porporella figlia di Inge, assieme ai suoi figli Rodolfo e Pietro, alla presenza del padre Benedetto suo mundoaldo, vende al Monastero di S.Croce di Sassovivo…. una terra in Ducato di Spleto, gastaldato di Trevi, località Campolungo e Campum Dominicum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 57-58 - sono indicati come confinanti : Franco, nepotibus Peccionis, Rodulfo, Benedicto ed Acto.*
Benedicto Anso 1085 - Trevi - "Pertenientia de Trevi" - msc. n° 46 del Dic. 1085 - "Benedetto del fu Anso, dona a Mainardo abate di S. Croce e S. Trinità, terre in Pertenientia di Trevi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I°, a cura di Cencetti, Olshki, Firenze, 1973, pag. 74 -
Benedicto   1122 - Campolungo di Trevi - msc.46 del Ott. 1122 - è indicato come confinante di un terreno venduto - patronimico non riferito.
Benedicto Petri 1128 - Matigge di Trevi - msc. n° 74 del Febb. 1128 - " Benedetto figlio di Pietro, insieme con i figli Ranieri, Alberto e Rustico, vendono pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo… una terra in loalità Matigge ed altra in località Flume mortum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 92-93 - confinano con dette località i filii de Nera, Tenioso, Benedicto, Leto, fili Tebaldi e filii de Albrico.
Benedicto   1128 - Matigge di Trevi - è un confinante con un terreno venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Benedictonis   1228 - Trevi - patronimico di Jacopo Benedictonis : vedi.
Benedictus Petri 1139 - "Raio in Padule Treviano" - msc. n° 101 del Lugl. 1139 - " Gionata prete, figlio di Ranieri, dona pro anima, al Monastero di S. Apollinare……una terra in località ecc"- E' uno dei confinanti che vengono indicati - vedi Ionathats Rainerii.
Benedictus   1157 - "Matica di Trevi" - msc. 183 del Genn. 1157 - senza indicazione di patronimico -e' uno dei confinanti con il terreno che viene venduto - vedi Massaia Alberti - 1157.
Benencasa Saxi 1227 - Canniviole di Trevi - testimone al rogito notarile - vedi Jacopo Martini Macii .
Benencasa Saxi 1227 - "Cagaja" di Trevi - Testimone alla redazione di un'enfiteusi . Eventualmente vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Benencase   1187 - Camerino - "Benencase de Trevi - testimone - vedi Manente de Trevi - anno 1187.
Bentevagne   1274 - Trevi - patronimico di Stephanus Bentevagne - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in10° riga).
Benvenuta   1231 - Trevi - "filia quondam Ofreducii" e moglie di Benvenutus. Figurano attori di una vendita di un piccolo appezzamento di terra nel msc. datato 12 Gennaio 1231, riportato in Le carte del Mon. di Sassovivo,vol. VII, a cura di Petronio Nicolai 1974,pag. 220 e che é "actum ante domum Benvenuti in Flaminiano- fuerunt in ospitale infirmorum Trevii".
Benvenuti   1231 - Trevi - patronimico di Benvenutus, consorte di Benvenuta (vedi) .
Benvenuti   1304 - Trevi - Ciardolo di messer Benvenuto, legale (vedi)
Benvenuti   1274 - Trevi - patronimico di "magister Albericum Benvenuti". - vedi.
Benvenutus   1231 - Trevi - "filia quondam Ofreducii" e moglie di Benvenutus. I coniugi figurano attori della vendita di un piccolo appezzamento di terra nel msc. datato 12 Gennaio 1231, riportato in Le carte del Mon. di Sassovivo,vol.VII°, a cura di Giovanna Petronio Nicolai,1974, pag. 220 e che è "actum ante domum Benvenuti in Flaminiano- fuerunt in ospitale infirmorum Trevii"-. Potrebe anche essere il padre di Ciardolo di messer Benvenuto - legale-.
Benvenutus Pauli 1228 - Trevi - Nel msc. del 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Monastero di S. Croce di Sassovivo,vol.VII°, a cura di Petronio Nicolai,1974,pag. 41-42 - Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi. Sono testimoni: Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Beraducius Adamuri 1190 - Matigge - figura in una cartula, n° 169, del 1190, relativa ad un pezzo di terra in Matigia. E' trascritto nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curata da Capasso R., edito dal Boll. St. Patria Umbra, Perugia,1967,pag. 119.
Berardi   1228 - Trevi - patronimico di Tardono di Berardo : vedi.
Berardi   1335 - Camerino - patronimico di Vannis Berardi (vedi) - Sindaco del Comune di Trevi nel 1° semestre dell'anno 1335 (lettera di Clemente Bartolini a Ariodante Fabretti nel 1840 circa) .*
Berardo Mathei 1233 - "Cannaviole di Trevi" - è il beficiario di una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo su un pezzo di terra nella località Cannaviole. Il msc. è: c. 24,LIII, datato 21 Giugno 1233, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 43. In questo msc. figurano anche, come confinanti: Martinus Maçi, Provatus e Bondinus, e Petrus Billuce, evid. di Cannaviole. Figura poi, come confinante, in altra enfiteusi: vedi: Jacopo e Bonomo Martini Maçi.
Berardo   1103 - "Mungnole de Trevi" - msc. n° 146 del Marzo 1103 - "Rodolfo, figlio di Adamo, e sua moglie Franca vendono a Rodolfo e Berardo una terra sita nel gastaldato di Trevi, in luogo detto Mungnole" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I°,a cura Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 220 - i confinanti con il terreno venduto sono Acca, Berto, Petri e Franco (event. vedi)
Berardo   1109 - "Tribiu Merdaio" - confinante con terreno venduto - vedi Guilielmo - Trevi 1109
Berardo   1157 - Trevi - msc. 184 del Apr. 1157 - "Michele Abate di Sassovivo, dà in pegno a Maio,Pietro, Guido e Berardo,una terra in Comitati di Foligno, località Trevi, per cento soldi che egli impiega a saldo di un debito" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. 2°,di De Donato,Olschki, Firenze, 1975, pag. 212-213 -
Berardo   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non viene indicato il patronimico - è uno dei confinanti - vedi Syndulfus 1180 Matigge.
Berardo Ofreducii 1226 - Trevi - "Flamignano, Bovanum e Cardeta" - msc. 155 del 18 Ott. 1226 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Berardo ed Aginante figli del fu Ofreduccio per metà ed a Bonaventura di Gualfredo per l'altra metà, una terra… a Flamignanum,…a Bovanum,….in Cardeta" - in Le Carte....di Sassovivo, De Luca, vol. VI°, pag. 226-228 - Sono confinanti: filius Acti Manentis, filius Odorissi Leonardi cum nepotibus, filius Ade Mainardi, filii Adamuri Ambrici, donnus Rainaldus et filia Gilii Saxi, filie Rubiani, filii Adiuti -
Berarducius   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge"- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - è uno dei confinanti con la terra venduta.
Berarducius Acturi 1199 - Beroide - msc. 180 del 7 Ott. 1199 - "Brectonus Ugolini riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo un pezzo di terra a Beroide…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso, vol. 3°, Olschki, Firenze, 1983, pag. 221 -. è uno dei confinanti menzionati nel msc.
Berarducius Adamuri 1190 - Matigge , loc. Belvedano - cart. 68/1190 - per affitto di un pezzo di terra - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, 1983, pag. 258 - confinanti sono la terra della chiesa di S. Stefano ed i filii Rainaldi -
Berarducius Adamuri 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un concessionario di terra, ora escluso.
Berardum Primucirii 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Berardus Raini 1225 - Matigge di Trevi - confinante di un terreno - Vedi Teballo Ranieri.
Berardus Mathei 1227 - Canniviole di Trevi - "Berardus Mathei pro monasterio (Saxovivi)" - confina con il terreno in oggetto di enfiteusi - Vedi Jacopo Martini Macii
Bernardi   1254 - Castriritaldi - patronimico di Johannes Bernardi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Bernardo Vivieni 1223 - Trevi - Testimone ad un giudizio - vedi Paolum 1223.
Bernardu   1106 - Padule di Matigge di Trevi - è confinante con un terreno che viene donato da Ugo di Gualtieri all'ospedale del Monastero di S. Croce di Matigge (vedi).
Bernarducci   1333 - Trevi - patronimico di Raynucio Bernarducci - vedi.
Bernardus Radicine 1231 - Trevi - Vedi "Gerardus iudex ordin. et communantiae Trevii"- figura come presenziante in un msc. del 18 Luglio 1231, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, trascr. di Giovanna Petronio Nicolai,1974. VII, pag. 254-255. Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi, Teballo Rainerii, d:no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine. vedi anche questi.
Bernardus   1225 - "Castiglonum de Trevii" - senza Patronimico - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Bernerduri   1228 - Trevi - patronimico di Ianuario Bernerduri : vedi.
Berno Johannis 1323 - Montefalco - viene punito dal Rett. Eccl. del Ducato di Spoleto, perché "dicebatur posuisse ignem in campo Castrolitaldi" - Fumi, Reg. Duc. Spoleti,in Boll. St. Patria Umbra, vol.IV,1898,cap. V,n° 32 (pag. 142)
Berta Centorelli 1119 - Trevi - Flamignano e Padule di Trevi - msc. n° 31 del Mag. 1119 - "Johannes de Centorellu" - " Giovanni, figlio di Centorello e sua moglie Rustica, donano pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo, in persona di Alberto Abate, tutto ciò che possiedono in Territorio di Trevi...nonchè la terra che hanno assegnato alla figlia Berta se questa rimarrà senza eredi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 38-39.
Berta Pauli 1201 - Trevi - msc. 3 del 1 Magg. 1201 - "Berta, senza patron., ma probab. è figlia di Paulus Berardi" - "Paolo di Berardo, a garanzia…..della dote a Berta, da in pegno a Berta e Rolando suo marito, i beni che possiede in Trevi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze,1976, pag. 5-6 -
Berto   1103 - Mungnole de Trevi - msc. 146, Marzo 1103 - è uno dei confinanti (senza altre indicazioni) di un terreno venduto da Rodolfo Adami (vedi).
Bertollum Nichole 1274 - Spello - "dominum Bertollum d.ni Nichole...ambaxiatorem de Spello". Viene nominato giudice per comporre la pace fra Trevi e Spoleto, con restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Bertolti Saraceni 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Billuce   1223 - "Canniviole di Trevi" - patronimico di Petrus Billuce - vedi.
Binello Rainucii 1227 - Canniviole di Trevi - testimone al rogito notarile - vedi Jacopo Matini Macii .
Biolli   1274 - Trevi - patronimico di Petrunius Biolli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva prigionieri a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga). (patronimico dubbio).*
Biordo Michelotti 1395 - Trevi - Biordo de' Michelotti, signore di Perugia. Negli Annali di Spuliti del Parruccio, in Sansi, doc. ined., pag. 134::"nel mese di Settembre venne il marchese (Tomacelli) cioè il fratello del Papa, a Spuliti con assai gente da cavallu, et ruppe in tutto la guerra con Biordo et con Trevi quale teneva Biordo, sicchè dall'una parte e dall'altra furon grandi offese."
Blagius Bonaioncte 1274 - Trevi - Blagius Bonaioncte - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.(nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - (patronimico dubbio).*
Blaxio   1318 - Castrolitaldi - "Blaxio alias dicto Cappella de Castro Lithaldi - exbanniti quia Comune non iverat ad exercitum Assisii"- in Fumi, Reg, Duc. Sp.in Boll. Storia Patria Umbra, vol.IV, 1898, cap. V, n°13 (pag. 140).
Blaxio Justi 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. E' una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Blaxius Ogerii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto,*
Boezio abate 1185 - S. Pietro di Bovara - III° abate del monastero di S. Pietro di Bovara - abate dal 1185 al 1198 (vedi anche Raniero 1° abate).
Bonacursus Sauli 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Bonagura Bonavolie 1238 - Trevi - E citato come testimone, nel msc. c.21-XLVI- 1238 Settembre 29, riguardante una concessione in uso di una abitazione in Foligno, a Attaviano de Repetente, del luogo, da parte dell'Abbate Angelo di Sassovivo. E' riportato nel libro dei Censi dell'Abbazia di Sassovivo,curato da Capasso, R., ed. BSP. Umbria, Perugia,1967.
Bonaioncte   1274 - Trevi - patronimico di Blagius Bonaioncte - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - (patronimico dubbio)
Bonajonte   1213 - Trevi - "Munaldo (senza patronimico) consul Spoleti cum Petro, Simone, Bonajonte..recipiens pro Comunitas Spuleti". Nel msc. indicato Thepoldus o Diopoldo di Vohburg, conte di Acerra e di Assisi, e duca di Spoleto, controllava allora Spoleto, Assisi, Montefalco, Bevagna, Castelritaldi. Condottiero di Enrico V° viene premiato da Ottone, che deve rientrare in Germania, ed eletto Duca di Spoleto....e concede, anche, a Spoleto di poter distruggere la rocca di Trevi. - vedi Sansi,Storia Duc. Spoleto, pag. 35 e sseg., e Sansi, docum ined.ecc, msc. del 16 Luglio 1213, Reg. fogl. 41 dell'arch. ant. del Comune di Spoleto, a pag. 222-223.*
Bonaman-cia Gilii 1227 - Castilionum di Trevi - msc. 192 del 29 Magg. 1227 - "Bonamancia di Egidio vende al fratello Vegio la terza parte di un terreno sito in Castilionum di Trevi" - in Le Carte di….Sassovivo, De Luca, vol. 6°. Olschki, Firenze, 1976. pag. 275-76 - Confinano con detta terra : filius Marini, Tardone, Caliverni, Crisius Iuvanuri. - Sono testimoni Matheo Sgannafratris, donno Soletece, Johanne Milane.
Bonandoni   1371 - Amelia - patronimico di Lodovicum Bonandoni - Podestà di Trevi nel 1371 o 1372 - (carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 nella Biblioteca Augusta di Perugia).*
Bonarelus Raini 1225 - Matigia - è uno dei confinanti di un terreno . Vedi Orbene monacho -
Bonaventura Pauli 1228 - Trevi - Nel msc. del 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°,a cura di Petronio Nicolai,1974,pag. 41-42 - "Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi" - Sono testimoni: Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Bonaventu-ra Bonafidei 1226 - Trevi - "Sassum Manciani di Trevi" - è teste alla vendita di una vigna - vedi Egidio Vivieni in msc. 30 Genn. 1226.
Bonaventu-ra Gualfredi 1226 - Trevi - Flamignano, Bovanum e Cardeta" - msc. 155 del 18 Ott. 1226 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Berardo ed Aginante figli del fu Ofreduccio per metà ed a Bonaventura di Gualfredo per l'altra metà, una terra… a Flamignanum,…a Bovanum,….in Cardeta" - in Le Carte....di Sassovivo, De Luca, vol. VI°, pag. 226-228 - Sono confinanti filius Acti Manentis, filius Odorissi Leonardi cum nepotibus, filius Ade Mainardi, filii Adamuri Ambrici, donnus Rainaldus et filia Gilii Saxi, filie Rubiani, filii Adiuti -
Bonaventu-re dominus 1260 - Trevi - patronimico del " Capitaneo d.ño Vivieni d.ñi Bonaventure"- figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto, in Sansi, docum.ined. ecc., Foligno, 1879, pag. 312-314.*
Bonaventu-re 1274 - Trevi - patronimico di Gonzus Bonaventure - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga).*
Bonavolie   1254 - Castroritaldi - patronimico di Jacobus Bonavolie - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell'"Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Bondinus   1233 - Canniviole di Trevi - è il confinante di un pezzo di terra concesso in una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo in località Cannaviole, a Berardo Mathei. Il msc. è: c. 24,LIII, del 1 Giugno 1237, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curata da Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 43. In questo msc. figurano come confinanti: Martinus Maçi, Provatus e Bondinus, e Petrus Billuce, evid. di Cannaviole.
Bonicomitis   1187 - Camerino - "filii Bonicomitis" - vedi Manenti de Trevi - anno 1187
Bonicomitis   1225 - Matigge - senza patronimico - confinante di un terreno dato in enfiteusi - Vedi Teballo Ranieri e Orbene monacus.
Bonicomitis Rainaldi 1227 - "Cagaja di Trevi" - "filii Bonicomitis Rainaldi pro ipso monasterio (Sassovivo)" - confinante di un terreno dato in enfiteusi - vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi -
Bonifacio Alcherii 1231 - Trevi - nel. Msc. del 18 Luglio 1231. Perde un giudizio contro Romito Adelardii, con giudizio di "Gerardo iudex comunantiae Trevii". Ciò nel msc. trascritto in Le Carte dell'Abbazia di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Nicolai, 1974, pag. 254 - figurano come testimoniant: Teballo Rainerii, domino Brectulto Radicine e domino Bernardo Radicine : vedi.
Bonifantis   1274 - Trevi - patronimico di Ventura Bonifantis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - .
Bonilli   1346 - Trevi - patronimico di Francisco Bonilli, (vedi).
Bonoaducto   1225 - Matigia - è uno dei confinanti di un terreno . Vedi Orbene monacho -
Bonolie   1254 - Castroritaldi - patronimico di Martinus Bonolie - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Bonomo Martini Maçi 1227 - "Cannaviole di Trevi" - è il beficiario con il fratello Jacopo, di una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo su un pezzo di terra nella località Cannaviole. Il msc. è: LV, del 22 Aprile 1227, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 44. In questo msc. figurano anche come confinanti: Berardus Matheii, Provatus Savini et filius Comparati, e filius Agelli, evid. di Cannaviole.
Bonomo Martini Macii 1227 - "Canniviole de Trevi" - msc. 187 del 22 Aprile 1227 - " Angelo, abate di Sassovivo, riconferma a Giacomo e Bonomo Martini Macii l'enfiteusi a terza generazione di cinque stai di terra in Cannaiola" - in Le Carte….di Sassovivo, De Luca, vol. VI, pag. 268-269 - sono confinanti del terreno : Berardus Mathei pro Monasterio, filius Agelli pro canonica Sancti Feliciani, Provatus Savini, ffilius Comparati - sono testimoni: Iacobo Pauli, Benencasa Saxi, Rainaldo Rodulfi Iaconi, Binello Rainucii, Angelo Tholomei.
Bonusaductus   1217 - Matigge - msc. n° 89 dell'Agos. 1217 - "Buonaddotto e Vicinello concedono ad laborandum e ad pastinandum ad Egidio Monaco una piccola terra in Matigge…" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 104-105 - vedi anche Vicinellus.
Bonuscentre Oderiscij 1226 - Castroritaldi - garante indicato da " Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum" nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. Inediti,pag. 242. - Rodulphus disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.
Bonuscomes Tebaldi 1139 - Raio in Padule Treviano - msc. n° 101 del Lugl. 1139 - " Gionata prete, figlio di Ranieri, dona pro anima, al Monastero di S. Apollinare……una terra in località... ecc"- E' uno dei confinanti che vengono indicati - vedi Ionathats Rainerii.
Bordono Transarici 1299 - Castelritaldi - "qui dicebat se rectorem dicti castri (Castelritaldi)". Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi.. Si trova in Sansi, doc. ined. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Borga   1107 - Matigge di Trevi - msc. n°169 del Apr. 1107 - è la madre di Aczo de Borga, (vedi), comproprietario dlla Chiesa di S: Andrea di Matigge, e che la dona al Monastero di Vecclie (successivamente chiamato S. Croce di Sassovivo).
Boroini   1274 - Trevi - patronimico di Johannes Boroini - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano nel 1274 - Sansi, docum. ined. per. St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.- patronimico dubbio.
Botio abbate 1205 - Matigge di Trevi - "Botio abbate Sancti Petri de Bovaria" - msc. 5 del 5 Sett. 1205 - "Nicola Abate da una parte e Suppone e Nittobiurus dall'altra, con l'aiuto di Bozio Abate di S. Pietro di Bovara, compongono una lite, concedendosi dei pegni in località Acabbia e Belvedanum, presso Matigge…..ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 72-73 - sono fideiussor: Teucium Ugolini, Angelarium Rainaldi, Vivanium Johannis, Agrestum Salvangi, Berardum Primucirii, Machabeum Ruscolini e Odorisium Leonardi. E' interesato Berarduccio di Adamuro. Sono testimoni anche: Munaldi Rudolfini, Bertolti Saraceni, Rudulfi Karalfuri.
Braccio Monaldeschi 1400 - Trevi - Ramo della famiglia dei Monaldeschi di Orvieto - signori e nobili.
Brandi   1274 - Trevi - patronimico di Phylipponius Brandi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Brazzano Bartholi 1260 - Trevi - Capitaneo Lambardorum Brazzano d.ñi Bartholi - figura nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Brectonus Ogolini 1199 - Beroide - msc. n°180 del 7 Ott. 1199 - "Brectonus Ugolini riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo un pezzo di terra a Beroide…ecc." - In Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. III°, a cura di Capasso,Olschki, Firenze, 1983, pag. 221 - Lo stesso è teste nel precedente msc. n° 179. - Fra i confinanti : Alesci dom.ni Odonis, Fhipippus dom.ni Odonis, Berarducius Acturi, Arculanus Iuliani.*
Brectulto Radicine 1231 - Trevi - Vedi "Gerardus iudex ordin. et communantiae Trevii"- figura come presenziante in un msc. del 18 Luglio 1231, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Giovanna Petronio Nicolai,1974,pag. 254-255. Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi: Teballo Rainerii, d.no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine: vedi anche questi.
Bretulto Transuri 1225 - "Castiglonum de Trevi" - testimonio ad un atto steso a Fracta Episcopi di Trevi - vedi Egidio di Vivieno oppure Angelario Gualfredi.
Brulli   1274 - Trevi - patronimico di Rinuzonus Brulli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).
Bucarone   1209 - Cannaiola di Trevi - msc. 115 del 29 Agos. 1209 - "Nicola abbate concede in enfiteusi a Giovanni di Pietro una terra a Cannaiola, presso Trevi…." - è uno dei confinanti con il terreno indicato.vedi anche Johannis Petri 1209.
Bucaronus Sibellure 1226 - "Fracta Gotii de Trevio" - è testimone alla preparazione del msc.- vedi Clara Blasii.
Bunfatti   1274 - Trevi - patronimico di Sebastianus Bunfatti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono definitiva pacificazione con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto - patronimico dubbio.
Buonoviri   1274 - Trevi - patronimico di Johanonius Buonoviri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga).*
Cagnarunus Henrici 1274 - Trevi - "Cagnarunus Henrici" - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Cagno fratre 1319 - Trevi - "fr. Cagno de Trevio". Appare in un msc. del 17 Maggio 1319,n° II. dell'Arch. Segr. Vaticano, Instr. Misc., relativo ai rendiconto degli Inquisitori, ove egli risulta condannato alla penalità del pagamento di "V vel.e VI flor". Si trova trascritto ne' I Registri del Ducato di Spoleto, in Boll, Storia Patria Umbra, di Fumi, vol. VII, 1901, Appendice I°, pag. 88. num.47.
Caliverni   1227 - Castilionum de Trevi - senza patronimico - è un confinante di un terreno venduto - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Camentus Nichole de Nucerino 1274 - Trevi - "Camentus Nichole de Nucerino" - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati che chiede pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum.ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga) - (nome dubbio).*
Capitaneo   1323 - Giano - Comandante di Giano (anonimamente indicato), viene multato dal Rettore del Ducato di Spoleto perchè non era intervenuto militarmente contro Castrolitaldi. - Fumi, Reg.Ducato Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol. IV, 1898, cap.II,n° 39 (pag. 143) - vedi anche il procuratore Francisco Massiolo.
Capitie   1274 - Trevi - patronimico di Andrionus Capitie - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono di stipulare la pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).*
Carlo Lambardi 1208 - Trevi - In Jacobilli, memorie dell'Umbria, f.22, " Carolus Lambardus e Trebia fiut admodum eruditus philisophus ecc"; citato anche in Dorio - e Natalucci, pag. 716, c. 1063).*
Carlus Muty 1358 - de Arricia - Podestà di Trevi nel 1° semestre dell'anno 1358 - il patronimico potrebbe essere anche Muti, o Mautii (carteggio Bertolini-Fabretti del 1840)
Caro notarus 1319 - Trevi - magister - notaio - Fumi : I Registri Ducato Spoleto -in Boll. Storia Patria Umbra, vol.III, 1897, cap. I,n° 17 (pag. 502) - vedi anche VI, 52, (pag. 61).
Caroni   1107 - Matigge di Trevi - msc. n° 169 del Apr. 1107 - è il patronimico dei fratelli Atto e Vivigeri Caronis (vedi), che donano la chiesa di S: Andrea al Monastero di Vecclie.
Casagnoni   1319 - Trevi - patronimico di Luca Casagnoni di Trevi.
Casaronius Petri 1274 - Trevi - Casaronius Petri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono, sottoscrivendo, pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. -msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Castellana Talionassi 1213 - Trevi - "Castellana è la figlia del dominum Talionassum" - msc.208 del 1 Ott. 1213 - "Causa fra Talionasso,in nome della figlia Castellana, per la separazione (probab. per decesso) fra lei ed il marito Gerardo di Todino. Viene affidata ai magistrati di Trevi (vedi Gerardi iudex)" - in Le Carte dell'Abbazia di s: Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976. pag. 328-330 -
Castellana   1219 - Castelritaldi - Petrus prior ecclesie Sancti Petri de Massa" - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179 - vedi anche msc. 208, del 4° vol., del 1 Ott. 1213., e 163 del 5° vol..
Castellana Talionassi 1220 - Trevi - msc. 163 del 15 Febb. 1220 - "Martino giudice di Trevi, condanna Todino di Gentile, a restituire a Talionasso ed a sua figlia Castellana i beni ricevuti per il figlio Rogerio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 5° vol.,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 199-200 - lo stessa giudice vedi in msc. 6 Lugl. 1219 e del 1 Ott. 1213.
Catagnone   1421 - Trevi - patronimico di Nicolò - Vedi Nicolò Catagnone - e Manentesco Manenteschi
Ceccharello Johannis Dialtoli 1321 - Trevi - Ceccharello di Johanni di Dialtoli, figlio del monacho dello stesso monatero "Johanne Dialtoli, monacho Sancti Petri de Bovaria dante pro se…et pro suo filio Ceccharello monacho …pro excessibus commissis per eos" - Vengono multati dal Rettore del Ducato di Spoleto. Vedi in Fumi, Reg. Duc. Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899, n° 171, (pag. 133).
Cesare Ritaldi 1026 - Castelritaldi - fondatore di Castel Ritaldi (Dorio. Memorie dell'Umbria,msc.t.5, fl.56 e tom. 13.f.569) - Castel Ritaldi fu concesso poi da Innocenzo IV agli Spoletini, quindi di nuovo ai signori Lambardi di Trevi che lo ridonarono a Spoleto nel 1253, poi ancora ai trevani dal 1338 da parte del sig. Gilberto Gualfredi che si riservò di esserne Castellano, e da valere per se e per i suoi figli.(vedi Dorio ed altri).
Ciaccaro beatus 1348 - Trevi - "Ciaccaro da Trevi, ex castro St. Johannis", fatto beato dal Papa Clemente VI°, da Avignone il 27 Luglio 1348, (perché in anno di carestia, aveva permesso ai poveri di raccogliere fave nel suo terreno).*
Ciardolo Benvenuti 1304 - Trevi - In Natalucci, Historia ... di Trevi,1985, c.1063, pag. 717: podestà a Sassoferrato nel 1304, a Nocera nel 1305, a Fabriano in missione nel 1308.
Cicco (Cichu) Corradi 1335 - Castrolitaldi - "pro compositione facta (dal fratello Vanni)… quia turbaverunt statum dicte terre". - multato dal Rettore Ducale - in Fumi Reg. Duc. Spoleti, V, (pag. 50).
Ciccolino Michelotti 1395 - Perugia - Ciccholino o Ciccharellus de' Micheloctis- Podestà a Trevi - v. Natalucci pag. 480.- nel carteggio Bartolini-Fabretti è indicato l'anno 1556 e 57.
Cichi Corradi 1390 - Castroritaldi - patronimico di "Joanni de cichu de corrado da Casteritalli", indicato fra i guelfi di Spoleto dal Parruccio negli Annali (vedi Fumi, doc. Ined., pag. 120 ed a pag. 123, riga 36).
Cinello Stefani 1321 - Trevi - multato dal Rettore Eccl. del Ducato di Spoleto, "pro fornicationem cum uxore cuiusdam de Tuscia…" - in Fumi, Reg. Ducato Spoleti, ed. Boll. St. Patria Umbra, III, 1897, (pag. 134).
Clara Blasii 1226 - "Fracta Gotii de Trevi" - in msc. 123 del 12 Marzo 1226 -"Clara quondam Blasii" - " Clara, del fu Biagio, obbliga ad Andrea di Perfido,….una terra di Fracta Gotii,…concedendogli l'usufrutto…" - in Le Carte ….Sassovivo, vol. VI. a cura di De Luca, Olschki, Firenze, 1976, pag. 123 -
Clyni de Visso 1359 - Visso - Iudex e Podestà Vicario di Trevi nel 2° semestre del 1359 (in carteggio Barto lini-Fabretti del 1840 , presso Biblioteca Augusta di Perugia)*
Cola Raynucii 1334 - Trevi - Cola Mag. Raynucii de Trevio - vedi Fumi, Reg. Duc. Spoleto,in Boll. St. Patria Umbra, vol.VI, 1900, n°20, (pag. 46) .
Compagnoni   1371 - Nocera - patronimico di Lyppus Compagnoni - Podestà di Trevi nel 1° semestre dell'anno 1371 - (in carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 presso la Biblioteca Augusta di Perugia)*
Comparati   1227 - Cannaiola di Trevi - Comparati è il patronimico di " filius Comparati - vedi Provatus Savini.
Comparatus   1227 - Cannaiola di Trevi - "filius Comparati" - senza patronimico - confina con il terreno in oggetto di enfiteusi - Vedi Jacopo Martini Macii
Corradi   1335 - Castroritaldi - patronimico di Vanne e di Cicco Corradi (vedi).
Corrado Trinci 1421 - Foligno - Signore di Foligno dal 1421, dopo l'uccisione del fratello Nicolò (vedi) - autore di una grande strage per vendicare i fratelli,verrà poi sconfitto dalle truppe del Cardinale Vitelleschi, e fatto strangolare dallo stesso, assieme ai suoi due figli prigionieri con lui- vedi anche Manentesco Manenteschi, Nicolò Trinci ed altri.*
Criseo Hofreducii 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, ( nel msc.del 8 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportato da Petronio Nicolai Giovanna, in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, 1974, VII, pag. 33-34), ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.
Crisius Iuvanuri 1227 - Castilionum de Trevi - è un testimone alla vendita di un terreno - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Crissio Transarici 1228 - Trevi - Nel msc. del 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Giovanna Petronio Niccolai,1974,pag. 41-42. - "Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi". - Sono testimoni: Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.*
Cristianum Nichole 1274 - Spello - "dom.num Cristianum d.ni Nichole...ambaxiatorem de Spello", è nominato uno dei giudici per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Danielis   1254 - Castroritaldi - patronimico di Iohes danielis - figura nell'elenco dei Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Dell' Abbate   1440 - Roma - Cognome preso dai discendenti dell'Abbate di Sassovivo, della famiglia Trinci, e che morirà poi in carcere a Roma. - I suoi discendenti, illegittimi, finiranni dispersi a Trevi e Montefalco, prendendo il cognome "Dell' Abbate".. Vedi Dorio e Natalucci, c. 1088-1089. Per la storia dei Trinci vedi anche Manentesco di Petruccio, trevano.
Deutesalvet notarius 1223 - Trevi - notarius in un giudizio a Trevi - vedi Paolum 1223.
Dialti 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Thme dialti - figura nel noto msc. datato 25 Marzo 1260,Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, in Sansi, docum. inediti ecc, Foligno, 1879, pag. 312.
Dialti   1260 - Trevi - patronimico di Bartholo Dialti - figura nell'elenco dei Capitanei Lombardorum elencati nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi.
Dialti   1333 - Pissignano di Trevi - Patronimico di Johannis Dialti de Trevio(vedi) - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Dialto   1295 - Trevi - vedi Ruggiero, di Giligitto, di Bartholo, di Dialto. - una citazione del genere (Jacobilli, Cronica della Chiesa…di S. Croce di Sassovivo, Foligno, 1653,pag. 231) copre più di un secolo.- per inquadrarlo nel tempo, Ruggiero è probabilmente vissuto tra il 1260 ed il 1345.- vedi anche Egidicto Bartholi.*
Dialtoli   1320 - Trevi - patronimico di Johanne Dialtoli - vedi.
Diepoldo   1212 - Spoleto - vedi Theopoldus di Vohburg - Vedi anche Francesco da Assisi (San) -*
Dopluccio Transarici 1228 - Trevi - Nel msc. del 13 Agosto 1228 - in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Giovanna Petronio Niccolai 1974,pag. 41-42, "Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi". - Sono testimoni Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.*
Dunani   1274 - Trevi - patronimico di Gintoni Dunani - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrive la richiesta dei pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga). (nominativo dubbio)
Egidicto Bartholi 1260 - Trevi - Capitaneo Egidicto Bartholi - figura in elenco nel msct. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Potrebbe essere il padre di Rugiero di Giligicto di Bartholo di Dialto, se Giligicto = Egidicto.
Egidii frati 1295 - S. Pietro di Bovara - due fratelli, frati del Monastero di S. Pietro di Bovara. - figurano nominati nel noto manoscritto di cui all'abate Rugiero, viene contestata la nomina ad Abbate. (vedi).
Egidii Amicelli 1225 - Trevi - "Castiglonum de Trevii" -" filii Egidi Amicelli - sono confinanti con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Egidij   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lomb. Albricono d.ñi Egidij - figura nel msc. 25 Marzo 1260,Rag. Fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidio Henrici 1260 - Trevi - Capitaneo Egidio henrici - figura nl msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidio Ascarelli 1260 - Trevi - Capitaneo Egidio Ascarelli - figura nel manoscritto del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidio Phylippi 1260 - Trevi - Capitaneo Egidio d.ñi phylippi . Figura nel noto msc. Del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidio Massei 1274 - Trevi - Egidio d.ni Massei - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274,Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contemplante anche la restitituzione di 74 prigionieri trevani. - Fumi, doc. ined. per la Storia Umbra, Foligno, 1879,pag. 332.
Egidio Arnaldi 1260 - Trevi - "judice" - presenzia alla firma del msct. 25 Marzo 1260. Reg. fogl. 49 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto.
Egidio dominus 1201 - "Matigia de Trevi" - msc. n° 12 del Dic. 1201 - "Benamilis di Attone rinuncia a favore del dompnus Egidio alla proprietà di una terra in Matigge, che i rispettivi padri avevano acquistato da Giovanni di Azzone, e rilascia quietanza…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 16-17. - Fra i confinanti con detta terra: ecclesia Sancti Donati, Franconus, Grimaldus.
Egidio Vivieni 1226 - Trevi - "Sassum Manciani di Trevi" - msc. 120 del 30 Genn. 1226 - "Egidio del fu Vivieno, vende a Tardone di Berardo la metà di un terreno a vigna, posseduto pro indiviso con i figli di Manente, sito nelle pertinenza di Trevi in località Sassum Manciani" - in Le Carte...Sassovivo, vol.VI°. De Luca, 1976, pag. 181-182 - come confinante è citato Ofreducius Bernardini. Testimoni sono: Saracenus Ursi, Bonaventura Bonafidei, Paulus Adiuturi.
Egidius Talionassi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. E' nell'elenco dei Lambardis Castroritaldi, ma anche come testatore del documento come "syndicus et procurator Lombardorum de Castroritaldi".
Egidius Theballi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidius Massucii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Egidius Bartholi 1260 - Trevi - Notaio a Trevi - figura come notaio nel manoscritto del 25 Marzo 1260, del Reg. fogl. 49, dell'archivio antico del comune di Spoleto, relativo alla federazione di Trevi con Spoleto, e trascritto in Sansi, documenti ined. ecc, Foligno 1879,pag. 312-314.
Egidius   1228 - Trevi - patronimico dei fratelli Manens e Angelus Egidii. Vedi.
Egidius Vivieni Bonicomitis 1225 - Trevi - "Castiglonum de Trevi" - msc. 105 del 12 Ago: 1225 - "Egidio di Vivieno di Buonconte, con il consenso del figlio Manente, vende a Tardone di Berardo, ad Angelario di Gualfredo ed ai fratelli di quest'ultimo, la parte sua di un feudo sito presso Trevi, in località Castiglonum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. VI°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 161-162 - il terreno in precedenza era condotto da Arculanus e sua fratello, dai figli di Albertus Amici e da Tardonus.- I confinanti sono: Bernardo, donnus Quido, Veiaronus, Michael Odorisii, Angelarius, Fulingnonus Rucii, Ofreducius Bernardini. filius Marini, dominum Masseum - Testi sono: Gualfredo Marini, Scangno Teuci, Bretulto Transuri, Astolese, Matheo Quiducii. - Notaio è Henricus. - L'atto è rogato a "Fractam episcopi" di Trevi.*
Elpini   1226 - Castroritaldi - patronimico di "Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum". Nel msc. del 15 Sett. 1226, in Fumi, Doc. Inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.
Elpinus (Rodulphi Elpini) 1226 - Castroritaldi - figlio di Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum. Nel manoscritto datato 15 Sett. 1226, in Fumi, Doc. Inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.
Enricus   1371 - Ponaria ? - Enricus de Ponaria, Podestà Vicario di Trevi nel 2° semestre dell'anno 1371 -(carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, nella Biblioteca Augusta di Perugia .*
Enricus presbiter 1149 - Curtis Beroide - msc. 144 e 145 del Marzo 1149 - "Enrico prete e Transarico chiedono all'Abate di Sassovivo Michele di concedere la terza parte di ciò che il Monastero possiede a Beroide, ad eccezione degli uomini e della terra appartanenti ai valvassori di detto luogo". - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2° a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 169-171 .
Ernio abate 1281 - S. Pietro di Bovara - abate del monastero di S. Pietro di Bovara, dal 1281 al 1295., Vedi anche Rugiero abate).
Falgellus Acturi 1199 - Beroide - msc. 179 del Ott. 1199 - "Flagello Acturi riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo, quattro modioli di terra a Beroide ecc…" - in Le Carte dell'Abbazia di S.Croce di Sassovivo, vol 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 220 - lo stesso è teste nel msc. successivo n°. 180.*
Fantebonus centris   1254 - Castroritaldi - patronimico di Beatricis Fantebonus - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Filippuccio Baglioni 1323 - Trevi - Podestà a Trevi - Perugino - v. Nataluccu pag. 480
filius Anglis Attoni 1274 - Trevi - filius Anglis Attoni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrive la richiesta di pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. Si trova in prigionia con suo padre Anglis Attoni (nel msc. 5° riga).
Fillizane   1299 - Castroritaldi - patronimico di Thome Fillizane - vedi.
Flagello Attone di Litaldo 1216 - Beroite - msc. 45 del 26 Agos. 1216 - " Nicola Abate di Sassovivo dichiara di ricevere da Flagello di Attone di Litaldo, che rappresenta anche i fratelli Offreduccio e Pietro, la somma di dieci soldi lucchesi, per canone trentennale di due terre in Beroite...." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 53-54 -
Flagellus Actonis Litaldi 1199 - Beroite - "Flagellus Actonis Litaldi" - msc. 176 del 7 Ott. 1199 - per curiosità del nome - è teste che presenzia alla stesura di un manoscritto -
Flagelus Actonis 1211 - Castrolitaldi - I fratelli Flagelus, Ofreducius e Petrus Actonis sono ricordati nella Cartula,c:58,231,1211 aprile 19, quietanza dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, per l'affitto di un pezzo di terra. Si trova nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curato da Capasso,R., edita dal Boll. Storia Patria Umbra, Perugia,1967, a pag. 132.
Folingno-nus Rucii 1225 - "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Franca   1103 - Trevi - Mungnole di Trevi - Moglie di Rodolfo Adami - vedi - con il marito vende un terreno .
Francesco di Simone Manenteschi 1400 - Trevi - personagio ricordato per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano nel 1400, assieme al padre Simone Manenti ed suoi fratelli Vicorbano, Tomasso, e Giovanni Manenteschi, fino a quando furono tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci. (Dorio ed altri in "Historia Trinci" e Natalucci,opera citata c. 1114-1115). Soldato di Braccio da Montone - Padre di Giovanni, Trincia, Aloisio e Ladislao Manenteschi. Il Trincia Trinci, era stato ucciso da Ser Pietro di Ser Pasquale da Rasiglia, Castellano di Nocera. Negli eccessi punitivi successivi, compiuti da Corrado Trinci, furono poi coinvolte ed uccise circa trecento persone. Vedi anche Simone Manenteschi.
Francesco Piccinini 1438 - Trevi - Francesco Piccinini - che governava Trevi nel 1438 - v. Natalucci cart. 734.
Francesco   1420 - Trevi - Podestà a Firenze nel 1420 - v. historia fiorentina di S. Ammirato, f. 985 e Natalucci, c. 1073.
Francesco Angeli Mugnonii 1447 - Trevi - Notaio a Trevi, Norcia, Cascia - Giudice in vari Comuni - Podestà a Matelica - v. Natalucci c. 1073-1074.
Francesco Maria episcopus 1407 - Trevi - Francesco Maria, Vescovo di Viterbo, "locotente" (sic) - generale (governatore) in Trevi nel 1407 - v. Natalucci cart.738.
Francesco San da Assisi 1214 - S. Pietro di Bovara - fino a 20 anni era Giovanni di Pietro Bernardone - Un curioso episodio in Toccaceli, Monica,"Abbazie lungo le vie dei Romei;S. P. di Bovara", in Boll. Stor. Città di Foligno, XX, 1996,pag. 760-761 riporta un brano di precisate antiche fonti francescane. San Francesco si ferma nella notte a Bovara per riposare. Tutto era distrutto e disabitato prob. per il sacco di Trevi da parte di Diepoldo, Duca di Spoleto (vedi);viene ricordato che "entrato in chiesa per riposarvi, sostenne una lotta titanica contro lo spirito del male", riconducibile alla decadenza di quella comunità monastica. - vedi anche Theopoldus di Vohburg. Ricordato anche da Natalucci, Historia universale,Foligno 1985, pag. 157.*
Francesconi Barilis 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Francescono Bartholi 1260 - Trevi - Capitaneo Francescono Bartholi - figura nell'elenco del msc. 25 Mar.1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio ant. Del Comune di Spoleto.
Francescono Transarici 1260 - Trevi - Capitaneo Francescono Transarici - figura nel msct. Del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Francescono Angeli 1260 - Trevi - Capitaneo Francescono d.ñi Angeli - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Francescono Jacobi 1260 - Trevi - Capitaneo Francescono d.ñi Jacobi - figura nell'elenco el msc. 22 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto
Franciolo di Franciolo Giovanni 1372 - Trevi - Vedi Giovanni di Franciolo di Franciolo.
Francisco Massiolo 1323 - Giano - "Jano" - Procuratore del Comandante di Giano, viene punito dal Rettore del Ducato di Spoleto, perché non era intervenuto militarmente contro Castelritaldi. - Fumi,Reg.Ducato Spoleto, in Boll. Storia Patria Umbria, vol.V°, n° 45, pag. 262.*
Francisco Bonilli 1346 - Trevi - inviato come ambasciatore a Perugia, per riconciliazione con Spoleto - Fumi-Reg.Ducato Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.VI,1900,cap. XVII, n°45 (pag. 262)
Francisconi   1338 - Castrolitaldi - patronimico di Gentile Francisconi (vedi).
Franciscum Leonilli 1348 - Trevi - vittima di insulti da parte di Andreuccio Marci - vedi Fumi, Reg. Duc. Spol.,in Boll. St. Patria Umbra, vol.VII,1901, cap. XVIII,n° 14, (pag. 58)
Franco   1103 - Mungnole de Trevi - msc. 146, Marzo 1103 - è uno dei confinanti (senza altre indicazioni) di un terreno venduto da Rodolfo Adami (vedi).
Franco   1122 - Trevi - Campolungo di Trevi - msc.46 del Ott. 1122 - è indicato come confinante di un terreno venduto - patronimico non riferito.
Franconis   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa ! con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - è uno dei confinanti con la terra venduta.*
Franconus   1157 - Matica di Trevi - msc. 183 del Genn. 1157 - senza indicazione di patronimico - e' uno dei confinanti con il terreno che viene venduto - vedi Massaia Alberti - 1157.
Franconus   1201 - "Matigia di Trevi" - msc. n° 12 del Dic. 1201 - "Benamilis di Attone rinuncia a favore del dompnus Egidio alla proprietà di una terra in Matigge, che i rispettivi padri avevano acquistato da Giovanni di Azzone, e rilascia quietanza…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 16-17. - Franconus, senza riferito patronimico, è uno dei confinanti con detta terra.
Gabrielli   1358 - Gubbio - eventuale sostituto Podestà di Trevi nel secondo semestre del 1358 - Podestà fù Jlanus de Morano de Mutina (vedi) - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, conservato presso la biblioteca Augusta di Perugia).*
Galgani   1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc.inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Galganus Phyvectorij 1254 - Castriritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Galgiardes Lessi 1368 - Orte - E' Podestà vicario e procuratore di Trevi nel 1° semestre del 1368 - Podestà è Martino Laurentiis de Baracactis de Montemelino (vedi) .*
Garofoli   1319 - Trevi - patronimico di "fr. Giullemo Garofoli de Trevio" : vedi.
Gattarelli   1260 - Trevi - patronimico del padre di Jacopo Johannis Gattarelli - vedi.
Gemine   1274 - Trevi - patronimico di Rainuczius Gemine - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiede pacificazione defitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - (patronimico dubbio).
Gennaro Kera 1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa ! con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - confinano con detta terra: terra Oderisii Viviani, Goconis, Franconis, Berarducii et Adiutoli.*
Gentile Mathei 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. S. Croce di di Sassovivo,vol. VII°. a cura di Petronio Niccolai,1974,pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari ( Becio, pres. anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Gentile Francisconi 1336 - Castrolitaldi - "cum Jacobo Palunbriti de Castrolitaldi ... solventibus pro ipso Comune, .." - Fumi, Reg. Duc. Spol, in Boll.S.P.U.,vol. IV,1900, cap. V,n° 68, (pag. 52) .
Gentile Tornaguerre 1227 - "Cagaja di Trevi" - "Gentile Tornaguerre de Galiole" - Testimone alla redazione di un'enfiteusi . Ev. vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Gentilecti   1350 - Trevi - patronimico di Stefanone Gentilecti, ucciso da Vannicto Jaohannis Venuttoni (vedi).
Gentili   1390 - Trevi - antica famiglia trevana, da Pettino di Trevi,"nella cui balia avevano torri e fortilizi….dove nei secoli passati possedevano delle torri" in Natalucci, op. citata, pag. 772-773, c. 1148)
Gentilis   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo henrico Gentilis - figura nel msc., Arch. Ant. di Spoleto, datato 25 Marzo 1260, Reg. 49 e 48 dell'arch. Antico del com. di Spoleto.
Gentilis   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Matheo gentiliis - figura nell'elenco del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto. vedi anche Cap. Averardo Gentilis.
Gentilis   1274 - Trevi - patronimico di Gozzo Gentilis - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274, Memoriale n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Terni e Spoleto dopo i fatti di Cammero e Orsano, contempl. anche la restit. di 74 prigionieri trevani - Fumi, doc. ined.,pag. 332.
Gentilis Petri Zeni 1274 - Trevi - Gentilis Petrii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga). Ha lo stesso patronimico di Jacobus Petri, anch'egli nell'elenco - vedi.*
Gentilis Actamani 1274 - Trevi - Gentilis Actamani - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga). E' in prigionia con il figlio - vedi Tomaxitua Gentilis Actamani.
Gentilis   1274 - Trevi - patronimicus di Petronius Gentilis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 -(Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Gentilis   1161 - Trevi - "Via da Matige a Trevi - patronimico non indicato - msc. 205 del Febbr. 1161 - "Rinaldo vende al Monastero di S. Croce, in persona di dom. Raino, una terra in località da la Via da Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 236 - E' uno dei confinanti con detta terra. Vedi Rainaldo 1161 Trevi.
Gentilis Ascari 1180 - Trevi - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" -in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 3° vol., a cura di Capasso, Olschki, 1983. pag. 74-76 - fra i molti confinanti di quelle terre: Grimaldo, filii Landrini, Karisi, Flumem Mortum, Adamo, Raino.*
Gentilonus Stornulu 1274 - Trevi - Gentilonus Stornulu - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga).
Georgio Henrici 1260 - Trevi - Capitaneo Georgio henrici - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Georgius Henrici 1226 - Orsano - Mascari di Orsano" - msc. n° 154 del 15 Ott. 1226 - "Artenisio di Federico, e Giorgio del fu Enrico suo nepote refutano…..un manso a Mascari in terr. di Orsano, in favore di Rodolfo, Agresto e Ofreduccio, per….." - in Le Carte di….Sassovivo, vol VI°, de Luca, Olschki Firenze, 1976,pag. 225-226 - "actum ante ecclsiam Sancti Miliani in castrumTrevi" - testimoni :Martino consule Trevii, Munaldus Abuiamontis, Rodulfo, Johanne Amidei, Miliano, Bardonis, Saraceno.
Gerardi iudex 1213 - Trevi - "Gerardi iudex" - "ego Gerardus ex delegatione domini Egidii baiuli ducis" - msc.208 del 1 Ott. 1213 - "Causa fra Talionasso,in nome della figlia Castellana, per la separazione (probab. per decesso) fra lei ed il marito Gerardo di Todino. Viene affidata ai magistrati di Trevi (vedi Gerardi iudex)" - in Le Carte dell'Abbazia di s: Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976. pag. 328-330 - Presenziano : Iacobi Beraldi, Gualterii Gualterii, e dominus Guocius.
Gerardo Todini 1213 - Trevi - "Gerardo Todini è il marito di Castellana" - msc.208 del 1 Ott. 1213 - "Causa fra Talionasso, in nome della figlia Castellana, per la separazione (probab. per decesso) fra lei ed il marito Gerardo di Todino. Viene affidata ai magistrati di Trevi (vedi Gerardi iudex 1213)" - in Le Carte dell'Abbazia di s: Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976. pag. 328-330 -
Gerardoni   1274 - Trevi - patronimico di Gilietus Gerardoni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). -msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - .
Gerardus iudex 1231 - Trevi - "Gerardus iudex ordin. et communantiae Trevii"- E' parte attiva in un msc. del 18 Luglio 1231, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°,a cura di Giovanna Petronio Nicolai,1974,pag. 254-255. Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi: Teballo Rainerii, d.no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine - vedi anche questi.- Figura anche nella annotazione del 18 Luglio 1231, in cui multa Bonifacio Alcherii : vedi.
Geronimi Ugeri 1227 - "Cagaja di Trevi" - "filli Geronimi Ugeri" - confinanti di un terreno dato in enfiteusi . Ev. vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Giacomo Gabrielli 1358 - Gubbio - eventuale sostituto Podestà di Trevi nel secondo semestre del 1358 - Podestà fù Jlanus de Morano de Mutina (vedi) - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, conservato presso la biblioteca Augusta di Perugia)
Gilberto Gualfredi 1338 - Castelritaldi - castellano di Castelritaldi - vedi Cesare Ritaldi e Gualfredi.
Gili   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - confinano con detta terra: terra Oderisii Viviani, Goconis, Franconis, Berarducii et Adiutoli
Gilietus Gemidoni 1274 - Trevi - Gilietus Gerardoni - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - .
Giligitto Bartholi 1295 - S. Pietro di Bovara - vedi Rugiero, di Giligitto, di Bartholo, di Dialto. - vedi .
Gilii   1274 - Trevi - patronimico di Rainoctius Gilii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Gilii Saxi 1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "Rainaldus et filia Gilii Saxi" (saranno coniugi !) - sono confinanti con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi:
Gilijcti   1337 - Castelritaldi - patronimico di Vannuccio Gilijcti (vedi).
Gilio   1157 - "Matica de Trevi" - msc. n° 183 del Genn. 1157 - "Massaia. Insieme col padre e con il consenso di suo marito, vende a Egidio ed a Matilde parte di una terra sita nel Ducato di Spoleto, località Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°. a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 211-212 - confinano con detta terra : filii Ugonis, Benedictus e Franconus.
Gilio   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non è indicato il patronimico - In Le Carte dell'Abbazia di S: Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 79 - fra i vicini confinanti sono indicati: filii Raineri, Orbene et Berardo, chiesa di Sanctus Stefanu.
Gilio Todini 1231 - Trevi - cittadino di Trevi che ha prestato servizio in armi a favore di Orvieto -in Fumi Luigi -Codice diplomatico del Comune di Orvieto, Firenze, 1884, p. 132. Vedi anche: Guglielmo Gualterii, Pietro Ranaldo, Martino Johannis e Giovanni Leonardi
Giliolo Mathei 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Giliolo d.ñi mathei - figura nel mns. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Gilioni   1299 - Castelritaldi - patronimico di Ranaldo Gilioni e di Angelicto Gilioni - prob. fratelli - vedi.
Gilius Alberti 1274 - Trevi - Gilius Alberti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga) - *.
Gintoni Dunani 1274 - Trevi - Gintoni Dunani - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga). (nominativo dubbio).*
Giovanni priore 1295 . S. Pietro di Bovara - Don Giovanni è Priore del monastero di S. Pietro di Bovara, quando è abate Rugiero (vedi).
Giovanni Manenteschi 1400 - Trevi - personagio ricordato per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano nel 1400, assieme al padre Simone ed ai fratelli Vicorbano, Francesco e Tomasso Manenteschi, Poi saranno tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci, che voleva vendicare la morte del fratello Trincia. (Dorio ed altri in "Historia Trinci").
Giovanni Francioli di Franciolo 1372 - Trevi - Sindico e procuratore di Perugia nel 1372 (Dorio, Memorie dell'UmbriaU e Natalucci c. 1079).
Giovanni Leonardi 1232 - Trevi - Viene rimunerato dal Comune di Orvieto per una prestazione militare, unitamente a Guglielmo Gualterri, Pietro Ranaldo, Gilio Todini e Martino Johannis (vedi). Sono citati in Fumi Luigi, codice diploòatico del Comune di Orvieto,Firenze, 1884, pag. 132.*
Giovanni Meluzzi 1395 - Trevi - Podestà a Cascia nel 1395 . V. Natalucci c. 1079.
Giovanni Centorelli 1119 - Flamignano e Padule di Trevi - msc. n° 31 del Mag. 1119 - "Johannes de Centorellu" - " Giovanni, figlio di Centorello e sua moglie Rustica, donano pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo, in persona di Alberto Abate, tutto ciò che possiedono in Territorio di Trevi...nonchè la terra che hanno assegnato alla figlia Berta, se questa rimarrà senza eredi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 38-39.
Giovanni Simone Manenteschi 1399 - S. Pietro di Bovara - abbate del Monastero di S. Pietro di Bovara nel 1399 - citato in msc - in Natalucci Durastante, Storia di Trevi, Foligno, 1985, c.1034.
Giovannitti   1420 - Matigge - patronimico dei Manentilli traferitisi a Mattige . Vedi anche Manenteschi e Manenti.
Girado Berta 1085 - Trevi - Vaganu di Trevi - msc. n° 33 - datato Febbr. 1085 - "Gerardo prete, figlio di Berta, dona al Monastero di S. Croce una terra in Vaganu, gastaldato di Trevi" - "gastaldato Tirebiatino" - Gerardus presbiter è figlio di Accardi (prob. deceduto) - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I°, a cura Cencetti, Olschki, Firenze, 1973,pag. 54 - Vedi anche Pecu nepoti, confinanti con detta terra.
Girardus iudex 1223 - Trevi - msc. n° 40 del 7 Dic. 1223 - "In seguito alla lite fra Giacomo, tutore di Giovanni da una parte e Paolo dall'altra, circa il contrastato possesso di due terre a Grole……..Gerardo giudice di Trevi esenta Paolo da ogni richiesta della parte avversa" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 6°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 66 -
Girolomo abate 1265 - S. Pietro di Bovara - abate del monastero di S. Pietro di Bovara dal 1265 al 1281. ( vedi anche Raniero, I° abate e Rugiero, 1295).*
Giuliano Andreoli 1421 - Trevi - monaco ricordato per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano e del monastero di S. Pietro di Bovara nel 1400 assieme a Simone Manenti ed ai fratelli Francesco, Giovanni, Vicorbano e Tomasso Manenteschi, fino a quando furono tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci. (Dorio ed altri in "Historia Trinci").
Goconis   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbaziadi S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - è uno dei confinanti con la terra venduta.
Goctofredus Ofreducii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. (Prende il nome da "Gothiphredo Bolliono Lotharingiae Comite Christiani exercitus contra Turcas ductore, anno domini millesimo nonagesimo nono" : in volgare Goffredo da Buglione).
Gonzus Bonaventure 1274 - Trevi - Gonzus Bonaventure - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - .
Gozi dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Jacobo gozi - figura nel mns. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48. E' anche il patronimico, Gozu, di un trevano che chiede pace definitiva con Spoleto. - vedi.
Gozu   1274 - Trevi - patronimico di Jacopus Gozu - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto.- vedi il Cattaneo Lombardo Jacopo Gozi, che dovrebbe essere la stessa persona.
Gozzo Gentilis 1274 - Trevi - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274,Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto dopo i fatti di Cammero e Orsano, contempl. anche la restituzione di 74 prigionieri trevani. - Sansi, doc. ined.,pag. 332.
Graziano abate 1198 . S. Pietro di Bovara - IV° abate del monastero di S. Pietro di Bovara- abate dal 1198 al 1217 (vedi anche Raniero, I°abate, e Rugiero abate).
Gregorii   1299 - Castelritaldi - patronimico di Benadatto Gregorii - vedi.
Gregorij   1254 - Castrolitaldi - patronimico di Raynerius Gregorij - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Gregorio Raynaldi 1338 - Castrolitaldi - multa del Rettore del Ducato di Spoleto, "a mag. Gregorio Raynaldi de Monteleone, solventi pro Comunis Trevii, quia non venerunt in exercitum contra Sellani et Mevali". - Fumi Reg. Duc. Spoleti ,vol. VI, 1900, cap. V,n° 70, pag. 52.
Gregorio Marinelli 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Gregorius Hormani 1274 - Trevi - Gregorius Hormani de Tudeno.- E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano nel 1274- Sansi, docum. ined. P. St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Grimaldo   1180 - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 3° vol., a cura di Capasso, Olschki,1983, pag. 74-76 - fra i molti confinanti di quelle terre: Grimaldo, filii Landrini, Karisi, Flumem Mortum, Adamo, Raino, vedi ev. Roberto 1180 Trevi.
Grimaldus   1201 - "Matigia di Trevi" - senza patronimico - msc. n° 12 del Dic. 1201 - "Benamilis di Attone rinuncia a favore del dompnus Egidio alla proprietà di una terra in Matigge, che i rispettivi padri avevano acquistato da Giovanni di Azzone, e rilascia quietanza…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 16-17 - Grimaldus è uno dei confinanti con detta terra.
Gualfredi   1338 - Castelritaldi - patronimico di Gilberto Gualfredi, castellano di Castelritaldi (vedi anche Cesare Ritaldi).
Gualfredo Manentis 1195 - Trevi - fondatore in Trevi della famiglia Manenti (vedi ).
Gualfredo Marini 1225 - "Castiglonum de Trevi" - testimonio ad un atto steso a Fracta Episcopi di Trevi - vedi Egidio di Vivieno oppure Angelario Gualfredi.
Gualfredono   1228 - Trevi - senza indicazione di patronimico. E' nominato in una cartula in cui : "Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi,(nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato da Petronio Nicolai Giovanna, in Le Carte del Mon. S. Croce di di Sassovivo, 1974, VII, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii" - alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari . Per il 2° lo stesso Becio, e poi Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Gualteri   1321 - Trevi - patronimico di Raynuccio Gualteri.
Gualterii   1231 - Trevi - patronimico di Guglielmo Gualterii - vedi.
Gualterii Gualterii 1213 - Trevi - presenzia con altri ad un giudizio di Gerardi iudex (senza patronimico) - con lui presenziano Iacopo Beraldi e dominus Guocii - vedi Talionassus 1213.
Gualtieri   1106 - Padule di Matigge di Trevi - patronimico di Ugo Gualtieri che dona un terreno all'Ospeale di S.Croce in Matigge (vedi).
Guarnerio   1228 - Trevi - Senza indicazione di patronimico - "Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi (come nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. S. Croce di di Sassovivo,vol VII°, a cura di Petronio Niccolai,1974, pag. 33-34), ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii" alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari ( Becio, pres. anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Guglielmetto medicus 1394 - Trevi -medico pagato dalla Comunità di Trevi - ebreo - v. Natalucci c. 812.
Guglielmo Gualterii 1231 - Trevi - Nel Fumi, Codice diplomatico di Orvieto,pag. 132, 21 Giugno 1231, msct.CXCVIII: "…Guglielmo "Gualterii, Pietro Ranaldo di Trevi (rilasciano quietanza)…..occasione servitii quod fecerunt comunitati, et quia venerunt…cum equis et armis".
Guido   1157 - Trevi - msc. 184 del Apr. 1157 - "Michele Abate di Sassovivo, dà in pegno a Maio,Pietro, Guido e Berardo una terra in Comitati di Foligno, località Trevi, per cento soldi che egli impiega a saldo di un debito" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 212-213 -
Guidone Raynerii 1305 - Trevi - "domino Guidone domini Raynerii de Montone, iudice et vicario Communis Trevii" - in msc. del 25 Apr. 1305 Sassovivo 3741,in Le Carte…Sassovivo, vol.VI, pag. 286,nota. .Sono testimoni della redazione del msc. "actum in palatium communis Trevii" : Ugolino Ufreduccicti. Iacopicto Johannis, Vannillo Johannoni de Trevio - Vedi anche Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Guilielmi   1228 -Trevi - patronimico di Petrus Guilielmi .Vedi Manens ed Angelus Egidii
Guilielmo   1109 - "Tribiu Merdaio" - msc. 47 del Nov. 1109-1122 - "Guglielmo vende ad Alberto Abate di S. Croce una terra in Tribiu Merdaio…" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo vol. 2°, a cura di De Donato,Olschki,Firenze 1975, pag. 59 - sono confinanti con quel terreno Berardo,terra di S. Croce e la canonica di S. Feliciano.
Guillelmo Garofoli 1319 - Trevi - "fr. Guillelmo d. Garofoli de Trevio olim Inquisitori". Nominato in un msc.n°1, del 13 Febbraio 1319 relativo all'esazione di decime, trascritto da Fumi, ne' I Registri del Ducato di Spoleto, in Boll. Storia Patria Umbra, vol, VII, 1901, Appendice I, pag. 76.
Guocii   1213 - Trevi - presenzia con altri ad un giudizio di Gerardi iudex (senza patronimico) - con lui presenziano Iacopo Beraldi e dominus Guocii - vedi Talionassus 1213.
Henrici   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Georgio henrici - figura nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Henrici   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Egidio henrici - figura nl msc. datato 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49..
Henrici   1274 - Trevi - patronimico di Jacobus Henrici - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Henrici   1274 - Trevi - patronimico di Cagnarunus Henrici - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Henrico Gentilis 1260 - Trevi - Capitaneo henrico Gentilis - figura nel msc. Arch. Ant. di Spoleto, datato 25 Marzo 1260.
Henrico Frederici 1220 - Trevi - teste ad un giudizio del giudice Martini . Vedi Martini iudex.
Henricus notaio 1225 - Trevi - Atto redatto a Fracta Episcopi di Trevi - vedi Egidio di Vivieno di Buonconte oppure Angelario Gualfredi oppure Tardonis Berardi.
Heremita abate 1258 - S. Pietro di Bovara - abate del monastero di S. Pietro di Bovara dal 1258 al 1265.
Hermannus Jacobi Oliverii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Hermanus Jacobucii 1274 - Trevi - Hermanus Jacobucii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).
Hofreducii   1228 - Trevi - patronimico di Criseo Hofreducii , o Ofreducii : vedi.
Hormani   1274 - Trevi - patronimico di Gregorius Hormani de Tudeno.- E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orsano nel 1274 - Sansi, docum.ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274,nel Memoriale, fogl. 66 dell'archivio ant. del Comune di Spoleto.
Iacobi Beraldi 1213 - Trevi - presenzia con altri ad un giudizio di Gerardi iudex (senza patronimico) -con lui anche Gualterii Gualterii e dominus Guocii - vedi Talionassus 1213.
Iacobo Guidoni 1204 - "palude Trevii" - msc. n° 37 del febb. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…., dà in pegno a Paolo di Berardo una terra nella palude di Trevi,…..che era stata ottenuta a sua volta da Giacomo di Guido" - Fra i confinanti Tebalducio Rainucii e l'ecclesia di S. Pietro. - Giacomo di Guido è il precedente garante -
Iacobo Pauli 1227 - Canniviole di Trevi - testimone al rogito notarile - vedi Jacopo Martini Macii .
Iacobo Tornaguer-re 1227 - Cagaja di Trevi -"Iacopo Tornaguerre de Galiole" - Testimone alla redazione di un'enfiteusi . Eventualmente vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Iacobus Guidi 1203 - Vallis Collecle de Trevi - msc. 28 del 24 Aprile 1203 - "Giacomo di Guido….dà in pegno a Paolo di Berardo, la metà di una vigna,…sita in Vallis Collecle ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenxze, 1976, pag. 36-37 - vedi nota: Vallis Collecle corrisponde all'attuale Collecchio, poco a Nord di Trevi.
Iacopo Arnolti 1228 - Trevi - Iacubus Arnolti è il marito di Bellitia (vedi). Nel msc. datato 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,val VII°, a cura di Petronio Niccolai,1974,pag. 41-42, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi. Sono testimoni Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Ianuario Bernerduri 1228 -Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Monastero di S. Croce di di Sassovivo, vol. VII°, a cura di Giovanna Petronio Niccolai,1974,pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii. Ciò alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari ( Becio, pres. anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Ilanus de Morano 1358 - Mutina- Ilanos o Ylarius de Morano de Mutina - Podestà di Trevi nel secondo semestre del 1358 - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 conservato nella biblioteca Augusta di Perugia).*
Ilarius Ranutidi 1274 - Trevi - Ilarius Ranutidi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). (patronimico strano e dubbio).
Intracorte   1299 - Castelritaldi - Patronimico di Nicolao Intracorte - vedi.
Iohanne Acconis 1201 - "Matigia di Trevi" - msc. n° 12 del Dic. 1201 - "Benamilis di Attone rinuncia a favore del dompnus Egidio alla proprietà di una terra in Matigge, che i rispettivi padri avevano acquistato da Giovanni di Azzone, e rilascia quietanza…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 16-17. - Fra i confinanti con detta terra: ecclesia Sancti Donati, Franconus, Grimaldus.
Iohannis   1274 - Trevi - patronimico di Severinus Iohannis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Iohes Danielis 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ionathats Rainerii 1139 - Raio in Padule Treviano - msc. n° 101 del Lugl. 1139 - " Gionata prete, figlio di Ranieri, dona pro anima, al Monastero di S. Apollinare……una terra in località Raio di Padule Treviano" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 124-125 - Vedi anche i seguenti confinanti : Bonuscomes Tebaldi, Rando Bernardi, Benedictus Petri e Rodolfo Albricis.
Iovani   1091 - Matigge - "li filii de Iovani" - senza altra indicazione - i Figli di Giovanni, sono i confinanti di un terreno oggetto di una donazione: vedi "Petru de Acto - 1091".
Jacobi Manentis 1260 - Trevi - Capitaneo Jacobi Manentis - nel msc. Datato 25 Marzo 1260, nell' Antico archivio di Spoleto.
Jacobi dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Francescono d.ñi Jacobi - figura nell'elenco del msc. datato 22 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto
Jacobi   1274 - Trevi - patronimico di Ricunius Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani nominati e che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga).
Jacobi   1274 - Trevi - patronimico di Stephanus Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga).
Jacobi   1274 - Trevi - patronimico di Teotedexi Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrivono una petizione per una pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga). Fra costoro ve ne sono quattro con il patronimico Jacobi)
Jacobi   1274 - Trevi - patronimico di Ventura Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga). Fra i captivi ve ne sono quattro con il patronimico Jacobi).*
Jacobi Oliverii 1254 - Castroritaldi - patronimico di Hermannus Jacobi Oliverii - fig. nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giu. 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Jacobi Theodini 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Jahnocto Jacobi Theodini - figura in mns. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Jacobi Vivieni 1254 - Trevi - patronimico di Johannes Jacobi Vivieni - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Jacobicto Mathei 1260 - Trevi - Capitaneo Jacobicto d.ñi Mathei - figura nel msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Jacobini   1299 - Castriritaldi - patronimico di Palmicto Jacobini - vedi.
Jacobo Bartholi 1320 - Spoleto - magister - olim Vicario Normandie - Fumi -Reg.Ducato Spoleto, in Boll. St. Patria Umbra, vol.III,1897, cap. I, n° 50 (pag. 506)
Jacobo Palumbriti 1338 - Castrolitaldi - multato dal Rettore del Ducato Eccl. perché "cum Ser Gentili Francesconi, solventibus pro ipso Comunis, quia in exercitum non venerunt bene muniti". - Fumi, Reg: Duc. Spoleti, in Boll. Storia Patria Umbra,vol. IV, 1898, cap.V,n° 68,(pag. 52).
Jacobo Guidoni 1204 - Vallis Collecle de Trevio - msc. n° 43 del 1 Nov: 1204 - "Nevaria di Saraceno a garanzia…dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita in Valle Colleccle di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°. A cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 -
Jacoboni   1274 - Trevi - patronimico di Tomaxitus Jacoboni - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) - *
Jacobonus Nichole 1274 - Trevi - Jacobonus Nichole - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. -msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. Vedi anche Ranutionius Nichole.
Jacobonus Johannis Ranucii 1274 - Trevi - "Jacobonus filius Johannis Ranucii"- E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrivono una petizione per una pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga).*
Jacobucii   1274 - Trevi - patronimico di Hermanus Jacobucii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).
Jacobucius   1329 - Castroritaldi - in Fumi, Reg.Ducato Spoleto , I, 320 ( pag. 548)
Jacobum Simonis 1274 - Mevanie - (Bevagna) - "dom.num Jacobum d.ni Simonis...ambaxiatorem Comunis Mevanie", è nominato uno dei giudici per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.*
Jacobum   1223 - Trevi - msc. n° 40 del 7 Dic. 1223 - "In seguito alla lite fra Giacomo, tutore di Giovanni da una parte e Paolo dall'altra, circa il contrastato possesso di due terre a Grole……..Gerardo giudice di Trevi esenta Paolo da ogni richiesta della parte avversa - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 6°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 66 -
Jacobus Phylippi Vivieni 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'Inventario nell'archivio antico del Comune di Spoleto, trascr. Sansi, docum ined.ecc, pag. 297-299.
Jacobus Bonavolie 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Jacobus Petri 1274 - Trevi - Jacobus Petri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono una pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332) - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto.
Jacobus Nenaioli 1274 - Trevi - Jacobus Nenaioli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.
Jacobus Azi 1274 - Trevi - Jacobus Azi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga).*
Jacobus Henrici 1274 - Trevi - Jacobus Henrici - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Jacobutio Manentis 1380 - S. Biagio della Fratta - Trevi - ramo della famiglia Manenti trasferitasi a S. Biagio della Fratta e S. Donato di Buiano
Jacopi Beraldi 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Jaohanone Jacopi Beraldi - figura nel noto msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Jacopo Gozi 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Jacobo gozi - figura nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48 dell'antico archivio del Comune di Spoleto, in Sansi, memorie ined, ecc, Foligno, 1879, pag. 312-14.. Figura anche nel manoscritto "memoriale, fogl. 66", dell'archivio antico del Comune di Spoleto, come in Sansi, memorie ined ecc.,Foligno, 1879, nota a pag. 332. - vedi Gozi e Gozu.
Jacopo Johannis Gattarelli 1260 - Trevi - Jacopo Johannis Gattarelli - testimone alla firma del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto
Jacopo Martini Maçi 1227 - Cannaviole di Trevi - è il beficiario con il fratello Bonomo, di una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo su un pezzo di terra nella località Cannaviole. Il msc. è: LV, del 22 aprile 1227, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. Di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 44. In questo msc. figurano anche come confinanti: Berardus Matheii, Provatus Savini et filius Comparati, e filius Agelli, evid. di Cannaviole.
Jacopo Martini Macii 1227 - "Canniviole de Trevi" - msc. 187 del 22 Aprile 1227 - " Angelo, abate di Sassovivo, riconferma a Giacomo e Bonomo Martini Macii l'enfiteusi a terza generazione di cinque stai di terra in Cannaiola" - In Le Carte….di Sassovivo, De Luca, vol. VI, pag. 268-269 - sono confinanti del terreno : Berardus Mathei pro Monasterio, filius Agelli pro canonica Sancti Feliciani, Provatus Savini, ffilius Comparati - sono testimoni: Iacobo Pauli, Benencasa Saxi, Rainaldo Rodulfi Iaconi, Binello Rainucii, Angelo Tholomei.
Jacopo Benedictonis 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc.del 8 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportato da Petronio Nicolai Giovanna, in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, 1974, VII, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.
Jacopus Gozu 1274 - Trevi - Jacupus Gozu - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrivono richiesta di pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto - vedi anche il Cattaneo Lombardo Jacopo Gozi, che dovrebbe essere la stessa persona.
Jacubus Rainaldi 1274 - Trevi - Jacubus Rainaldi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).
Jahnocto Jacobi Theodini 1260 - Trevi - Capitaneo Jahnocto Jacobi Theodini - figura nel msc. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Jaohannis   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Martino d.ñi Jaohannis - figura nel noto manoscritto del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.* - vedi anche Martino Johannis, di cui a Luigi Fumi, codice dipl. di Orvieto, Firenze,1884, p. 132.*
Joannucio Angerelli 1337 - Castrolitaldi - "solvente a favore di Vannuccio Gilijcti de Castrolitaldi, accusato di di adulterio con Venetutia, consorte di Vannis Simonis di Montefalcone ecc."- Fumi- Reg. Duc. Spoleti, in Boll. St. Patria Umbra, vol.VI,1900,cap. IX,n° 24, (pag. 243).
Johanne Massaroni 1320 - Trevi - "Rettore eccl. S.M. de Pelano, in distr. di Trevi "-Fumi Reg: Ducato Spoleto, II,88 (pag. 128)- viene multato dal Rettore del Ducato di Spoleto, per adulterio con Nuta, moglie di Lippi di Foligno. *
Johanne Dialtoli 1321 - Trevi - Viena multato dal Rettore del Ducato di Spoleto : "monacho Sancti Petri de Bovaria dante pro se…et pro suo filio Ceccharello monacho, …pro excessibus commissis per eos".- Vedi in Fumi, Reg. Duc. Spoleti, vol. V (1899),n° 171, (pag. 133). *
Johanne   1333 - Montefalco - Composizione a favore di "Machoricto de Trevi, per excessibu commissis de ipso". Fumi, Reg. Ducato Spoleti,in BOLL. Storia Patria Umbra, vol.VI, 1900, cap. IV,n° 6, (pag. 38).
Johannes Jacobi Vivieni 1254 - Castrolitaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto,: vedi Sansi, docum. Ined Storia Umbra,pag. 297-299.
Johannes Bernardi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Johannes Boroini 1274 - Trevi - Johannes Boroini - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano nel 1274 - (Sansi, docum. ined. P. St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto - (patronimico dubbio).
Johannes Rocie 1127 -"Pecte di Trevi" - msc. 68 del Mag. 1127 - "Giovanni prete, figlio di Roccia, dona pro anima al Monast. di Sassovivo….la metà della Chiesa di S. Pietro sita a Trevi, località Pecte" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 84-85 -
Johannes Cebedei 1226 - "Fracta Gotii de Trevio" . È il confinante di un terreno in oggetto - vedi Clara Blasii .
Johannes Amidei 1226 - Trevi - "ante eccl, Sancti Miliani in castro Trevi" - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Johannes Andreuccioli Donati 1359 - Perugia - Podestà di Trevi nel 2° semestre del 1359 - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, presso Bibliotreca Augusta di Perugia)
Johannes Milani 1227 - Castilionum de Trevi - è un testimone alla vendita di un terreno - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Johannes Transerici Berardi 1227 - Trevi - Ventura, Richemannus e Johannes Transerici Berardi cedono una enfiteusi ottenendone un rimborso . Vedi Matheo, Marescotto o Ranuccio Actonis Tebaldi.
Johanni notaio 1324 - Castroritaldi - magister - notaio - inviato a Perugia per ambasciata - Fumi- Reg. Duc. Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.III, 1897,cap I, n°153 (pag. 521) e I, n° 155; e I, n°159 (pag. 522).
Johanni Petri 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Acto d.ñi Petri - elencato nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.
Johanni cichi corradii 1390 - Castroritaldi - "Joanni de cichu de corrado da Casteritalli" ,indicato fra i guelfi di Spoleto dal Parruccio negli Annali (vedi Sansi, doc. Ined., pag. 120 ed a pag. 123, riga 36) Poi, a pag. 132, 1° riga. L'abitazione dello stesso, in Spoleto, risulta essere stata devastata a pag. 168; poi è indicato come uno dei nobili esistenti in Spoleto nel 1417 (johanni de ciccu de currado de Castro Litaldi), e a pag. 170, riga 13 e annotata come residenza in Spoleto "de' Nobiles de Castroritalli".
Johanni Benadatti 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota. Prob. è il figlio di Benadatto Gregorii, che appare nello stesso msc.
Johannicti   1333 - Pissignano di Trevi - Patronimico di Simone Johannicti de Trevio - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Johannis   1323 - Jano - patronimico di Berno Johannis di Giano, nei Monti Martani (vedi).
Johannis   1321 - Trevi - patronimico di Ceccharello Johannis Dialtoli.
Johannis de Ruisio 1359 - Ruisio - senza patronimico - Podestà di Trevi nel 2° semestre dell'anno 1359 -(nel categgio Bartolini-Fabretti presso Biblioteca Augusta di Perugia).*
Johannis Dialti 1333 - Pissignano di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Johannis presbiter 1337 - Amelia - reverendo, che dà una assoluzione - vedi Fumi, Reg. Duc. Spoleto.in Boll. Storia Patria Umbra, vol.VI, 1900, cap.IX, n°24 (pag. 243).
Johannis Venuttoni 1350 - Porcara de Trevi - patronimico di Vannicto Jaohanni Vanuttoni (vedi) accusato di omicidio.
Johannis dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Passaro d.ñi Johannis - figura nel noto mnst. del 25 Mar. 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Johannis Venuttoni 1350 - Trevi - padre di Vannicto Johannis Venuttoni - vedi.
Johannis Petri 1209 - Cannaiola di Trevi - msc. 115 del 29 Agos. 1209 - "Nicola abbate concede in enfiteusi a Giovanni di Pietro una terra a Cannaiola, presso Trevi…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 177 - sono confinanti del terreno: Petrus Benedectonis, Filii Rainerii de Sindolfo, Bucarone. vedi anche Nichola abbate.
Johannis Marzi 1274 - Trevi - Johannis Marzi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 -(Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga).
Johannis   1274 - Trevi - patronimico di Sebastianus Johannis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto.
Johannis   1274 - Trevi - patronimico di Valterius Johannis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto.
Johannis Ranucii 1274 - Trevi - Johannis Ranucii è il padre dell'altro nominato Jacobonus filius Joli Ranucii (vedi) - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, assieme al figlio, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga).
Johannis Leonardi 1231 - Trevi - in Fumi, Codice Diplom. Di Orvieto, pag. 132, assieme a Guglielmus Gualterii ed a Pietro Ranaldo, da quietanza di ogni suo avere al Comune di Orvieto, per la sua partecipazione in armi a difesa di Orvieto.
Johannis Gattarelli 1260 - Trevi - patronimico di Jacopo Johannis gattarelli - vedi.
Johannito Andree Vivazani 1260 - Trevi - presenzia alla firma del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto.
Johannitus Phylippi 1274 - Trevi - Johannitus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 16° riga) - .(tre richiedenti hanno il patronimico Phyippi).
Johannono Vereteris 1260 - Trevi - Capitaneo Johannono Vereteris - figura nel msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Johanone Jacopi Beraldi 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Johanone Jacopi Beraldi - figura nel noto msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum ined. Storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Johanonius Buonoviri 1274 - Trevi - Johanonius Buonoviri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum.ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga)
Joli Acti 1323 - Castrolitaldi - Viene multato dal Rettore del Ducato di Spoleto : "pro perdita del Castello di Castagnola in Normandia" - in Fumi, Reg. Duc. di Spoleto, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.IV, 1898, cap.V, n°31 - (pag. 142) - vedi anche Zolo m. Petri.
Jolo Massei 1324 - Trevi - "de ecclesia S. Maria de pede de Trevio" - per violaz. dell'interdetto - vedi Fumi, Reg. Duc. Spoleti, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899,cap. II,n° 420 (pag. 163).
Juliani   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lamb. Rainaldeno Juliani - figura nel msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.
Justi   1299 - Castelritaldi - patronimico di Blaxio Justi - vedi.
Lambardi   1250 - Trevi e Castel del Poggio - usato anche come patronimico di cittadini di Trevi e di Castelritaldi. Signori anche del Castello del Poggio, presso Castelritaldi - vedi anche Cesare Ritaldi. Vedi anche Carlo Lambardi, filosofo., e Paolo Cardinale.
Landrini   1180 - Trevi - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" -sono i "filii Landrini" che nella zona avevano evidentemente altra terra.- vedi Roberto 1180 Trevi.
Landrino   1180 - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" -in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 3° vol., a cura di Capasso, Olschki, 1983. pag. 74-76 - fra i molti confinanti di quelle terre: Grimaldo, filii Landrini, Karisi, Flumem Mortum, Adamo, Raino.*
Laurentio de Baracactis 1368 - de Montemelino - patronimico di Martino Laurentiis de Baracactis di Montemelino - Podestà di Trevi nel primo semestre dell'anno 1368 (nel carteggio Bartolini-Frabetti del 1840 conservato nella Biblioteca Augusta di Perugia)*
Laurenzio presbitero 1321 - Trevi - "domp. Presbitero de Trevio". Per violazione dell'interdetto.- Fumi, Reg. Duc. Spol. II, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899, n°157, (pag. 132)
Leonardi   1231 - Trevi - patronimico di Johannis Leonardi - cavaliere in armi, a servizio anche di Orvieto. - vedi.
Leonardi Berardi 1219 - Castroritaldi - Castelritaldi - Il giudizio viene tenuto in casa di Leonardi de Berardo - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel Ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179 - vi sono ancche tre testi: Iennaio Portanai, Quintavalle de Bassano e Girgori de Sertodo.
Leonardo Johannis 1333 - Pissignano di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi.
Leonardo Rodulfi 1260 - Trevi - Capitaneo Lomb. Leonardo Rodulfi - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Leonardo Nicolay 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Leonardum arcidiacono 1274 - Spoleto - "dom.num Leonardum archidiaconum spoletanum" è nominato giudice a comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Leonardum presbiterum 1324 - Trevio - "presbiterum ecclesia S. Maria de pede de Trevio"- viene punito dal Rettore del Ducato di Spoleto, per violazione dell'interdetto.- vedi anche Jolo Massei - in Fumi, Reg. Duc. Spoletoi, II, 420, (pag. 163).
Leonilli   1348 - Trevi - patronimico di Franciscum Leonilli (vedi).
Leto Miza 1096 - Matigge di Trevi - "Leto de Miza" e un confinante con un terreno donato da Adam Ansonis . Ev. vedi.
Leto   1128 - Matigge di Trevi - E' un confinante con un terreno venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Lietis   1334 - Trevi - patronimico di Vannuccio et Nicholao de Trevi - vedi.
Lieto Alenecte 1334 - Trevi - multato " per insultum et rumorem contra potestatem Trevii" - con il fratello Miliano (Emiliano) Alecnete, e Vannuccio e Nicholao Lietis - vedi procuratore Milianucio e Trevio.
Lino Vannucci 1319 - Trevi - Monsignore, Vic. Vescovo a Spoleto - Priore della Chiesa di S. Croce della Valle dell'Aquila, fuori Trevi. - Vedi Natalucci c. 1024-1025.
Lodovicum Bonandoni 1371 - Amelia - Podestà di Trevi nel 1371 o 1372 - (carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 nella Biblioteca Augusta di Perugia).*
Lolo Thomasii 1320 - Trevi - chierico di Trevi - Fumi Reg. Ducato Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899,n° 89 (pag. 128) condannato per adulterio.*
Luca presbitero 1321 - Trevi - "domp. presbitero de Trevio". Viene multato dal Rettore Ducato Spoleti per violazione dell'interdetto.- Fumi, Reg. Duc. Spol. II, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899,n°157, (pag. 132).
Luca Casagnoni 1319 - Trevi - punito per essersi recato a Fulgineo senza autorizzazione del Rettore Curiae Ducalis - Fumi, Reg. Duc. Spoleti, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899, n° 6,(c.19t.) 15 Gen. 1319, (pag. 144).
Lucarini   1530 - Trevi - Vedi Sigismondo Lucarini - e Tiburzio.
Lucino Bartholini 1359 - Perugia - patronimico di Anselmus Lucini Bartholini, podestà Vicario a Trevi nel 2° semestre del 1359 - (nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1840, presso Bibliotreca Augusta di Perugia) - vedi anche il Podestà Johannis de Ruisio.**
Lucinus Petri 1373 - Cania - patronimico di Rodolfus Lucini Petri de Cania - Podesà Vicario e Iurisperitus di Trevi nel 1° semestre del 1373 - Il podestà è Ponsianus de Ponsiani de Esculo (vedi).*
Lyppus Compagnoni 1371 - Nocera - Podestà di Trevi nel 1° semestre dell'anno 1371 - (in carteggio Bartolini-Fabretti del 1840 presso la Biblioteca Augusta di Perugia)*
Macha-beum Ruscolini 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Machorito   1333 - Trevi - Johanne di Montefalco concorda una composizione a favore di Machoricto de Trevi, "per excessibus commissis de ipso", in Fumi, Reg. Ducato Spoleti,Boll. Storia Patria Umbra, Vol. VI, 1900,n° 6, (pag. 38) - vedi Johanne di Montefalco.*
Maçi   1233 - Cannaiola di Trevi - patronimico di Martinus Maci - vedi.
Magalocti   1254 - Castroritaldi - patronimico di Transaricus Magalocti - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Mainardum iudex 1274 - Foligno - "dominum Mainardum...ambaxiatorem Comunis Fulginei" è nominato, con altri, giudice per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Maio   1157 - Trevi - msc. 184 del Apr. 1157 - "Michele Abate di Sassovivo, dà in pegno a Maio,Pietro, Guido e Berardo,una terra in Comitati di Foligno, località Trevi, per cento soldi che egli impiega a saldo di un debito" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 212-213 -
Mancia   1323 - Gualdo Nucerino - assistito dal Com. Gualdinuccii, di Nocera, viene condannato per non essere intervenuto militarmente contro Castrolitaldi - in Fumi, Reg. Duc. Spoleti, i Boll. Storia Patria Umbra, vol. V, 1899, n° 33, (pag. 142) -vedi anche Andrea de Gualdo Nucerii.
Manens Egidii 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi,(nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le C. del M. S. Croce di di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio N. 1974, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari ( Becio, pres. anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Manens   1233 - Fracta de Trevi - in un elenco di tributi che venivano pagati alla Chiesa, nella Valle Spoletina, che apparve già in Muratori, Antiq. Ital.Dissert. LXIX, alla voce Castrum Trevii è aggiunto: "in cuius districtu Dominus Manens habet villam Fractae, et alii homines eius nihil Curiae serviunt propter concessionem Domni Papae sibi factam". Si trova in Sansi, docum. ined. Foligno, 1879, pag. 260-261.
Manente   1187 - Trevi - "Manente de Trevi" - Marzo 1187 - è nominato arbitro in una questione fra Suppone Ofreduccii che ha lasciato in proprietà un Ospitale (in loco qui dicitur Ospitale filiorum Supponis) ai figli di Bonicomitis e di Uguiccionis, che gestiscono lo stesso e che ora lo hanno offeso. Manente sentenzia che Suppone può disporre di quanto gli occorresse per abitarvi e li minaccia di multa se continuassero. Fra i testimoni è anche un altro trevano: Benencase de Trevi.- Vedi Ovidi, E.,Le carte dell'abbazia di Chiaravalle di Fiastra, Ancona, 1908 doc. 88, pag. 95-96 edoc. 254, pag. 217. e ripet. in Bittarelli, A.A., Camerinum,Mierma, Camerino 1996, pag. 395 e 396.*
Manente canonico 1322 - Trevi - "d.no Manente de Trevio, canonico maioris ecclesie Spoletine" presenzia ad una risoluzione relativa alla liberazione di alcuni prigionieri guelfi, in un msc., n°V del 22 Luglio 1322 dell'Arch. Comun. di Perugia, trascritto da Fumi,I Registri del Duc. di Spoleto, in Boll. Storia Patria Umbra, vol. VII, 1901, App. Ià , pag. 110, n° 11.
Manente Petri 1420 - S. Maria inValle di Trevi - ramo della famiglia Manenti trasferitasi a S. Maria in Valle.
Manente Rainaldi 1224 - "Villa Fracte" di Trevi - Manente Rainaldi, podestà di Spoleto, figura giudice assieme a "Matheus Johannis Follie, iudex communis Spoleti" in una vertenza riguardante un terreno a "morella di Beroite". E' certamente della famiglia Manenti di Trevi. In msc. 58 del 27 Lugl.1224, op. citata, vol,6°, pag. 89-90 -*
Manente Egidii Vivieni Bonicomitis 1225 - "Fracta Episcopi de Trevi" - è il figlio di Egidius Vivieni Bonicomitis che vende un terreno. Vedi anche Tardonis Berardi e Angelario Gualfredi.
Manentes-chi   1400 . Trevi - patronimico dei Manenti di Trevi (vedi Simone, Tomasso, Vicorbano, Giovanni, Francesco, e Manentis patronimico.
Manentes-co di Petruccio Manenteschi 1421 - Trevi - In Natalucci, historia di Trevi, c.1085, 1086, pag. 730 ecc- Podestà di Nocera, in fuga dopo l'uccisione di Nicolò Trinci, signore di Foligno, viene catturato da Corrado Trinci ed ucciso per strada dal furore di questi, unitamemte al figlio. Vedi anche Dorio, e Manenti, e Nicolò Catagnone padre della sposa di ser Pietro di ser Pasquale da Rasiglia, castellano di Nocera, adultera e precipitata dal torrione di Nocera. Episodio che inquadra bene l'epoca. v. anche Degli Abbati.
Manenti   1250 - Trevi - in Natalucci, cart.1157-58,pag. 779-780 - famiglia detta anche Manentilli e poi Manenteschi - vedi - capostipite Gualfredo Manenti, al tempo dell'imperatore Ottone 2°- probabile origine spagnola - impiantatisi anche a Spoleto e Orvieto - a Trevi prob. dopo la distruzione di Spoleto da parte del Barbarossa. Imparentati con molte altre famiglie trevane. vedi anche Jacobutio, Maxiolo,Marotto,Manente di Pietro, Petruccio, Manentillo..
Manentillo Giovannitti 1420 - Matigge - ramo della famiglia Manenti trasferitasi a Mattige.
Manentis   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Jacobo Manentis - vedi anche Simone, Francesco, Giovanni, Vicorbano Tomasso Manenteschi. Vedi anche Tomasso di Pietro Manenti e Manenti famiglia.
Manentis dominus 1254 - Castroritaldi - patronimico di Marchus d.ni Manentis - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc.. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'Inventario nell'archivio antico del Comune di Spoleto, (in Sansi, docum. Ined.Storia Umbria, pag. 297-299).
Manentis   1254 - Castroritaldi - patronimico di Bartholus Manentis - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Manentis   1260 - Spoleto - patronimico di Thomas Manentis, syndico di Spoleto (vedi).
Manentono Petri 1260 - Trevi - Capitaneo Manentono d.ñi Petri - figuna nel msc. Del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Manfredi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Massutius Manfredi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. datato 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Marcello Leoni 1460 - Trevi - Marcello de' Leoni - Podestà a Trevi nel 1460 - v. Natalucci pag. 480.
Marcho monaco 1320 - Trevi - monaco del monastero dell' Heremita di Trevi - In Fumi - Registro Ducato Spoleto, II, 135 (pag. 131) - vedi anche il monaco Marcho, ed il Propriore T. vedi anche,II, 166,(pag. 133) e Ofreducii.
Marchus Manentis 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell' Inventario, nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined. St. Umbria,1879, pag. 277-299.
Marci   1348 - Trevi - patronimico di Andreuccio Marci di Trevi (vedi).
Marci (d.ne Roche ) dominus 1254 - Castroritaldi - patronimico di Angelus Marci d.ne Roche - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Marcolfus   1219 - Castelritaldi - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179 -
Marcualdo Masuci 1220 - Trevi - teste ad un giudizio del giudice Martini . Vedi Martini iudex.
Marcus Odorisii Ofreducii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum. Ined. Storia Umbria, pag. 297-299.
Marescotto Actonis Tebaldi 1227 - "Cagaja di Trevi" - msc. n° 198 del 25 Giug. 1227 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Matteo ed a Marescotto di Attone di Tebaldo da Pigge, che stipulano anche per il fratello Ranuccio, una terra in località Cagaia. Matteo e Marescotto versano anche quattro lire lucchesi a Ventura, Richemanno e Giovanni, figli di Transerico di Berardo, precedenti enfiteuti" - in Le Carte....di Sassovivo, vol.VI°, pag. 286-288. Sono confinanti: Bonicomitis Rainaldi pro ipso monasterio, filii Gironimi Ugerii, filii Transerici Rodulfi, Sevinus de Spello, - sono testi: Benencasa Saxi, Iacopo e Gentile Tornaguerre de Galiole.
Marescottoni   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Martino Marescottoni - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.
Mariano Petronis 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportato da Petronio Nicolai Giovanna, in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, 1974, VII, pag. 33-34), ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.
Marinelli   1299 - Castelritaldi - patronimico di Gregorio Marinelli - vedi.
Marini   1225 - "Castiglonum de Trevii" - "filius Marini" - senza patronimico - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Marini   1227 - Castilionum de Trevi - "filius Marini" - senza patronimico - è un confinante di un terreno venduto - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Marini Raynerii   1254 - Castroritaldi - patronimico di Raynerius Marini Rayneri - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Marino   1319 - Castrolitaldi - Viene multato dal Rettore Curiae Ducalis di Spoleto, per dimostrazione rumorosa in Castro Ritaldi - Fumi ,Registro Duc. Spoleti, in boll. Storia Patria Umbra,vol V, 1899, n° 4 (pag. 144)
Marotto Manentilli 1382 - S. Pietro di Bovara - i Manentilli sono un ramo della famiglia Manenti trasferitasi presso S. Pietro di Bovara - vedi.
Martini   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lamb. Actizolo Martini . Figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Martini iudex 1220 - Trevi - msc. 163 del 15 Febb. 1220 - "Martino giudice di Trevi, condanna Todino di Gentile, a restituire a Talionasso ed a sua figlia Castellana i beni ricevuti per il figlio Rogerio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 5° vol.,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 199-200 - lo stessa giudice vedi in msc. 6 Lugl. 1219 e del 1 Ott. 1213.
Martini Laurentii de Baracactis 1368 - de Montemelino -Podestà di Trevi nel primo semestre dell'anno 1368 (nel carteggio Bartolini-Frabetti del 1840 conservato nella Biblioteca Augusta di Perugia)*
Martini Macii 1227 - Cannaviole di Trevi - di Jacopo e Bonomo Martini Maçi - figlio di Maci ? - vedi.
Martino Johannis 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Martino d.ñi Johannis - figura nel noto manoscritto del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Martino Johannis 1231 - Trevi - cittadino trevano che viene rimunerato dal Comuine di Orvieto per una prestazione militare. In Fumi Luigi, Codice diplomatico del Comune di Orvieto.Firenze. 1884. P.132. Vedi anche Guglielmo Gualterii, Pietro Ranaldo, Gilio Todini e Giovanni Leonardi.
Martino Marescottoni 1260 - Trevi - Capitaneo Martino Marescottoni - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Martino Consule 1226 - Trevi - "ante ecclesie Sancti Miliani in castro Trevi - "coram M. consule Trevii" - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Martinus Bonolie 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum. Ined. St. Umbria, pag. 297-299.
Martinus Maçi 1233 - Cannaviole di Trevi - è il patronimico dei fratelli Jacopo e Bonomo Martini Maçi, beneficiari di una enfiteusi su un pezzo di terra in località Cannaviole di Trevi, dall'Abate di S. Croce di Sassovivo. Il msc. è: LV, del 22 Aprile 1227, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. Di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso, R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 43. - In questo msc. figurano come confinanti: Martinus Maci, Provatus e Bondinus, e Petrus Billuce, evid. di Cannaviole.
Martinus priore 1219 - Castelritaldi - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179 -Il giudizio avviene in casa di Martini iudex alla presenza anche di Henrico Frederici, Tomaso Nicole e Marcualdo Masuci.
Martinus iudex 1220 - Trevi - msc. 163 del 15 Febb. 1220 - "Martino giudice di Trevi, condanna Todino di Gentile, a restituirea Talionasso ed a sua figlia Castellana i beni ricevuti per il figlio Rogerio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 5° vol.,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 199-200 - lo stessa giudice vedi in msc. 6 Lugl. 1219 e del 1 Ott. 1213.
Martinus Macii 1227 - Trevi - padre di Bonomo e di Jacopo Martini Maci - vedi.
Marzi   1274 - Trevi - patronimico di Johannis Marzi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga).
Maseo Rainucii 1186 - Trevi - "Flumen Mortum ((Rio secco)" - msc. n° 91 del Giug. 1186 - " Oddone Dupleri e Masseo, figli di Rainucii de Leto Muto,rinunciano ai diritti su una terra posta in località Flumen Mortum di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 116-117 - Fra i confinanti : Flumen Mortum, Rando e i filii de Stafaru de Rodulfo.
Massaia Alberti 1157 - "Matica de Trevi" - msc. n° 183 del Genn. 1157 - "Massaia. Insieme col padre e con il consenso di suo marito, vende a Egidio ed a Matilde parte di una terra sita nel Ducato di Spoleto, località Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°. a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 211-212 - confinano con detta terra : filii Ugonis, Benedictus e Franconus.
Massaroni   1320 - Trevi - patronimico di Johanne Massaroni.
Massarono Vivieni 1260 - Trevi - Capitaneo Lomb. Massarono d.ñi Vivieni - figura nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. f. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Massarono Petri 1260 - Trevi - Capitaneo Lamb. Massarono d.ñi Petri - figura nel msct. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Massarono Ormanni 1260 - Trevi - Capitaneo Massarono d.ñi Ormanni - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260, Reg.f. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Massei dominus 1213 - Trevi - Consul Trevii - Nella sentenza pronunciata a Trevi il 1 Ott. 1213 (carte di Sassovivo, IV, n° 208, pag. 328) come in Carlo Zenobi, Storia di Trevi, Trabalza, 1995, pag. 230 nota, si trova :"domini Massei, domini Mathei, domino Nevarie et domino Sebastiani consulum Trevi". Potrebbero essere i Consoli di Trevi al momento dell'assalto delle truppe Spoletine assecondate da Theopoldo Duca di Spoleto.
Massei   1324 - Fulgineo - patronimico di Jolo Massei.
Massei   1274 - Trevi - patronimico di Egidio d.ni Massei - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274,Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto ,dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contemplante anche la restituzione di 74 prigionieri trevani.-Sansi, doc. ined.Storia Umbria,pag. 332.
Masseum   1225 -"Castiglonum de Trevii" - "dictus Ofreducius per dominum Masseum" - Ofreducius è prob. Ofreducius Bernardini, conduttore del terreno di Masseum - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.*
Masseus Sebastiani 1274 - Trevi - Masseus Sebastiani - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332) - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto.*
Masseus Michaelis 1274 - Trevi - Masseus Michaelis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Masseus Phylippi 1274 - Trevi - Masseus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Massey   1274 - Trevi - patronimico di Varvenus Massey - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga)
Massey   1274 - Trevi - patronimico di Phylipponiu Massey, di Valentinus Massey, Vanusiu Massey. - Sono tre dei 74 cittadini Trevani che richiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8°ed in 6° riga). *
Massioli   1333 - Pissignano di Trevi - Patronimico di Thome Massioli di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Massiolo   1323 - Giano - "Jano" - patronimico di Francisco Massiolo - vedi -
Massoli   1321 - Trevi - patronimico di Ugolino Massoli.
Massono Montanari 1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Massucii   1254 - Castroritaldi - patronimico di Muricus Massucii - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Massucii   1254 - Castroritaldi - patronimico di Egidius massucii - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Massutius Manfredi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto: Vedi Sansi, docum. Ined. Storia Umbria, pag,297-299.
Matelda   1180 - Matigge - msc. 49 del 2 Apr. 1180 - "Matelda, senza patronimico" - "Mauro abate di Sassovivo, concede in usufrutto vitalizio a Matilda un modiolo di terra, sita in località Matigge…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di R. Capasso, Olschki, Firenze,1983, pag. 70-71 -
Matelde   1157 - "Matica de Trevi" - msc. n° 183 del Genn. 1157 - "Massaia. Insieme col padre e con il consenso di suo marito, vende a Egidio ed a Matilde parte di una terra sita nel Ducato di Spoleto, località Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°. a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 211-212 - confinano con detta terra : filii Ugonis, Benedictus e Franconus.
Mathei dominus 1213 - Trevi - Consul Trevii -Nella sentenza pronunciata a Trevi il 1 Ott. 1213 (carte di Sassovivo, IV, n° 208, pag. 328) come in Carlo Zenobi, Storia di Trevi, Trabalza, 1995, pag. 230 nota, si trova :"domini Massei, domini Mathei, domino Nevarie et domino Sebastiani consulum Trevi". Potrebbero essere i Consoli di Trevi al momento dell'assalto delle truppe Spoletine assecondate da Theopoldo Duca di Spoleto.
Mathei   1228 - Trevi - patronimico di Gentilis Mathei . Vedi.
Mathei dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Raynerio d.ñi mathei - figura nel msct. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico di Spoleto.
Mathei dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Giliolo d.ñi mathei - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.
Mathei dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Jacobicto d.ñi Mathei - figura nel msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto Reg. Fogl. 48 e 49.
Mathei   1254 - Castroritaldi - patronimico di Rodulphus Mathei - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Mathei   1233 - Cannaviole di Trevi - patronimico di Berardo Mathei - vedi
Matheo Alvinelli 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, come nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. S. Croce di di Sassovivo,vol.VII°, a cura di Petronio Nicolai,1974, pag. 33-34 ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli.Beco Angelari ( Becio, pres. anche nel 2°), Ianuario Bernerduri e Gualfredono.
Matheo Gentilis 1260 - Trevi - Capitaneo Matheo gentiliis - figura nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48e 49. Vedi Sansi, doc. Ined. St. Umbria,pag. 312-314.
Matheo Quiducii 1225 - "Castiglonum de Trevi" - testimonio ad un atto steso a Fracta Episcopi di Trevi - vedi Egidio di Vivieno oppure Angelario Gualfredi.
Matheo Sgannafratris 1227 - Castilionum de Trevi - è un testimone alla vendita di un terreno - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Matheo Actonis Tebaldi 1227 - Cagaja di Trevi - msc. n° 198 del 25 Giug. 1227 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Matteo ed a Marescotto di Attone di Tebaldo da Pigge, che stipulano anche per il fratello Ranuccio una terra in località Cagaia. Matteo e Marescotto versano anche quattro lire lucchesi a Ventura, Richemanno e Giovanni, figli di Transerico di Berardo, precedenti enfiteuti" - in Le Carte....di Sassovivo, vol.VI°, pag. 286-288. Sono confinanti: Bonicomitis Rainaldi pro ipso monasterio, filii Gironimi Ugerii, filii Transerici Rodulfi, Sevinus de Spello, - sono testi: Benencasa Saxi, Iacopo e Gentile Tornaguerre de Galiole.
Matheo palmerj 1260 -Trevi - presenzia alla firma del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto
Matheus Atti 1226 - Fracta Gotii de Trevio" - è testimone alla preparazione del msc.- vedi Clara Blasii.
Matheus Quiducii 1226 - Fracta Gotii de Trevio" - è testimone alla preparazione del msc.- vedi Clara Blasii.
Matheus   1355 - Reate - Podestà Vicario di Trevi nel 2° semestre del 1354 -(nel carteggio Bertolini- Fabretti del 1840, presso Biblioteca Augusta di Perugia - senza indicazione del patronimico ).*
Matilda   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non viene indicato il patronimico - In Le Carte dell'Abbazia di S: Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 79 - fra i vicini confinanti sono indicati: filii Raineri, Orbene et Berardo, chiesa di Sanctus Stefanu.*
Matteo Peccij 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Matteo d.ñi peccij - figura nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Mattilde   1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - confinano con detta terra: terra Oderisii Viviani, Goconis, Franconis, Berarducii et Adiutoli.*
Maxiolo Manentis 1380 - S. Biagio della Fratta di Trevi - ramo della famiglia Manenti trasferitasi a S. Biagio della Fratta e S. Donato di Buiano. *
Mazzaroni   1000 - Trevi - patronimico di antica famiglia, legata alla genealogia dei Valenti. Vedi Natalucci, pag. 790.
Megliorato iudex 1327 - Trevi - in Natalucci,Historia di Trevi,1985, c.1089, pag. 733, giudice in Siena nel 1327 (Dorio, memorie Umbria, msc. Tom.5, f.1)
Melchiorre Minervi 1439 - Trevi - detto anche Barnabeo da Pittino. Valoroso, comandò cavalieri contro il Trinci (vedi)- Natalucci, c. 1120-21. Anche il nipote Severo Minerva fu un soldato valoroso.*
Melioris   1274 - Trevi - patronimico di Saxonus Melioris - E' uno dei 74 cittadini Trevani he chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Meluzzi   1395 - Trevi - Vedi Giovanni Meluzzi - Podestà a Cascia nel 1395
Menentis   1299 - Castelitaldi - Patronimico di Bartholono d.ni Manentis - vedi:
Michael Odorisii 1225 - "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Michaelis   1274 - Trevi - patronimico di Masseus Michaelis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Micheloctis   1355 -1356 - Perugia - patronimico di Ceccholinus e di Nicholaus de Micheloctis (vedi)
Michelotto Michelotti 1380 - Perugia - Podestà di Trevi nel 1380 -v. Natalucci pag. 480
Miliano Alenecte 1334 - Trevi - penalizzato per "insultum et rumorem contra potestatem Trevii" - con il fratello Lieto Alecnete, e Vannuccio e Nicholao Lietis - vedi procuratore Milianucio de Trevio.
Miliano   1226 - Trevi - "ante ecclesiae Sancti Miliani in castro Trevi - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Milianucio   1334 - Trevio - difensore di Miliano e Lieto Alenecte, Vannuccio ed Nicolao Lietis,"per insultum et rumorem contra potestatem Trevii" - vedi Fumi, Reg. Duc. Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbria, vol.VI, 1900, n° 24. (pag. 47).
Minerva   1439 - Trevi - Vedi Melchiorre de' Minerva.
Miza   1096 - Matigge di Trevi - è il patronimico di Leto de Miza, il cui terreno confina con quello di Adam Ansonis (vedi), oggetto di una donazione.
Monachus T. monaco 1320 - Trevi - non viene scritto il nome - monaco propriore Monastero dell'Eremita - in Fumi. I Reg. del Ducato di Spoleto ,II, 135, (pag. 131). La condanna non viene rivelata . Vedi anche due altri monaci. Nicola e Marcho.
Monaldeschi   1400 - Trevi - patronimico di Ugolino, Braccio, Andentrio Monaldeschi (vedi).
Monaldi Rodulfini 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Moncus Pasqualis 1274 - Trevi - Moncus Pasqualis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Montanari   1226 - Castroritaldi - patronimico di Massono montanari, testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msct. del 15 Sett. 1226, in Sansi, doc. Inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Moriale frà 1354 - Beroide - Nel 1354 la zona fu devastata dall'infausta Compagnia di frà Moriale che con un esercito mercenario viveva rubando e taglieggiando, bivaccarono sotto Trevi, poi a Beroide distruggendo il Castello di Beccatiquello…furono cacciati dagli spoletini...andarono verso Todi tutto razziando. erano bel 5000 cavalli e 2000 fanti ? -Tamanini, a Castel Ribaldi ecc, Foligno 1986,p. 37 e riportando Sansi, Storia di Spoleto.*
Munaldo   1213 - Trevi - "Munaldo" senza patronimico, "consul Spoleti cum Petro, Simone. .Bonajonte..recipiens pro Comunitas Spuleti". Nel msc. indicato Thepoldus o Diopoldo di Vohburg, conte di Acerra e di Assisi, e duca di Spoleto (controllava allora Spoleto, Assisi, Montefalco, Bevagna, Castelritaldi). Condottiero di Enrico V, viene premiato da Ottone che deve rientrare in Germania, ed eletto Duca di Spoleto.. concede a Spoleto di poter distruggere la rocca di Trevi ! - vedi Sansi,Storia Duc. Spoleto, pag. 35 e sseg., e Sansi, docum ined.ecc, msc. del 16 Luglio 1213, Reg. fogl. 41 dell'arch. ant. del Comune di Spoleto, a pag. 222-223.
Munaldus Ogerii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. Ined. Storia Umbra, pag. 297-299.
Munaldus Abuiamontis 1226 - Trevi - "ante eccl, Sancti Miliani in castro Trevi" - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Muricus Massucii 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Muty   1358 - De Ariccia - patronimico di Carlus Muty (o Muti, o Mautii) Podestà di Trevi nel 1° semestre del 1358 -(vedi) -.*
Nassi   1299 - Castroritaldi - patronimico di Taddiono Nassi - vedi.
Natinbene Angelii dei Valenti 1420 - Trevi - Avvocato di valore - varie cariche . - Natalucci, opera citata, c. 1091.
Nenaioli   1274 - Trevi - patronimico di Jacobus Nenaioli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sottoscrivono una petizione per pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.
Nera   1128 - Matigge di Trevi - "filii de Nera confinano con un con terreno venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Nevaria Saraceni 1204 - Vallis Collecle de Trevio - msc. n° 43 del 1 Nov: 1204 - "Nevaria di Saraceno a garanzia…dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita in Valle Colleccle di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°. A cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 -
Nevarie dominus 1213 - Trevi - Consul Trevii -Nella sentenza pronunciata a Trevi il 1 Ott. 1213 (carte di Sassovivo, IV, n° 208, pag. 328) come in Carlo Zenobi, Storia di Trevi, Trabalza, 1995, pag. 230 nota, si trova :"domini Massei, domini Mathei, domino Nevarie et domino Sebastiani consulum Trevi". Potrebbero essere i Consoli di Trevi al momento dell'assalto delle truppe Spoletine assecondate da Theopoldo Duca di Spoleto.
Nichola Antonij 1274 - Trevi - Nichola Antonij - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).
Nichola Pauli 1274 - Trevi - Nichola Pauli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Nicholao Lietis 1334 - Trevi - multato da Rettore del Ducato di Spoleto, "per insultum et rumorem contra potestatem Trevii"- unitamente a Lieto et Miliano (Emiliano) Alecnete, e Vannuccio Lietis - vedi procuratore Milianucio de Trevio.
Nicholaus Raynucii Nicholai 1254 - Castriritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msct. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Nichole   1274 - Trevi - patronimico di Jacobonus Nichole - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - (Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.
Nichole   1274 - Trevi - patronimico di Ranutionius Nichole - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). vedi anche Jacobonus Nichole.
Nichole   1274 - Trevi - patronimico di Camentus Nichole de Nucerino - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga) - (nome dubbio)
Nicola monacho 1320 - Trevi - monaco Monastero dell'Eremita - in Fumi Regesto Ducato Spoleto ,II, 135, (pag. 131)- condanna per " de omni adulterio ". Vedi anche : II, 166, (pag. 133) e due altri monaci: Marcho e T.(non meglio precisato).
Nicola filippi 1226 - Castroritaldi - (prob. Phylippi) - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Nicola abbas 1220 - Matigge - "Nicolaus abbas monasterii Saxivivi - msc- n° 167 del 2 Aprile 1220 - "Nicola, abate del monastero di Sassovivo ad laborandum a Tebaldo di Raniero una vigna in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 203-204.
Nicolao Tholomei 1260 - Trevi - Capitano Nicolao Tholomei - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fgl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, in Sansi, doc. ined. storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Nicolao Ample 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Nicolao Intracorte 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Nicolaum abate 1205 - Trevi - Nicolaum abbatem monasterii Saxivivi - msc. 5 del 5 Sett. 1205 - "Nicola Abate da una parte e Suppone e Nittobiurus dall'altra, con l'aiuto di Bozio Abate di S. Pietro di Bovara, compongono una lite, concedendosi dei pegni in località Acabbia e Belvedanum, presso Matigge…..ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 72-73 - sono fideiussori Teucium Ugolini, Angelarium Rainaldi, Vivanium Johannis, Agrestum Salvangi, Berardum Primucirii, Machabeum Ruscolini e Odorisium Leonardi. E' interesato Berarduccio di Adamuro. - Sono testimoni anche Munaldi Rudolfini, Bertolti Saraceni, Rudulfi Karalfuri. Vedi anche Perfedo 1209, e Giovanni di Pietro, 1209 in altri msc.-
Nicolaus Micheloctis 1355 - Perusio - Podestà Vicario di Trevi, all'epoca in cui il Podestà era Ceccholinus de Micheloctis de Perusio -(in carteggio Bertolini-Fabretti del 1840 - presso Bibliot. Augusta di Perugia)
Nicolay   1299 - Castelritaldi - patronimico di Leonardo Nicolay - vedi.
Nicolò Catagnone 1421 - Fratta di Trevi - "dalla Fratta di Trevi", padre della sposa del Castellano di Rasiglia e parente dei Manenteschi - vedi Manentesco Manenteschi.
Nicolò Trinci 1421 - Foligno - Signore di Foligno dal 1415 - Fu attirato in un tranello nel 1421, da Ser Pietro di Ser Paquale da Rasiglia, Castellano di Nocera, ed ucciso a tradimente perché sospettato di adulterio con la moglie del Castellano. Fu ucciso assieme al fratello Ugolino ed altri Folignati, in Nocera. Ciò provocherà la reazione del fratello Corrado III° Trinci, di estrema gravità che provocherà oltre cinquanta mortì. Vedi anche gli interessati: Manentesco Manenteschi, Nicolò Catagnone, padre della sposa adultera, Nicolò Trinci ecc.*
Nitturbis   1205 - Matigge di Trevi - msc. 5 del 5 Sett. 1205 - "Nicola Abate da una parte e Suppone e Nittobiurus dall'altra, con l'aiuto di Bozio Abate di S. Pietro di Bovara, compongono una lite, concedendosi dei pegni in località Acabbia e Belvedanum, presso Matigge…..ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 72-73 - sono fideiussori Teucium Ugolini, Angelarium Rainaldi, Vivanium Johannis, Agrestum Salvangi, Berardum Primucirii, Machabeum Ruscolini e Odorisium Leonardi. - E' interesato Berarduccio di Adamuro. - Sono testimoni: Munaldi Rudolfini, Bertolti Saraceni, Rudulfi Karalfuri.
Nobili   1374 - Fratte di Trevi - famiglia trevana citata da Natalucci, Historia di Trevi, 1985, pag. 783. Divisa in 6 famiglie, viene ricordata perchèall'epoca pretendeva come nobile di non pagare le tasse sul fuoco.
Noncupionis   1274 - Trevi - Salomon Noncupionis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto -(patronimico dubbio).
Nuta   1320 - Foligno - Vedi Johanne Massaroni.
Octinellus   1229 - Trevi - "Octinellus de Trevio", senza patronimico, figura come fideiussore, nella sottomissione dei Signori di Arrone a Spoleto. Ciò nel msc. del 15 Luglio 1229, Reg. fogl. 3 e 84 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, come in Sansi, op. citata, pag. 244.
Oddone Dupleri Rainucii 1186 - "Flumen Mortum - msc. n° 91 del Giug. 1186 - " Oddone Dupleri e Masseo, figli di Rainucii de Leto Muto,rinunciano ai diritti su una terra posta in località Flumen Mortum di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 116-117 - Fra i confinanti : Flumen Mortum, Rando e i filii de Stafaru de Rodulfo.
Oderiscij   1226 - Castroritaldi - fiduciario di Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. Inediti,pag. 242, che disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.
Oderisium Leonardi 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Oderisius Viviani 1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - senza patronimico - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - confinano con detta terra: terra Oderisii Viviani, Goconis, Franconis, Berarducii et Adiutoli
Odoresij   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Bartholucio Odoresij - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Odorisi Ofreducii 1254 - Castroritaldi - patronimico di Marcus Odorisii Ofreducii -figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Odorisii Leonardi 1226 - Trevi - Flamignanum, Bovanum e Cardeta" - "filius Odorisi Leonardi , cum nepotibus" - è un confinante con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi:
Oettingen   1326 - Spoleto - nel 1326 il duco Oettingen, luogotenente dell'Imperatore Lodovico il Bavaro, che era accampato e Todi, non riuscendo a prendere Spoleto, devasta le campagne attorno. Tamanini,M., a Castel Ritaldi ecc, Foligno 1986,pag. 37,*
Offreduccio Attone di Litaldo 1216 - Beroite - msc. 45 del 26 Agos. 1216 - " Nicola Abate di Sassovivo dichiara di ricevere da Flagello di Attone di Litaldo, che rappresenta anche i fratelli Offreduccio e Pietro, la somma di dieci soldi lucchesi, per canone trentennale per due terre in Beroite...." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 53-54 -
Offreducius Bernardini 1225 "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Ofredi   1082 - Mattige di Trevi - patronimico del conte Ugo del Conte Offredo, il cui patronimico non è indicato - vedi.
Ofreduccii   1187 - Camerino - patronimico di Suppone Ofreduccii - Vedi Manente di Trevi - anno 1187.
Ofreduccii   1187 - Camerino - "filii Ofreduccii" - vedi Manente de Trevi - anno 1187.
Ofreducii   1254 - Castroritaldi - patronimico del padre di Marcus Odorisii Ofreducii - vedi.
Ofreducii   1254 - Castroritaldi - patronimico di Goctofredus Ofreducii - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ofreducio clerico 1321 - Trevi - "clerico S. Gilii de pede Trevi"- multato dal Rettore Eccl.del Ducato di Spoleto, per violaz. dell'interdetto, - Fumi, Reg. del Ducato di Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, vol. V, 1899,n° 154,(pag. 132)e n°166,(pag. 133).
Ofreducio clerico 1318 - Castroritaldi - chierico associato a "Blaxio alias dicto Cappella de Castro Lithaldi - exbanniti quia Comune non iverat ad exercitum Assisii"- i Fumi, Reg, Duc. Sp. V, 13 (pag. 140)- vedi pertanto Blaxio - potrebbe essere lo stesso Ofreducio clerico de S. Gilii de pede Trevio (vedi)
Ofreducius Synibaldi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario", nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ofreducius Actonis 1211 - Castrolitaldi - I fratelli Flagelus, Ofreducius e Petrus Actonis sono ricordati nella Cartula,c:58,231,1211 aprile 19, registrata dall'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, per l'affitto di un pezzo di terra. Si trovano nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curato da Capasso,R., edita dal Boll. Storia Patria Umbra, Perugia,1967, a pag. 132.
Ofreducius Bernardini 1226 - "Sassum Manciani di Trevi" - è il confinante di una vigna venduto - vedi Egidio Vivieni in msc. 30 Genn. 1226.
Ofreducius   1226 - Mascari di Orsano" - msc. n° 154 del 15 Ott. 1226 - "Artenisio di Federico, e Giorgio del fu Enrico suo nepote refutano…..un manso a Mascari in territorio di Orsano, in favore di Rodolfo, Agresto e Ofreduccio, per….." - in Le Carte di….Sassovivo, vol VI°, de Luca, Olschki, Firenze, 1976,pag. 225-226 - "actum ante ecclsiam Sancti Miliani in castrumTrevi - testimoni :Martino consule Trevii, Munaldus Abuiamontis, Rodulfo, Johanne Amidei, Miliano, Bardonis, Saraceno".*
Ofredutius Thebaldi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined. Storia Umbra, pag. 297-299.
Ogerii   1254 - Castriritaldi - patronimico di Blaxius Ogerii - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giug. 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ogerii   1254 - Castriritaldi - patronimico di Munaldus Ogerii - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giug. 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Oliverii   1254 - Castriritaldi - patronimico del nonno di Hermannus Jacobi Oliverii - vedi.
Orbene   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non viene indicato il patronimico - è uno dei confinanti - vedi Syndulfus 1180 Matigge.
Orbene dominus 1225 - Matigge - "donnus", senza patronimico - teste della concessione di un'enfiteusi - vedi Teballo Ranieri.
Orbene monacho 1225 - Matigia - "donno Orbene, pro Ecclesia Sancte Marie" - msc. 75 del 31 Gen. 1225 - "Angelo…..permuta con il monaco Orbene della chiesa di S. Maria, una piccola terra sita in Matigge, contro un'altra...." - in Le Carte dell'Abbazia ecc, vol. 6°, pag. 113-114 - fra i confinanti del terreno: filii Agresti, Sancta Maria eccl., Bonicomitis filii, Bonaaducto, Vicinello e ancora quod possidet Sancta Crux.
Ormanni dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Massarono d.ni Ormanni - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ottonello   1229 - Trevi - E' garante in un msc. del 15 Luglio 1229,Reg. fogl. 3 e 84 dell'arch. Antico del comune di Spoleto, ed in cui i Signori di Arrano si sottomettono a Spoleto. E' trascritto in Sansi, docum. Inediti St. Umbra, Foligno, 1879, a pag. 246.
Paganello Phylippi 1260 - Trevi - Capitaneo Paganello d.ñi Phylippi - figura nel msc. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 48 e 49.
Paganus Beatricis 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Palmerij   1260 - Trevi - patronimico di Matheo Palmerij.
Palmicto Jacobini 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Palumbriti   1338 - Castelritaldi - patronimico di Jacobo Palumbriti (vedi) .
Panem iudex 1274 -Foligno - "dom.num Panem...ambaxiatorem Comunis Fulginei" è nominato uno dei giudici per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332-334.
Paolo Berardi 1204 - Vallis Collecle de Trevio - msc. n° 43 del 1 Nov: 1204 - "Nevaria di Saraceno a garanzia…dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita in Valle Colleccle di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°. A cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 -
Paolum   1223 - Trevi - msc. n° 40 del 7 Dic. 1223 - "In seguito alla lite fra Giacomo, tutore di Giovanni da una parte e Paolo dall'altra, circa il contrastato possesso di due terre a Grole……..Gerardo giudice di Trevi esenta Paolo da ogni richiesta della parte avversa - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 6°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 66 -
Pasaro Berardi 1223 - Trevi - Testimone ad un giudizio - vedi Paolum 1223.
Pasqualis   1274 - Trevi - patronimico di Moncus Pasqualis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono la pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Passaro Johannis 1260 - Trevi - Capitaneo Passaro d.ñi Johannis - figura nel noto msc. del 25 Mar. 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum. Ined. Storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Patrono Ugolini 1260 - Trevi - Capitaneo Lomb. Patrono Ugolini - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Patti   1274 - Trevi - Anglionus Patti - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Pauli   1228 - Trevi - Patronimico di Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli : vedi nel msc. del 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Niccolai,1974, pag. 41-42. - " Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi". Sono testimoni Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Pauli dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Bartholo d.ñi Pauli - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49, dell'Arch. antico di Spoleto.
Pauli   1274 - Trevi - patronimico di Nichola Pauli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Paulicti   1321 - Trevi - patronimico di Phylippo Paulicti.
Paulictus Phylippi 1274 - Trevi - Paulettus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Paulo Berardi 1201 - Flamenia di Trevi - msc. n° 9 del 8 Ott. 1201 - "Paulo senza patronimico, ma prob. Berardi. vedi nota" - " Pietro di Carone, …in pegno a Paolo e Strovele, da una terra in vocabolo Flamenia, che a sua volta aveva avuto in pegno da Befanuccio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 12-13 - Fra i confinanti di detta terra : filii Alesi.
Paulo Berardi 1203 - Vallis Collecle de Trevi - msc. 28 del 24 Aprile 1203 - "Giacomo di Guido….dà in pegno a Paolo di Berardo, la metà di una vigna,…sita in Vallis Collecle ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenxze, 1976, pag. 36-37 - vedi nota: Vallis Collecle, corrisponde a Collecchio, poco a Nord di Trevi.*
Paulo Berardi 1204 - "palude Trevii" - msc. n° 37 del febb. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…., dà in pegno a Paolo di Berardo una terra nella palude di Trevi,…..che era stata ottenuta a sua volta da Giacomo di Guido" - Fra i confinanti Tebalducio Rainucii e l'ecclesia di S. Pietro.
Paulo Berardi 1204 - "Palude de Trevio" - msc. n° 44 del 1 Nov. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…..dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita nella palude di Trevi,ecc….." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 - fra i confinanti di detta terra, sono indicati : Tancredonius, e dominus Raunucius.
Paulus Anzuloni 1274 - Trevi - Paulus Anzuloni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga). *
Paulus Berardi 1201 - Trevi - msc. 3 del 1 Magg. 1201 - Paulus Berardi - "Paolo di Berardo, a garanzia…..della dote a Berta, da in pegno a Berta e Rolando suo marito, i beni che possiede in Trevi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze,1976, pag. 5-6. *
Paulus Lambardi 1193 - Trevi - creato Cardinale da Papa Celestino III° nel 1193 - Dorio, msc. dell'Umbria, tomo 5, f.57,163 e 314,riferito da Natalucci,Storia di Trevi,Foligno,1985,cart. 999, pag. 677.*
Paulus Adiuturi 1226 - "Sassum Manciani di Trevi" - è teste alla vendita di una vigna - vedi Egidio Vivieni in msc. 30 Genn. 1226.
Peccij dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Matteo d.ñi peccij - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, reg. fogl. 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Peccio   1122 - Campolungo di Trevi - msc.46 del Ott. 1122 - è indicato come confinante di un terreno venduto - patronimico non riferito.
Pecu   1122 - Trevi - "Vaganu di Trevi" - senza indicazione di patronimico - sono i confinanti con un terreno donato da Gerado (gerardo presbiter filius Accardi et Berta (vedi).*
Perfedo   1209 - Matigge di Trevi - msc- nà 115 del 29 Agos. 1209 - "Perfedo, senza patronimico indicato" - " Nicola Abate concede ad laborandum a Perfido una tenuta nell'asyum di Mattige…ecc" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli,Olschki,Firenze,1976, pag. 176-177 - vedi anche Nichola abbas.*
Petrelli   1518 - Trevi - patronimico di Vespasiano Petrelli - Podestà di Orvieto.
Petri dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Acto d.ñi Petri - elencato nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Petri dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Manentono d.ñi Petri - figuna nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49,dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Petri dominus 1260 Trevi - patronimico del Capitaneo Lamb. Massarono d.ñi Petri - figura nel msct. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 48 e 49, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Petri   1274 - Trevi - patronimico di Casaronius Petri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).*
Petri   1103 - Mungnole de Trevi - msc. 146, Marzo 1103 - è uno dei confinanti (senza altre indicazioni) di un terreno venduto da Rodolfo Adami (vedi).
Petri   1274 - Trevi - patronimico di Jacobus Petri - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi anche Gentilis Petri, anch'egli nell'elenco - nel msc. orig. posiz. in 3° riga.*
Petri   1274 - Trevi - patronimico di Gentilis Petri - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga). Ha lo stesso patronimico di Jacobus Petri, anch'egli nell'elenco - vedi.
Petri Litaldi 1226 - Foligno - patronimico di Phylippus Petri Litaldi: vedi.*
Petro Guilielmi 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. S. Croce di di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Niccolai Giovanna,1974, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi. Per il primo msc. presenziano Petrus Guilielmi, Gentilis Mathei, Guarnerio, Matheo Alvinelli. Nel 2°, lo stesso Beco Angelari, con Ianuario Bernerduri e Gualfredono.*
Petro Thomaxi 1274 - Trevi - d.no Petro d.ni Thomaxi - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274, Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contemplante anche la restitituzione di 74 prigionieri trevani.-Sansi, doc. ined.Storia Umbria, Foligno, 1879,pag. 332.*
Petro   1320 - Trevi - magister - Fumi Reg. Ducato Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, vol. V, 1899, n° 90 (pag. 128) - condannato per adulterio.
Petro Manentis 1232 - Trevi - padre di Tomasso di Petro di Manenti : vedi.
Petro consul 1213 - Trevi - "Petro" senza patronimico, "consul Spoleti....recipiens pro Comunitas Spuleti". Nel msc. Thepoldus o Diopoldo di Vohburg, conte di Acerra e di Assisi, e duca di Spoleto, controllava allora Spoleto, Assisi, Montefalco, Bevagna, Castelritaldi. - Condottiero di Enrico V viene premiato da Ottone che deve rientrare in Germania, ed eletto Duca di Spoleto.. concede a Spoleto di poter distruggere la rocca di Trevi! vedi Sansi,Storia Duc. Spoleto, pag. 35 e sseg., e Sansi, docum ined.ecc, msc. del 16 Luglio 1213, Reg. fogl. 41 dell'arch. ant. del Comune di Spoleto, a pag. 222-223.*
Petro   1157 - Trevi - msc. 184 del Apr. 1157 - "Michele Abate di Sassovivo, dà in pegno a Maio,Pietro, Guido e Berardo,una terra in Comitati di Foligno, località Trevi, per cento soldi che egli impiega a saldo di un debito" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. 2°, De Donato,Olschki,Firenze,1975,pag. 212-213.*
Petroni   1254 - Castroritaldi - patronimico di Angelus Petroni - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Petronis   1228 - Trevi - patronimico di Mariano Petronis : vedi.
Petronius Gentilis 1274 - Trevi - Petronius Gentilis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274 - Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).*
Petrono Tebaldi 1274 - Trevi - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274, Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contempl. anche la restituzione di 72 prigionieri trevani. - Fumi, doc. ined.,pag. 332.
Petronus Albagie 1274 - Trevi - Petronus Albagie - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga) - (il patron. è incerto).*
Petronus Biolli 1274 - Trevi - Petrunius Biolli - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga). (patronimico dubbio)
Petronus Simbaldi 1274 - Trevi - Petronus Simbaldi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Petru Acto 1091 - "Maticca" - Matigge - msc. n° 84 dell'Agos. 1091 - "Pietro, figlio di Atto, dona a S. Croce di Sassovivo e per essa al monaco Maginardo una terra a Matigge" - "Petru filiu de Acto"- in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, val. I°, a cura Cencetti, Olschki,Firenze, 1973, pag. 129-130 - vedi anche i confinanti del terreno: "li fi de Petru" e "li fili del Iovani".*
Petru   1091 - Matigge - "li fi de Petru" - senza altra indicazione - I figlio di Pietro sono i confinanti di un terreno oggetto di una donazione - Vedi "Petru de Acto - 1091".
Petrucci   1254 - Castroritaldi - patronimico di Valterius Petrucci - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Petruccio Manente 1420 - Matigge - Peruccio Manente è del ramo della famiglia Manenti trasferitasi a Mattige.
Petrucius Sofhye 1274 - Trevi - Petrucius Sofhye - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332) - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga) - (patronimico incerto)
Petrum Bertolli 1274 - Foligno - "dom.num Petrum d.ni Bertolli...ambaxiatorem Comunis Fulginei", è nominato uno dei giudici per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Petrunius Ugolini 1274 - Trevi - Petronus Ugolini - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.
Petrus   1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Fumi, Doc. Inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. (Senza indicazione del patronimico).
Petrus Actonis 1211 - Castrolitaldi - I fratelli Flagelus, Ofreducius e Petrus Actonis sono ricordati nella Cartula,c:58,231,1211 aprile 19, rilasciata dall'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, per l'affitto di un pezzo di terra. Si trovano nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, curato da Capasso,R., edita dal Boll. Storia Patria Umbra, Perugia,1967, a pag. 132.
Petrus Billuce 1223 - Cannaviole di Trevi - è il confinante di un pezzo di terra affidato in una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo in località Cannaviole, a Berardo Mathei. Il msc. è: c. 24,LIII, del 1 Giugno 1237, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 43. In questo msc. figurano come confinanti: Martinus Maçi, Provatus e Bondinus, e Petrus Billuce, evid. di Cannaviole.
Petrus Vaiani 1299 - Castel Ritaldi - "Petrus Vaiani de Urbe, ducatus Spoleti et vicarius generalis…per d.num Brectoldum de filiis Ursi….rectorem ducatus Spoletinum". - E' giudice nella sentenza riportata nel msc. dell'11 Aprile 1299, inv. Fogl. 98, dell'archivio ant. del Com. di Spoleto, trascritto da Sansi, opera citata. pag. 368-371. La sentenza riguarda una questione con Castelritaldi , per l'edificazione di una costruzione che gli spoletini vogliono impedire.
Petrus presbiter 1115 - Matigge di Trevi - msc. 220 del 7 Mar. 1115 - "Pietro prete dona ad Alberto, abate di Sassovivo tutto ciò che possiede in Matiza, ecc…." in Le Carte dell' Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. I°, a cura del Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 316-317 -
Petrus Karonis 1201 - "Flamenia di Trevi" - msc. n° 9 del 8 Ott. 1201 - " Pietri di Carone, …in pegno a Paolo e Strovele, da una terra in vocabolo Flamenia, che a sua volta aveva avuto in pegno da Befanuccio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 12-13 - Fra i confinanti di detta terra : filii Alesi.*
Petrus Karoni 1204 - "palude Trevii" - msc. n° 37 del febb. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…., dà in pegno a Paolo di Berardo una terra nella palude di Trevi,…..che era stata ottenuta a sua volta da Giacomo di Guido......" - Fra i confinanti Tebalducio Rainucii e ecclesia di S. Pietro. E' anche teste nel msc. 43 del1 No. 1204.
Petrus Benedectoni 1209 - Cannaiola di Trevi - msc. 115 del 29 Agos. 1209 - "Nicola abbate concede in enfiteusi a Giovanni di Pietro una terra a Cannaiola, presso Trevi…." - è uno dei confinanti con il terreno indicato.vedi anche Johannis Petri 1209.
Petrus   1219 - Castelritaldi - Petrus prior ecclesie Sancti Petri de Massa" - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel Ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179 - vedi anche msc. 208 del 4° volu. del 1 Ott. 1213, e 163 del 5° vol.*
Petrus Pasqualis 1421 - Nocera Umbra - ser Pietro di Ser Pasquale da Rasiglia, è il Castellano di Nocera che nel 1421 ucciderà con l'inganno Nicolò e Ugolino Trinci, provocando la successiva vendetta di Corrado Trinci.Vedi anche Manentesco Manenteschi, Nicolò Catagnone, padre della sposa sedotta, e Nicolò Trinci accusato dell'adulterio.
Petrus Karoni 1204 - "Palude de Trevio" - "petrus Karoni" - msc. n° 44 del 1 Nov. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…..dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita nella palude di Trevi, ecc….." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 - fra i confinanti di detta terra, sono indicati : Tancredonius, e dominus Raunucius.*
Philippus Odonis 1199 - Beroide - msc. 180 del / Ott. 1199 - "Brectonus Ugolini riceve in enfiteusi dall'Abate di Sassovivo un pezzo di terra a Beroide…ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso, vol. 3°, Olschki, Firenze, 1983, pag. 221 -. è uno dei confinanti menzionati nel msc. *
Philippus notarius 1225 - Matigge - "Philippus notarius comunantie Trevii" - msc. 74 del 31 Genn. 1225 - vedi Teballus Rainerii. (enfiteusi di terreno a Matigia).; e Orbene monaco.*
Phylippi dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño sivino d.ñi philippi nel manoscritto arch. Ant. Spoleto 25.Mar. 1260, Reg. fogl. 49 e 48, è syndico e procuratore del Comune di Trevi.
Phylippi dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Egidio d.ñi phylippi . Figura nel noto msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, docum. Ined. Storia Umbria, Foligno, 1879, p.312.
Phylippi dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Paganello d.ñi Phylippi - figura nel msct. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Phylippi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Bartholus Phylippi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Phylippi   1226 - Castroritaldi - patronimico di Nicola phyilippi, testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msct. del 15 Sett. 1226, in Fumi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Phylippi   1274 - Trevi - patronimico di Paulettus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Phylippi   1274 - Trevi - patronimico di Masseus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).
Phylippi   1274 - Trevi - patronimico di Johannitus Phylippi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 16° riga) - (tre prigionieri hanno il patronimico Phylippi).
Phylippi Vivieni 1254 - Castroritaldi - patronimico di Jacobus Phylippi Vivieni - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'Inventario nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi.
Phylippi Vivieni 1254 - Castroritaldi - patronimico di Andrea Phylippi Vivieni - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi.
Phylippo Palicti o Paulicti 1321 - Trevi - domp. - presbitero - dimorante a Trevi - multato e confinato a Trevi dal Rettore del Ducato - Fumi, Registro Ducato di Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, 1898, n°148,(pag. 132), e n° 165 (pag. 132).
Phylippo vectonis 1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msct. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. Inediti Storia Umbria, Foligno, 1879,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Phylipponis Ranucii 1274 - Trevi - Phylipponis Ranucii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Phylipponius Massey 1274 - Trevi - Phylipponius Massey - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). vedi anche Valentinus e Vanucius Massey.
Phylipponius Brandi 1274 - Trevi - Phylipponius Brandi - E' uno dei 74 cittadini Trevani prigionieri a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Phylippum Blanconis 1274 - Mevanie - (Bevagna ) "dom.num Jacobum d.ni Simonis...ambaxiatorem Comunis Mevanie", è nominato uno dei giudici, per comporre la pace fra Trevi e Spoleto e restituzione dei prigionieri trevani. Vedi msc. del 22 maggio 1274, Memor. 62,Arch. Ant. Com. Spoleto, in Sansi, opera citata, pag. 332.334.
Phylippus Petri Litaldi 1226 - Foligno - figura nominato cinque volte,come confinante di terreni facenti parte della dote maritale di Bonafemmina di Bonaggiunta di Aiguardo,che si accinge a sposare Jacopo di Maccarino di Passaro, in un msc. del 20 Febbraio 1229, trascritto da Petronio Niccolai Giovanna, in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, VII, 1974, pag. 79-81.
Phylippus Albertucii 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Phylippus Albertucji 1254 - Castrolitaldi - "Phylippus Albertucji Rusticelli de Castroritaldi, syndicus seu procurator", rinnova le convenzioni con il comune di Spoleto, nel msc. del 9 Marzo 1254, Inventar. Fogl. 95 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Questo msc. è transcr. in Sansi, docum. inediti st. Umbria, Foligno, 1870, a pag. 295.
Phyvectorij   1254 - Castroritaldi - patronimico di Galganus Phyvectorij - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giu.gno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Pietro Ranaldo 1231 - Trevi - nel Fumi, Codice Diplom. di Orvieto, pag. 132, è indicato nel msct. CXCVIII del 21 Giugno 1231, associato con Guglielmo "Gualterii", e Giovanni "Leonardi" da Trevi, perché hanno partecipato in armi a favore del Comune di Orvieto e danno quietanza di ogni loro avere.
Pietro Inge 1122 - "Campolungo e Campum Dominicum di Trevi" -figlio di Inge - msc. 46 del Ott. 1122 - "Porporella figlia di Inge, assieme ai suoi figli Rodolfo e Pietro, alla presenza del padre Benedetto suo mundoaldo, vende al Monastero di S.Croce di Sassovivo…. una terra in Ducato di Spoleto, gastaldato di Trevi, località Campolungo e Campum Dominicum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 57-58 - sono indicati come confinanti Franco, nepotibus Peccionis, Rodulfo, Benedicto ed Acto.*
Pietro Attone di Litaldo 1216 - Beroite - msc. 45 del 26 Agos. 1216 - "Nicola Abate di Sassovivo dichiara di ricevere da Flagello di Attone di Litaldo, che rappresenta anche i fratelli Offreduccio e Pietro, la somma di dieci soldi lucchesi, per canone trentennale per due terre in Beroite...." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 53-54 -
Ponsiani   1372 - Esculo - patronimico di Ponsianus Ponsiani - Podestà del Comune di Trevi nel 1° semestre del 1372 - Podestà Vicario Rodolfus Lucini Petri (vedi) -*
Ponsianus Posiani 1372 - Esculo - Podestà del Comune di Trevi nel 1° semestre del 1372 - Podestà Vicario Rodolfus Lucini Petri (vedi) - citati nel carteggio Bartolini-Fabretti del 1842 esistente nella Biblioteca Augusta di Perugia - *
Porporella Inge 1122 - "Campolungo e Campum Dominicum di Trevi" - patronimico nonriferito - msc. 46 del Ott. 1122 - "Porporella figlia di Inge, assieme ai suoi figli Rodolfo e Pietro, alla presenza del padre Benedetto suo mundoaldo, vende al Monastero di S.Croce di Sassovivo…. una terra in Ducato di Spoleto, gastaldato di Trevi, località Campolungo e Campum Dominicum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 57-58 - sono indicati come confinanti Franco, nepotibus Peccionis, Rodulfo, Benedicto ed Acto.*
Provatus   1233 - Cannaviole di Trevi - è il confinante di un pezzo di terra affidato con una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo in località Cannaviole, a Berardo Mathei. Il msc. è: c. 24,LIII, del 1 Giugno 1237, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. di S. Croce di Sassovivo, a cura di Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 43. In questo msc. figurano come confinanti: Martinus Maçi, Provatus e Bondinus, e Petrus Billuce, evid. di Cannaviole.
Provatus Savini 1227 - Canniviole di Trevi - è il confinante , in una enfiteusi concessa dall'Abate di S. Croce di Sassovivo su un pezzo di terra nella località Cannaviole. Il msc. è: LV, del 22 Aprile 1227, trascr. nel Libro dei Censi dell'Abb. di S. Croce di Sassovivo, cur. da Capasso,R., edit. Boll. S.P, Umbra, Perugia, 1967, pag. 44. - In questo msc. figurano anche come confinanti: Berardus Matheii, Provatus Savini et filius Comparati, e filius Agelli, evid. di Cannaviole.*
Provatus Savini 1227 - Canniviole di Trevi - "Berardus Mathei pro canonica Sancti Feliciani" - confina con il terreno in oggetto di enfiteusi - Vedi Jacopo Martini Macii
Pucio Bartholi 1337 - Castroritaldi - " multati…quia fecerunt rumorem in dicto Castrum" - in Fumi, Reg. Ducato Spol., in Boll. St. Patria Umbra, vol.VI, 1900,n°21, pag. 243 - vedi anche Thaducio Bartholi.
Quido dominus 1225 - "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - "donnus Quido" - senza patronimico Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Radicine   1231 - Trevi - Vedi Brectulto e Bernardus Radicine che figurano come presenzianti in un msc. del 18 Luglio 1231, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°,a cura di Giovanna Petronio Nicolai,1974,pag. 254-255. - Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi: Teballo Rainerii, d.no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine. vedi anche questi.*
Rainaldeno Juliani 1260 - Trevi - Capitaneo Lambardorum Rainaldeno Juliani - figura nel msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Rainaldi   1190 - Matigge - patronimico dei "filii Rainaldi" che figurano come confinanti in un msc. - vedi Beraducius Adamuri.
Rainaldi   1274 - Trevi - patronimico di Jacubus Rainaldi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che richiedono pace definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).
Rainaldo   1161 - "Via da Matige a Trevi" - senza patronimico - msc. 205 del Febbr. 1161 - "Rinaldo vende al Monastero di S. Croce, in persona di dom. Raino, una terra in località da la Via da Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 236 - Confinano con detta terra: la via da Matiia, Gentilis, Alcheri, terra del monastero.
Rainaldus   1226 - "Flamignanum, Bovanum e Cardeta di Trevi" - Rainaldus et filia Gilii Saxi" - sono confinanti con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi:
Rainerii   1228 - Trevi - patronimico di Tebaldo Rainerii: vedi.
Rainerii   1231 - Trevi - patronimico di Tebaldo Rainerii - Vedi "Gerardus iudex ordin. et communantiae Trevii"- figura come presenziante in un msc. del 18 Luglio 1231,ed altro del 1228, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Giovanna Petronio Nicolai,1974,pag. 254-255. - Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi: Teballo Rainerii, d.no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine. vedi anche questi.*
Rainerii   1220 - Matigge - Patronimico di Tebaldus Rainerii - vedi.
Rainerii   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non viene indicato il patronimico - è uno dei confinanti - vedi Syndulfus 1180 Matigge.
Rainerii Benedicto 1128 - Matigge di Trevi - msc. n° 74 del Febb. 1128 - " Benedetto figlio di Pietro, insieme con i figli Ranieri, Alberto e Rustico, vendono pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo… una terra in località Matigge ed altra in località Flume mortum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 92-93 - confinanti con dette località sono: i filii de Nera, Tenioso, Benedicto, Leto, filii Tebaldi e filii de Albrico.*
Rainerius Syndolfi 1209 - Cannaiola di Trevi - msc. 115 del 29 Agos. 1209 - "Nicola abbate concede in enfiteusi a Giovanni di Pietro una terra a Cannaiola, presso Trevi…." - è uno dei confinanti con il terreno indicato.vedi anche Johannis Petri 1209.*
Raino   1180 - "Flumen Mortum e Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" - Senza patronimico - è uno dei confinanti - vedi ev. Roberto 11180 Trevi.
Rainucius   1204 - "Palude de Trevio" - msc. n° 44 del 1 Nov. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…..dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita nella palude di Trevi, ecc….." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 - fra i confinanti di detta terra, sono indicati : Tancredonius, e dominus Raunucius (senza patronimico).*
Rainuczius Gemine 1274 - Trevi - Rainuczius Gemine - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - (patronimico dubbio).*
Rainuczius Gilii 1274 - Trevi - Rainucius Gilii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Rambertus   1229 - Trevi - patronimico di Adiutus Ramberti di Trevuro - vedi.*
Ranaldo   1231 - Trevi - Patronimico di Pietro Ranaldo - vedi.*
Ranaldo Gilioni 1299 - Castel Ritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Rando Bernardi 1139 - Raio in Padule Treviano - msc. n° 101 del Lugl. 1139 - " Gionata prete, figlio di Ranieri, dona pro anima, al Monastero di S. Apollinare……una terra in località ..ecc"- E' uno dei confinanti che vengono indicati - vedi Ionathats Rainerii.*
Rando   1186 - "Flumen Mortum" - (Rio secco) - senza patronimico - msc. n° 91 del Giug. 1186 - " Oddone Dupleri e Masseo, figli di Rainucii de Leto Muto, rinunciano ai diritti su una terra posta in località Flumen Mortum di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 116-117 - è uno dei confinanti.*
Raniero abate 1160 - S. Pietro di Bovara - primo abate del monastero di S. Pietro di Bovara - abate dal 1160 al 1185 (Arch. S. Petri ecc. e Jacobilli, Cronica di Sassovivo.
Ranuccio Actonis Tebaldi 1227 - "Cagaja di Trevi" - msc. n° 198 del 25 Giug. 1227 - "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi a Matteo ed a Marescotto di Attone di Tebaldo da Pigge, che stipulano anche per il fratello Ranuccio una terra in località Cagaia. Matteo e Marescotto versano anche quattro lire lucchesi a Ventura, Richemanno e Giovanni, figli di Transerico di Berardo, precedenti enfiteuti" - in Le Carte....di Sassovivo, vol.VI°, pag. 286-288. Sono confinanti: Bonicomitis Rainaldi pro ipso monasterio, filii Gironimi Ugerii, filii Transerici Rodulfi, Sevinus de Spello, - sono testi: Benencasa Saxi, Iacopo e Gentile Tornaguerre de Galiole.*
Ranucii   1274 - Trevi - patronimico di Johannis Ranucii , che è anche il padre dell'altro Jacobonus filius Joli Ranucii (vedi) - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, assieme al figlio, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga).*
Ranucii   1274 - Trevi - patronimico di Phylipponis Ranucii - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si arrivi a pace con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).
Ranutidi   1274 - Trevi - Ilarius Ranutidi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). (patronimico strano e dubbio).*
Ranutionus Nichole 1274 - Trevi - Ranutionius Nichole - E' uno dei 74 cittadini Trevani che vogliono si giunga apace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). - vedi anche Jacobonus Nichole.*
Rapecius Rainerii 1225 - Matigge - è il confinante di un terreno - Vedi Teballo Ranieri.
Rapetitus Valerii Naliatu 1274 - Trevi - Rapetitus Valeri - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 6° riga) -(nominativo incerto).*
Raynaldi   1338 - Castrolitaldi - patronimico di Gregorio Raynaldi (vedi).
Raynaldo Bartolicti 1321 - Trevi - domp. - presbitero - dimorante a Trevi - confinato a Trevi dal Rettore del Ducato - Fumi, Registri Ducato di Spoleto, in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899, n° 148,(pag. 132) .
Raynaldo Rodulfi Iaconi 1227 - Canniviole di Trevi - testimone al rogito notarile - vedi Jacopo Martini Macii .
Raynaldus Thebaldi 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Fumi, doc. ined.st,Umbria, Foligno, 1879,pa. 297-299.
Raynerio Mathei 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Raynerio d.ñi mathei - figura nel msc. del 25 Marzo 1260 dell'archivio antico di Spoleto,Reg. fogl. 49 e 48. - Vedi Sansi, doc. ined ecc., pag. 312-314.
Raynerius Gregorij 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined,st.,Umbria,Foligno, 1879,pag. 297-299.
Raynerius Marini Raynerii 1254 - Castriritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Raynucii   1334 - Trevi - patronimico di Cola Raynucii de Trevio - Vedi.
Raynucii Nicholai 1254 - Castroritaldi - patronimico del Lambardo di Castriritaldi Nicholaus Raynucii Nicholai - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto, in Sansi, doc.,ined. Storia Umbria, Foligno, 1879,pag. 297-299.*
Raynucio Gualteri 1321 - Trevi - procuratore di Ugolino Massoli in un processo per simonia (vedi) - vedi anche Raynucio (senza patronimico, 1321), che è prob. lo stesso.*
Raynucio   1321 - Trevi - senza patronimico, ma è quasi certamente Raynuccio Gualteri (vedi) - inviato per ambasciata a Perugia - in Fumi-Reg. Ducato Spoleto, I,90 (pag. 511). Poi come procuratore di cinque individui di Mevania .Reg. IV, 2, (pag. 45). e di Ugolino Massoli.
Raynucio Bernarducci 1333 - Trevi - "Magister de Trevio - exbanditum, accusato di insultum ed aggressuram contra Castrum Trevii, et quoad voluit entrare cum scalas in Trevio" -vedi Fumi,Reg. Duc. Spol., in Boll. Storia Patria Umbra, vol.VI, n°12 (pag. 45).
Richeman-nus Transerici Berardi 1227 - Trevi - Ventura, Richemannus e Johannes Transerici Berardi cedono una enfiteusi ottenendone un rimborso . Vedi Matheo, Marescotto o Ranuccio Actonis Tebaldi.
Ricunius Jacobi 1274 - Trevi - Ricunius Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).*
Rinuzonus Brulli 1274 - Trevi - Rinuzonus Brulli - E' uno dei 74 cittadini Trevani inscritti nel msc. e che chiedono di raggiugere la pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga). (nominativo dubbio).*
Ritaldi   1026 - Castel Ritaldi - patronimico di Cesare Ritaldi (vedi), fondatore di Castelritaldi.
Rizardo Simoniti 1260 - Trevi - Capitaneo Rizardo Simoniti - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Roberto abate 1185 - S. Pietro di Bovara - II° abate del monastero di S. Pietro di Bovara - abate dal 1185 al 1193. ( vedi Jacobilli, Cronica di Sassovivo e Arch. Di S. Pietro di Bovara).*
Roberto   1180 - "Flumen Mortum et Gualdo di Trevi" - msc. 53 del 30 Ago. 1180 - "Mauro Abate di Sassovivo, …concede a Roberto ed ai suoi figli ed ai figli di Landrino cinque terre in localita Rio Secco e Gualdo e che il Monastero ebbe da Gentile di Ascari ecc…" -in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 3° vol., a cura di Capasso, Olschki, 1983. pag. 74-76 - fra i molti confinanti di quelle terre: Grimaldo, filii Landrini, Karisi, Flumem Mortum, Adamo, Raino.*
Rocie   1127 - "Pecte di Trevi" - msc. 68 del Mag. 1127 - E' il padre di "Johannes presbiter Rocie filius" che dona pro anima al Monastero di Sassovivo….la metà della Chiesa di S. Pietro, sita a Trevi, località Pecte" . Vedi.*
Rodolfo Adami 1103 - "Mungnole de Trevi" - msc. n° 146 del Marzo 1103 - "Rodolfo, figlio di Adamo, e sua moglie Franca vendono a Rodolfo e Berardo una terra sita nel gastaldato di Trevi, in luogo detto Mungnole" - "gastaldato Trevano" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. I°, a cura Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 220 - i confinanti con il terreno venduto sono: Acca, Berto, Petri e Franco (event. vedi).*
Rodolfo Inge 1122 - "Campolungo e Campum Dominicum di Trevi" - figlia di Inge - patronimico non conosciuto - msc. 46 del Ott. 1122 - "Porporella figlia di Inge, assieme ai suoi figli Rodolfo e Pietro, alla presenza del padre Benedetto suo mundoaldo, vende al Monastero di S.Croce di Sassovivo…. una terra in Ducato di Spoleto, gastaldato di Trevi, località Campolungo e Campum Dominicum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 57-58 - sono indicati come confinanti: Franco, nepotibus Peccionis, Rodulfo, Benedicto ed Acto.*
Rodolfo Albricis 1139 - "Raio in Padule Treviano" - msc. n° 101 del Lugl. 1139 - " Gionata prete, figlio di Ranieri, dona pro anima, al Monastero di S. Apollinare……una terra in località ecc"- E' uno dei confinanti che vengono indicati - vedi Ionathats Rainerii.*
Rodulfi   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lomb. Leonardo Rodulfi - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Reg. fogl. 49 e 48.
Rodulfi Karalfuri 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore.*
Rodulfo   1122 - Campolungo di Trevi - msc.46 del Ott. 1122 - è indicato come confinante di un terreno venduto - patronimico non riferito.
Rodulfo   1226 - "Mascari di Orsano" - msc. n° 154 del 15 Ott. 1226 - "Artenisio di Federico, e Giorgio del fu Enrico suo nepote refutano…..un manso a Mascari in terr. di Orsano, in favore di Rodolfo, Agresto e Ofreduccio, per….." - in Le Carte di….Sassovivo, vol VI°, de Luca, Olschki Firenze, 1976,pag. 225-226 - "actum ante ecclesiam Sancti Miliani in castrumTrevi" - testimoni: Martino consule Trevii, Munaldus Abuiamontis, Rodulfo, Johanne Amidei, Miliano, Bardonis, Saraceno.*
Rodulfo   1226 - Trevi - "ante eccl, Sancti Miliani in castro Trevi - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Rodulfus Lucini Petri 1373 - Cania - Podestà Vicario e Iurisperitus di Trevi nel 1° semestre del 1373 - Il podestà è Ponsianus de Ponsiani de Esculo (vedi).*
Rodulfus Iaconi 1227 - Canniviole di Trevi - padre di Raynaldo Rodulfi Iaconi - vedi Jacopo Martini Macii .
Rodulphi   1254 - Castroritaldi - patronimico di d.ns Transaricus rodulphi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Rodulphus Mathei 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto, in Sansi, doc. ined. storia Umbria, Foligno, 1879, pag. 297-299.*
Rodulphus Elpini 1226 - Castroritaldi - Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. - Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.*
Rodulphus Valentis 926 - Trevi - Sarebbe il capostipite della Nobile famiglia Valenti . Vedi Natalucci, pag. 790 e seg., cart. 1172 e seg. - Varie Genealogie . Il Campana riferisce vengano da Mantova.
Rolando   1201 - Trevi - msc. 3 del 1 Magg. 1201 - "Rolando, senza patronimico" - "Paolo di Berardo, a garanzia…..della dote a Berta, da in pegno a Berta e Rolando suo marito, i beni che possiede in Trevi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze,1976, pag. 5-6.*
Romito Adelardi 1231 - Trevi - nel. Msc. datato 18 Luglio 1231. Vince un giudizio contro Bonifacio Alcherii, con giudizio di Gerardo iudex comunantiae Trevii. Ciò nel msc. indicato, e trascritto in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo,vol. VII. a cura di Petronio Niccolai, 1974,pag. 254, in cui figurano come testimonianti: Teballo Rainerii, domino Brectulto Radicine e domino Bernardo Radicine : vedi.*
Rosello   1344 - Trevi - inviato "ambaxiator" a Perugia - Fumi-Registro Duc. Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.VI, 1900, n° 20, (pag. 258).
Rubey   1274 - Trevi - patronimico di Amaroi Rubey - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pace definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga).
Rubiani   1226 - Flamignanum, Bovanum e Cardeta di Trevi " - "filie Rubiani" - senza patronimico - sono confinanti con le proprietà elencate - vedi Berardo Ofreducii oppure Bonaventura Gualfredi.*
Ruggiero di Giligitto, di Bartholo, di Dialto 1295 - S. Pietro di Bovara - abate del monastero di S. Pietro di Bovara per un periodo di 39 anni, dal 1295 al 1335 (vedi Arch. S. Petri ecc. e Jacobilli,Cronica di Sassovivo) - è Ruggiero, di Giligitto, di Bartholo, di Dialto (sequenza genealogica ineguagliabile) - il di lui nonno Bartholo è probabilmente lo stesso che figura nel msc. Reg. fogl. 49, del 25 Marzo 1260 ed in altro msc. trascritto da Clemente Bartolini (fotocopia in nostro possesso ; e riguardante la nota questione che ebbe, con una parte dei monaci, che volevano eleggere come abate un monaco eremita, Grifo). Infine il bisnonno Dialto è importante, per la radice "dialti" di cui alle nostre ricerche. (vedi anche Natalucci, a pag. 158-160). Attuò anche il traferimento del monastero di S. Pietro di Bovara in quello di Sassovivo nel 1335, per difficoltà economiche e prob. politiche, ma il trasferimento venne successivamente annullato. (vedi Jacobilli e Natalucci). - E' quindi certamente vissuto tra il 1260 ed il 1345.*
Rustica   1119 - Flamignano e Padule di Trevi - msc. n° 31 del Mag. 1119 - "Rustica uxore Johannes" - " Giovanni, figlio di Centorello e sua moglie Rustica, donano pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo, in persona di Alberto Abate, tutto ciò che possiedono in Territorio di Trevi...nonchè la terra che hanno assegnato alla figlia Berta se questa rimarrà senza eredi" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 38-39.*
Rusticelli   1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.*
Rustico Benedicto 1128 - Matigge di Trevi - msc. n° 74 del Febb. 1128 - " Benedetto figlio di Pietro, insieme con i figli Ranieri, Alberto e Rustico, vendono pro anima al Monastero di S. Croce di Sassovivo… una terra in località Matigge ed altra in località Flume mortum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2°, a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 92-93 - confinano con dette località: filii de Nera, Tenioso, Benedicto, Leto, filii Tebaldi e filii de Albrico.*
Salamonis   1321 - Trevi - patronimico di Zaffino Salamonis.
Salomon Nuncupionis 1274 - Trevi - Salomon Noncupionis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto - patronimico dubbio.*
Saraceno   1226 - Trevi - "ante eccl, Sancti Miliani in castro Trevi" - testimone alla redazione di un atto riguardante un terreno a Mascari di Orsano -vedi Arteniso di Federico.
Saracenus Ursi 1226 - "Sassum Manciani di Trevi" - è teste alla vendita di una vigna - vedi Egidio Vivieni in msc. 30 Genn. 1226.
Saracinu Tignoso 1141 - Gualdu Raineri di Trevi - msc. 108 del Ott. 1141 - è uno dei confinanti di in terreno donato pro anima da Adenolfo de Rainuzone (vedi).
Sauli   1254 - Castroritaldi - patronimico di d.nus Bonacursus Sauli - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, msc. del 19 Giugno 1254. N.° 96 dell'Inventario nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Savini   1227 - Cannaviola di Trevi - è il patronimico di Provatus Savini - vedi.
Saxonus Melioris 1274 - Trevi - Saxonus Melioris - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga). (interessante il nome!).*
Scagno Teuci 1225 - "Castiglonum de Trevi" - testimonio ad un atto redatto a "Fracta Episcopi" di Trevi - vedi Egidio di Vivieno oppure Angelario Gualfredi.*
Scanio Teuci 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportati in Le Carte del Monastero di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Niccolai, 1974,pag. 33-34). - Presenti i fideiussori: Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, - sono testimoni: Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.*
Sciarra Ciardolo 1306 - Trevi - "Sciarra di Ciardolo di messer Benvenuto", ambasciatore di Perugia a Spoleto nel 1306; Podestà di Trevi nel 1313 (Natalucci, c. 1100, pag. 740 e 479).*
Sebastiani dominus 1213 - Trevi - Consul Trevii - Nella sentenza pronunciata a Trevi il 1 Ott. 1213 (carte di Sassovivo, IV, n° 208, pag. 328) come in Carlo Zenobi, Storia di Trevi, Trabalza, 1995, pag. 230 nota, si trova :"domini Massei, domini Mathei, domino Nevarie et domino Sebastiani consulum Trevi". Potrebbero essere i Consoli di Trevi al momento dell'assalto delle truppe Spoletine assecondate da Theopoldo Duca di Spoleto.
Sebastiani   1274 - Trevi - patronimico di Masseus Sebastiani - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Sebastia-nus Bunfatti 1274 - Trevi - Sebastianus Bunfatti - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - Msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto - patronimico dubbio.
Sebastia-nus Johannis 1274 - Trevi - Sebastianus Jolis - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammero ed Orzano del 1274- Sansi, docum. Ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto. Potrebbe essere il fratello di Valterius Jolis.*
Severinus Iohannis 1274 - Trevi - Severinus Iohannis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 12° riga).*
Sevinus   1227 - "Cagaja di Trevi" - "Sevinus de Spello" - senza patronimico - confinanti di un terreno dato in enfiteusi . Ev. vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.*
Sigismon-do di Pier Francesco Lucarini 1530 - Trevi - Sigismondo di Pier Fancesco Lucarini - Podestà ad Assisi, Ascoli, Faenza, e Fabriano nel 1540 - vedi Natalucci, cart. 1102.*
Sigismon-do Lucarini 1478 - Trevi - Podestà a Narni nel 1478 - vedi Natalucci , c. 1102.*
Simbaldi   1274 - Trevi - patronimico di Petronus Simbaldi - E' uno dei 74 cittadini Trevani richiedenti la pace con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 14° riga) - .
Simone Johannicto 1333 - Pissignano di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Simone Manentis 1400 - Trevi - personagio ricordato, per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano nel 1400, assieme ai suoi filgli Manenteschi, fino a quando furono tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci. (Dorio ed altri in "Historia Trinci").*
Simone Manenteschi o Manentilli 1377 - Trevi - Podestà di Firenze nel 1383 e 1395 - Ammirato, storia di Firenze, 2,765 e 846-4 e nel Natalucci,Historia di Trevi, p.741-742, c. 1102-1103. Vedi anche Manenteschi.*
Simone consul 1213 - Trevi - "Simone" (senza patronimico), "consul Spoleti....recipiens pro Comunitas Spuleti". Nel msc. indicato Thepoldus o Diopoldo di Vohburg, conte di Acerra e di Assisi, e duca di Spoleto, controllava allora Spoleto, Assisi, Montefalco, Bevagna, Castelritaldi. Condottiero di Enrico V viene premiato da Ottone che deve rientrare in Germania, ed eletto Duca di Spoleto.. concede a Spoleto di poter distruggere la rocca di Trevi ! vedi Sansi,Storia Duc. Spoleto, pag. 35 e sseg., e Sansi, docum ined.ecc, msc. del 16 Luglio 1213, Reg. fogl. 41 dell'arch. ant. del Comune di Spoleto, a pag. 222-223.*
Simone Angeli 1371 - Cesi - Podestà di Trevi nel 2° semestre del 1371 - (nel carteggio Bertolin-Fabretti del 1840, presso la Biblioteca Augusta di Perugia).*
Simonis   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lombardorum Thomassitto Simonis - figura nell'elenco nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Simoniti   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Rizardo Simoniti - figura nell'elenco del msct. 25 Marzo 1260,Reg. f.49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Sivino Phylippi 1260 - Trevi - "Capitaneo d.ño sivino d.ñi Philippi, syndaco et procurator Trebi" - nel Msc. 25 Marzo 1260,Reg.fogl. 49 e 48 dell'antico archivio di Spoleto.- è menzionato anche come parte attiva nella stesura del manoscritto del 22 Mag. 1274,( vedi Sansi, docum. Ined. pag. 332), sulla pacificazione con Spoleto e restituzione di 72 prigionieri trevani dopo i fatti di Cammoro ed Orsano. - vedi anche d.no Petro d.ni Thomaxi.*
Sivino galgani 1223 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.*
Sofhye   1274 - Trevi - patronimico di Petrucius Sofhye - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga) - (patronimico incerto).*
Soletece dominus 1227 - Castilionum de Trevi - "donno Soletece" - è un testimone alla vendita di un terreno - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Speranze Tardoni 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inventario, fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Spultivi   1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.*
Stefani   1321 - Trevi - patronimico di Cinello Stefani.
Stefanoni Gentilecti 1350 - Trevi - viene ucciso da Vannicto Jaohannis Venuttoni (vedi) - in Fumi-Reg. Duc. Spoleti, in Boll. St. Patria Umbra, vol.VI,1900, n°10, (pag. 63)
Stefuro Rodulfi 1186 - "Flumen Mortum - " - "filii de Stefuru de Rodulfo" - msc. n° 91 del Giug. 1186 - " Oddone Dupleri e Masseo, figli di Rainucii de Leto Muto,rinunciano ai diritti su una terra posta in località Flumen Mortum di Trevi ecc…." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 116-117.
Stephanus Benteva-gne 1274 - Trevi - Stephanus Bentevagne - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 -(Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 10° riga).*
Stephanus Jacobi 1274 - Trevi - Stephanus Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga). Fra questi vi sono quattro cittadini con il patronimico Jacobi).*
Stornulu   1274 - Trevi - patronimico di Gentilonus Stornulu - E' uno dei 74 cittadini Trevani sottoscriventi per la pace con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga). (patronimico strano).*
Strovele   1201 - Flamenia di Trevi - msc. n° 9 del 8 Ott. 1201 - "Strovele, senza patronimico" - " Pietro di Carone, …in pegno a Paolo e Strovele, dà una terra in vocabolo Flamenia, che a sua volta aveva avuto in pegno da Befanuccio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 12-13 - Fra i confinanti di detta terra : filii Alesi.*
Succio Acti 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.
Suffia   1320 - Spoleto - vedi Angelo Verucii.
Suppo   1141 - Gualdu Raineri di Trevi - msc. 108 del Ott. 1141 - è uno dei confinanti di in terreno donato pro anima da Adenolfo de Rainuzone (vedi).
Suppo   1205 - Matigge di Trevi - msc. 5 del 5 Sett. 1205 - "Nicola Abate da una parte e Suppone e Nittobiurus dall'altra, con l'aiuto di Bozio Abate di S. Pietro di Bovara, compongono una lite, concedendosi dei pegni in località Acabbia e Belvedanum, presso Matigge…..ecc." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 72-73 - sono fideiussori: Teucium Ugolini, Angelarium Rainaldi, Vivanium Johannis, Agrestum Salvangi, Berardum Primucirii, Machabeum Ruscolini e Odorisium Leonardi. - E' testimone Berarduccio di Adamuro. - Sono testimoni anche Munaldi Rudolfini, Bertolti Saraceni, Rudulfi Karalfuri.*
Suppone Ofreduccii 1187 - Camerino - vedi Manente de Trevi - anno 1187.
Symonis   1337 - Montisfalconis - patronimico di Vannis Symonis - vittima di adulterio da parte di Vannuccio Glilijcti (vedi)
Syndico   1325 - Trevi - "A Syndico Comunis Trevii pro compositione facta…quia non ceperunt malfactores". Penalizzazione ordinata dal Rettore del Ducato di Spoleto. Fumi,I Registri Duc. di Spoleto,in Boll. Storia Patria Umbra, vol. VI, 1900,pag. 38, n° 4.
Syndolfus   1180 - "Matige de Trevi" - msc. 57 del Dic. 1180 - "Syndolfo garantisce con la propria vigna di Matigge un mutuo contratto con Giglio e Matilda …..ecc" - non il patronimico - In Le Carte dell'Abbazia di S: Croce di Sassovivo, vol. 3°, a cura di Capasso, Olschki, Firenze, 1983, pag. 79 - fra i vicini confinanti sono indicati: filii Raineri, Orbene et Berardo, chiesa di Sanctus Stefanu,
Synibaldi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Ofreducius Synibaldi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu. 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Taddiono Nassi 1299 - Castel Ritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, ed è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. In Sansi, doc. ined.storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota. Nello stesso il Taddiono è anche indicato come confinante con il luogo indicato.
Talionassi   1254 - Castrorialdi - patronimico di Egidius Talionassi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Talionassus dominus 1213 - Trevi - "dominum Talionassum" - msc.208 del 1 Ott. 1213 - "Causa fra Talionasso, a nome della figlia Castellana, per la separazione (probab. per decesso) fra lei ed il marito Gerardo di Todino. Viene affidata ai magistrati di Trevi (vedi Gerardi iudex" - in Le Carte dell'Abbazia di s: Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976. pag. 328-330 -
Talionazus   1220 - Trevi - msc. 163 del 15 Febb. 1220 - "Martino giudice di Trevi, condanna Todino di Gentile, a restituire a Talionasso ed a sua figlia Castellana i beni ricevuti per il figlio Rogerio……" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 5° vol.,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 199-200 - lo stessa giudice vedi in msc. 6 Lugl. 1219 e del 1 Ott. 1213.*
Tancredonus   1204 - "Palude de Trevio" - msc. n° 44 del 1 Nov. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…..dà in pegno a Paolo di Berardo una terra sita nella palude di Trevi,ecc….." - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 4°, a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976, pag. 54-55 - fra i confinanti di detta terra, sono indicati : Tancredonus (senza patron), e dominus Raunucius.
Tardone   1227 - Castilionum de Trevi - senza patronimico - è un confinante di un terreno venduto - vedi Bonamancia Gilii oppure Vegio Gilii.
Tardoni   1299 - Castel Ritaldi - patronimico di Speranze Tardoni - vedi.
Tardonis Berardi 1225 - "Castiglonum de Trevi" - msc. 105 del 12 Ago: 1225 - "Egidio di Vivieno di Buonconte, con il consenso del figlio Manente, vende a Tardone di Berardo, ad Angelario di Gualfredo ed ai fratelli di quest'ultimo, la parte sua di un feudo sito presso Trevi, in località Castiglonum" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. VI°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze,1976, pag. 161-162 - già condotto da Arculanus e sua fratello, dai figli di Albertus Amici e da Tardonus. I confinanti sono: Bernardo, donnus Quido, Veiaronus, Michael Odorisii, Angelarius, Fulingnonus Rucii, Ofreducius Bernardini. filius Marini, dominum Masseum - Testi sono: Gualfredo Marini, Scangno Teuci, Bretulto Transuri, Astolese, Matheo Quiducii. - Notaio è Henricus. Atto redatto a "Fractam episcopi" di Trevi.
Tardono Berardi 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus, una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Monastero di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Niccolai, 1974, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.*
Tardono Berardi 1226 - "Sassum Manciani di Trevi" - msc. 120 del 30 Genn. 1226 - "Egidio del fu Vivieno, vende a Tardone di Berardo la metà di un terreno a vigna, posseduto pro indiviso con i figlidi Manente, sito nelle pertinenza di Trevi in località Sassum Manciani" - in Le Carte...Sassovivo, vol.VI°. De Luca, 1976, pag. 181-182 -come confinante è citato Ofreducius Bernardini. Testimoni sono Saracenus Ursi, Bonaventura Bonafidei, Paulus Adiuturi.
Tardonus   1225 - "Castiglonum de Trevii" - "Arculanus et frater eius" - senza patronimico - è il precedecte conduttore di un terreno che viene venduto - vedi Egidio di Vivieno - probabilmente è uno dei due nuovi acquirenti . Ed è anche un confinante delle terre vendute - Vedi Tardoni Berardii.*
Tebaldi   1274 - Trevi - patronimico di Petrono tebaldi - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274, Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra Trevi e Spoleto dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contempl. anche la restit. di 74 prigionieri trevani. - Fumi, doc. ined.,pag. 332.
Tebaldi   1082 - Mattige di Trevi - senza indicazione di patronimico - in un msc. - è il confinante di un terreno che viene donato, dal conte Ugo del conte Offredo (vedi).
Tebaldi   1128 - Matigge di Trevi -" filii Tebaldi" confinano con un terreno venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Tebaldo Rainerii 1228 - Trevi - Manens domini Egidii, rilascia con il fratello Angelus una ricevuta a tale Tardono di Berardo, in Trevi, (nel msc. del 28 Genn. 1228 ed altro del 8 Giugno 1228, riportato in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII. a cura di Petronio Niccolai, 1974, pag. 33-34) ed ai fideiussori Tebaldo Raineri, Becio Angelarii, Scanio Teuci e Criseo Hofreducii, alla presenza di Petro Guilelmi, Mariano Petronis, Jacobo Benedictonis e Angelario Valfredi.*
Tebaldo Kera 1163 - Matigge - msc. 214 del Nov. 1163 - "Tebaldo di Kera e suo fratello Gennaro, vendono a Egidio e a sua madre Matilde, una chiusa con tutti gli alberi ivi esistenti, sita in Ducato di Spoleto, località Matigge.- in Le Carte dell'Abbaziadi S. Croce di Sassovivo, 2° vol., a cura di De Donato, Olschki, Firenze. 1975. pag. 246-247 - confinano con detta terra: terra Oderisii Viviani, Goconis, Franconis, Berarducii et Adiutoli
Tebaldo Ranieri 1220 - Matigge - "Nicolaus abbas monasterii Saxivivi - msc- n° 167 del 2 Aprile 1220 - "Nicola, abate del monastero di Sassovivo ad laborandum a Tebaldo di Raniero una vigna in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 203-204.
Tebalducius Rainucii 1204 - "palude Trevii" - msc. n° 37 del febb. 1204 - "Pietro di Carone, per garantire un mutuo…., dà in pegno a Paolo di Berardo una terra nella palude di Trevi,…..che era stata ottenuta a sua volta da Giacomo di Guido" - Fra i confinanti Tebalducio Rainucii e l'cclesia di S. Pietro.
Tebaldus Rainerii 1220 - "Matigia"- figura in una cartula, n° 169, del 8 Aprile 1220, relativa ad una vigna in Matigia di Trevi. E' trascritta nel Libro dei Censi dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, Perugia,1967, pag. 119
Teballo Rainerii 1231 - Trevi - Vedi "Gerardus iudex ordin. et communantiae Trevii"- figura come presenziante in un msc. del 18 Luglio 1231, in Le carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo, trascr. di Giovanna Petronio Nicolai,1974. VII, pag. 254-255. Alla presenza di tre testimoni, evident. di Trevi, Teballo Rainerii, d.no Brectulto Radicine e Bernardo Radicine. - vedi anche questi. - Teballo figura in altro msc. a pag. 220 (actum in Flaminiano , fuerunt in ospitale infirmorum Trevii).
Teballo Ranierii 1225 - Matigge - msc. n° 74 del 31 Genn. 1225 . "Angelo, abate di Sassovivo, concede in enfiteusi per 20 anni a Teballo di Ranieri un casalino con alberi sito in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 6°, a cura di De Luca, Olschki, Firenze, 1976, pag. 112-113 - confinanti del terreno sono: ipse Teballe, filii Bonicomitis, Rapecius Raineri, Berardus Raini. - Testimoni: donnus Orbene, Beccus Angelerii e Aiutus. Philippus il notaio.
Teballus Rainerii 1225 - Matigge - è teste alla stipulazione di un terreno . Vedi Orbene Monacho - ma era anche parte attiva in altro atto : vedi Teballus Rainerii. Probabilmente i presenti si scambiavano le funzioni alla celebrazione di vari atti, nella stessa seduta.*
Tenioso   1128 - Matigge di Trevi - "Tenioso" , senza indic. di patronimico, è il confinante con un terreno che viene venduto - Vedi Benedicto Petri 1128 Trevi -
Teotedexi Jacobi 1274 - Trevi - Teotedexi Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga). Fra i captivi ve ne sono quattro con il patronimico Jacobi).*
Teuci   1228 - Trevi - patronimico di Scanio Teuci: vedi.
Teucium Ugolini 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Thalionasso Bartholo 1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. Inediti Storia Umbra, Foligno, 1879,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Thebaldi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Raynaldus Thebaldi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu. 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Thebaldi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Ofredutius Thebaldi - figurano nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu. 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Theballi   1254 - Castroritaldi - patronimico di Egidius Theballi - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell'"Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Theodini   1260 - Trevi - patrinimico del nonno del Capitaneo Jahnocto Jacobi Theodini - vedi.
Theoducio Bartholi 1337- Castrolitaldi - multati dal Rettore del Ducato di Spoleto, "quia fecerunt rumorem in dicto Castrum" - in Fumi, Reg. Dc. Spol., vol. VI, 1900, n° 21, pag. 243 - vedi anche Pucio Bartholi.
Theopoldus di Vohburg 1212 - Spoleto - Nel msc. indicato Thepoldus o Diopoldo di Vohburg, conte di Acerra e di Assisi, e duca di Spoleto (controllava allora Spoleto, Assisi, Montefalco, Bevagna, Castelritaldi). Condottiero di Enrico V viene premiato da Ottone che deve rientrare in Germania, ed eletto Duca di Spoleto.. e concede a Spoleto di poter distruggere la rocca di Trevi! vedi Sansi,Storia Duc. Spoleto, pag. 35 e sseg., e Sansi, docum. ined ecc, msc. del 16 Luglio 1213, Reg. fogl. 41 dell'arch. ant. del Comune di Spoleto, a pag. 222-223, ed anche msc. 25 Genn. 1214, Memor. Com. fogl.66 del arch. ant. Com. Spoleto
Thome Dialti 1260 - Trevi - Capitaneo Thme dialti - figura nel noto msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Thome Massioli 1333 - Pissignano di Trevi - nel msc. b.1,n° 17, dell'Archivio Comunale di Trevi . dato in Spoleto il 18 Novembre 1333,Frater Bartholus de Florentia Episcopus Spoletani, concede agli eremiti Leonardo Johannis de Montefalcone, ac Johanni Dialti, Simoni Johannicti et Thome Massioli de Trevio, di fondare l'eremo dei SS. Marco e Giacomo in Pissignano di Trevi. *
Tholomei   1260 - Trevi - patronimico del Capitano Nicolao Tholomei - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260 , Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto
Thomas Manentis 1260- Spoleto - Sindaco del Comune di Spoleto, partecipe del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 dell'arch. Antico del Comune di Spoleto (federazione fra Trevi e Spoleto) in Sansi, doc. Ined. St. Umbria, Foligno, 1879,pag. 312-314.
Thomasii   1320 - Trevi - patronimico di Lolo Thomasii
Thomassitto Simonis 1260 - Trevi - Capitaneo Lomb. Thomassitto Simonis- figura nell'elenco nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, Vedi Sansi, doc. ined. Storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Thomassono Vivieni 1260 - Trevi - Capitaneo Thomassono d.ñi Vivieni - figura nel msc. 25 Mar.1260, Reg.fogl. 49 e 48 dell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi : Sansi, docum. Ined.Storia Umbria, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Thomaxi dominus 1274 - Trevi - d.no Petro d.ni Thomaxi - è fra i Trevani che partecipano alla stesura del manoscritto del 22 Magg. 1274,Mem. n° 72, dell'arch. antico del Comune di Spoleto, per la pacificaz. fra T. e Spoleto dopo i fatti di Cammoro e Orsano, contemplante anche la restit. di 72 prigionieri trevani.*
Thomaxitus Gentilis Actamani 1274 - Trevi - Tomaxitus filius Gentilis Actamani - E' uno dei 74 cittadini Trevani richiedenti la pace con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 9° riga). Nella stessa richiesta è anche il padre Gentilis Actamani - vedi.*
Thome Fillizane 1299 - Castelritaldi - Appare in un msc. del 30 Sett.1299, Inv. Fogl. 98 dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e che è una diffida diretta a 18 persone di Castelritaldi che vogliono edificare un palazzo, in località Casalena di Castelritaldi. - In Sansi, doc. ined. storia Umbria. ecc., Foligno,1879, pag. 369, nota.*
Thome eremita 1289 - Trevi - "Beati Thomae de Trevio" - eremita dell'ordine dei minori - v. Natalucci c. 978.
Thome   1274 - Trevi - patronimico di Angelonus Thome - E' uno dei 74 cittadini Trevani richiedenti la pace con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 7° riga).*
Tiburzio Sigismondi Lucarini 1511 - Trevi - Podestà di Narni nel 1511 - v. Natalucci , c. 1104
Todino   1213 - Trevi - "Todino è il padre del marito di Castellana" - msc.208 del 1 Ott. 1213 - "Causa fra Talionasso, in nome della figlia Castellana, per la separazione (probab. per decesso) fra lei ed il marito Gerardo di Todino. Viene affidata ai magistrati di Trevi (vedi Gerardi iudex)" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, 4° vol., a cura di Bartoli Langeli, Olschki, Firenze, 1976. pag. 328-330 -
Todino   1231 - Trevi - patronimico di Gilio Todini (vedi).*
Tomaso di Pietro Manenti 1232 - Trevi - 35° Podestà di Foligno - "Tomaso di Pietro Manenti di Trevi; la cui fameglia Manente discende da quella de Domo da Spoleto, nel 1232". - (in Jacobilli, discorso sulla città di Foligno,1646, pag. 62); e in Natalucci, vedi c.1104.*
Tomaso Nicole 1220 - Trevi - teste ad un giudizio del giudice Martini . Vedi Martini iudex.
Tomasso frate 1295 - S. Pietro di Bovara - frate del Monastero di S. Pietro di Bovara. - figura nominato nel noto manoscritto di cui all'abate Rugiero.
Tomasso Manenteschi 1400 - Trevi - personagio ricordato per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano nel 1400, assieme al padre Simone Manenti ed ai suoi fratelli Giovanni, Vicorbano e Francesco Manenteschi. Furono poi tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci. (Dorio ed altri in "Historia Trinci").
Tomaxitus Benadacti 1274 - Trevi - Tomaxitus Benadacti - E' uno dei 74 cittadini Trevani citati e che chiedono si addivenga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga) * .
Tomaxitus Jacoboni 1274 - Trevi - Tomaxitus Jacoboni - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga)* .
Transarici   1228 - Trevi - patronimico di Crissio e Dopluccio Transarici. Nel msc. del 13 Agosto 1228, trascritto in Le Carte del Mon. di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Giovanna Nicolai,1974, pag. 41-42, - "Bellitia, moglie di Iacopo di Arnolto, vende a Crissio e Dopluccio Transarici, un pezzo di vigna in località Flamignano a sud di Trevi". - Sono testimoni: Benvenutus, Attus e Bonaventura Pauli.
Transarici   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Francescono Transarici - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Transarici   1299 - Castel Ritaldi - patronimico di Bordono Transarici - vedi.
Transaricus Rodulphi 1254 - Castel Ritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined.,st.,Umbra, Foligno, 1879, pag. 297-299.
Transaricus Magalocti 1254 - Castel Ritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Transaricus (Rodulphi Elpini) 1226 - Castel Ritaldi - figlio di Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto. Garante è nominato Bonuscentre Odoriscij de Castro Ritaldi.
Transerici Rodulfi 1227 - "Cagaja di Trevi" - "filli Transerici Rodulfi" - confinanti di un terreno dato in enfiteusi . - vedi Matheo o Marescotto Actonis Tebaldi.
Transericus Petri 1149 - "Curtis Beroide" - msc. 144 e 145 del Marzo 1149 - "Enrico prete e Transarico chiedono all'Abate di Sassovivo Michele di concedere la terza parte di ciò che il Monastero possiede a Beroide, ad eccezione degli uomini e della terra appartanenti ai valvassori di detto luogo". - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 2° a cura di De Donato, Olschki, Firenze, 1975, pag. 169-171.*
Transericus Berardi 1227 - Trevi - padre di Ventura, Richemannus e Johanne Transerici Berardi - vedi. Matheo e Marescotto Actonis Tebaldi.
Tudinum Ientilis 1219 - Castelritaldi - Todino è il padre del marito di Castellana (prob. deceduto) - msc. 144 del 6 Lugl. 1219 - "Pietro, priore della chiesa di S, Pietro di Massa Martana, per mandato di Onorio, ed in contumacia di Marcolfo, Martino e Todino di Gentile da Trevi, che detengono in pegno beni di Castellana da Castel Ritaldi, ....immette la donna in possesso dei propri beni" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°, a cura di Roselli,Olschki, Firenze, 1979, pag. 178-179.*
Ugo Ofredi 1082 - Matigge di Trevi - msc. n° 20 - datato Giugno 1082 -"Il conte Ugo, figlio del conte Offredo, dona a Mainardo eremita, per la Chiesa di S. Maria di Vecli (successivam. S. Croce di Sassovivo), una terra a Mattige" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I°,a cura Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 32. - vedi anche Tebaldi, 1082.*
Ugo Gualtieri 1106 - "Padule (prob. Turris) di Matigge di Trevi" - msc. 167 dell'Apr. 1106 - "Il Conte Ugo dona all'ospedale del Monastero di S. Croce in Matigge due terre ad Padule" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I°, a cura di Prof. Cencetti, Olschki, Firenze, 1973, pag. 247-248 - confinano con il terreno donato, Bernardu ed il presbiter Acto - vedi.*
Ugolini   1260 - Trevi - patronimico Capitaneo Angelicto Ugolini - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fgl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ugolini   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lomb. Patrono Ugolini - figura nell'elenco del msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Ugolini   1274 - Trevi - patronimico di Petronus Ugolini - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammooro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri.*
Ugolino Massoli 1321 - Trevi - "de Valle sancti Angeli, clerico prebendato et canonico Ecclesie sancti Viti - per simoniam". Viene punito dal Rettore del Ducato di Spoleto. - Vedi Fumi, Reg. Duc. Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899,n° 225, (pag. 138)
Ugolino Monaldeschi 1358 - Trevi - discendente dalla famiglia dei Monaldeschi di Orvieto - signori e nobili.
Ugolino Novello Trinci 1343 - Trevi - Podestà di Trevi nel 1343 - v. Natalucci pag. 480
Ugolinus   1216 - Trevi - "Ugolinus de Trevio" - senza patronimico, è teste rogato nel msc. del 28 Giugno 1216, Reg. fgl. 41 e 77, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, e riguarda l'affitto di un terreno, donato alla scadenza di detto affitto, al Monastero di S. Concordio di Spoleto. Vedi Sansi,doc. ined. ecc, pag. 225-227.*
Ugonis   1157 - "Matica" di Trevi - Matigge - msc. 183 del Genn. 1157 - I "filii Ugonis" sono confinanti con il terreno che viene venduto - vedi Massaia Alberti - 1157.
Valente Giacomo 1361 - Trevi - Valens domini Jacobi - Priore a Trevi nel 1361 -v. Natalucci , Historia di Trevi,1985, p.743-744, cart. 1105.*
Valenti   926 - Trevi - patronimico di Rodulphus Valentis, capostipite di famiglia nobile ben nota. Vedi Rodulphus Valentis
Valentinus Massey 1274 - Trevi - Phylipponius Massey - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 8° riga).*
Valeri   1274 - Trevi - patronimico di Rapetitus Valeri - E' uno dei 74 cittadini Trevani che sono elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. datato 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 6° riga) -*
Valterio Spultivi 1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Fumi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Valterius Petrucci 1254 - Castroritaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, doc. ined., storia Umbria, Folign, 1879, pag. 297-299.
Valterius Johannis 1274 - Trevi - Valterius Johannis - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274- Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332 - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto. - Potrebbe essere il fratello di Sebastianus Jolis- vedi.
Vanne Corradi 1335 - Castrolitaldi - Viene condannato dal Rettore del Ducato di Spoleto, "pro compositione facta…quia voluit turbare cum eius frate Cicco, pacificum statum ipsius castri" . Fumi, Reg; Ducati Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol.IV,1898, n° 48, e n° 50, (pag. 50)
Vannem Symonis 1337 - Montisfalconis - Vannem Symonys è il marito di Venetutia, che consumerà adulterio con Vannuccio Gilijcti - Vedi quest'ultimo.
Vannicto Johannis Venuttoni 1350 - Porcaria de Trevi - accusato di omicidio di Stefanoni Gentilecti di Trevi - Fumi,Reg. Duc. Spoleti, in Boll. Storia Patria Umbra, vol. IV, 1898, n° 10,(pag. 63).
Vannis Berardi 1335 - Camerino - Sindaco del Comune di Trevi nel 1° semestre dell'anno 1335 (lettera di Clemente Bartolini a Ariodante Fabretti nel 1840 circa) .*
Vannuccio Lietis 1334 - Trevio - multato " per insultum et rumorem contra potestatem Trevii" - assieme a Lieto et Miliano (Emiliano) Alecnete, e Nicholao Lietis - vedi anche procuratore Milianucio de Trevio.
Vannuccio Gilijcti 1337 - Castrolitaldi - accusato di adulterio con Venetutia, consorte di Vannis Simonis - viene giudicato dal Rettore del Ducato di Spoleto e confinato a Montisfalconis - Fumi- Reg. Duc. Spoleti,in Boll. Storia Patria Umbra, vol. VI, 1900,n° 24, (pag. 243).*
Varcannanti   1254 - Castrolitaldi - patronimico di Vivieni Varcannanti - figura nell'elenco dei Lambardi di Castroritaldi, nel msc. del 19 Giu.1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto.*
Varvenus Massey 1274 - Trevi - Varvenus Massey - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati e che chiedono pacificazione definitiva a Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 6° riga).*
Vectonis   1226 - Castroritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti,pag. 242, disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.
Vegio Gilii 1227 - Castilionum di Trevi - msc. 192 del 29 Magg. 1227 - "Bonamancia di Egidio vende al fratello Vegio la terza parte di un terreno sito in Castilionum di Trevi" - in Le Carte di….Sassovivo, De Luca, vol. 6°. Olschki, Firenze, 1976. pag. 275-76 - Confinano con detta terra : filius Marini, Tardone, Caliverni, Crisius Iuvanuri. - Sono testimoni Matheo Sgannafratris, donno Soletece, Johanne Milane.
Veiaronus   1225 - "Castiglonum de Trevii" - è un confinante con un terreno venduto a "Fracta Episcopi de Trebio" - senza patronimico - Vedi Egidio di Vivieno o Angelario Gualfredi.
Ventura monachus 1231 - S. Pietro di Bovara - "Ventura dictus fuit monachus vel oblatus Sancti Petri in Bovaria". Figura in un msc. del 2 Giugno 1231, redatto a Montefalco e riguardante un pezzo di terra e trascritto in Le Carte del Monastero di S. Croce di Sassovivo,vol. VII°, a cura di Petronio Niccolai Giovanna, 1976,pag. 246.*
Ventura Iuntore 1235 - Matigge - Nel msc. c.28-LXV, 1235 dicembre 9, riceve in enfiteusi, dall'Abbate Angelo del Monastero di S.Croce di Sassovivo, un piccolo pezzo di terra sito in Mattige. Il msc. è trascritto nel Libro dei Censi del Mon. di S. Croce di Sassovivo,curato da R. Capasso, ed. Boll. St. Patria Umbra, Perugia, 1967, a pag. 52.
Ventura monachus 1310 - Pissignano - Beato Ventura dal Castello di Pissignano - Trevano - dimorò nella grotta di S. Marco - numerosi miracoli - vedi Natalucci c. 979-980. Sepolto in S. Francesco di Trevi 11 Lug. 1310, e riesumato il 26 Dic. 1593 (Natalucci pag. 136) Nella stessa chiesa nel 1532 furono restaurate le sepolture di 19 famiglie ed altre singole (Natalucci pag. 137).*
Ventura Vitalis 1274 - Trevi - Ventura Vitalis - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).*
Ventura Bonifantis 1274 - Trevi - Ventura Bonifantis - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 15° riga).*
Ventura Jacobi 1274 - Trevi - Ventura Jacobi - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si giunga a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - (Sansi, docum. ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332). - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 13° riga). Fra i captivi ve ne sono quattro con il patronimico Jacobi).*
Ventura Transerici Berardi 1227 - Trevi - Ventura, Richemannus e Johannes Transerici Berardi cedono una enfiteusi ottenendone un rimborso . Vedi Matheo, Marescotto o Ranuccio Actonis Tebaldi.
Venturoni   1274 - Trevi - patronimico di Angelus Venturoni - E' uno dei 74 cittadini Trevani che chiedono pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum.ined. per St. Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. posiz. in 5° riga) -*
Venuttoni   1350 - Porcara di Trevi - patronimico di Johannis Venuttoni - vedi.
Vereteris   1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Johannono Vereteris - figura nel msc. 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Veri   1344 -Trevi - antica famiglia trevana di medici e legali (Natalucci, Historia di Trevi,1985,pag. 799, cartula1184)
Verucii   1320 - Trevi - patronimico di Angelo Verucii
Verus Verii 1367 - Trevi - Capitano e soldato a Narni - e per gli Orsini - Dorio, mem. Umbria, ms.,12, 229.
Verus Verii 1543 - Trevi - Governatore di Todi e Podestà a Perugia.- Natalucci, c. 1104 bis.
Vespasiano Petrelli 1518 - Trevi - Podestà di Orvieto nel 1518 -v. Natalucci, c. 1104
Vicinello   1225 - Matigia - è uno dei confinanti di un terreno . Vedi Orbene monacho -
Vicinellus   1217 - Matigge - msc. n° 89 dell'Agos. 1217 - "Buonaddotto e Vicinello concedono ad laborandum e ad pastinandum ad Egidio Monaco una piccola terra in Matigge…" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. 5°,a cura di Roselli, Olschki, Firenze, 1979, pag. 104-105 - vedi anche Bonusaductus.
Vicorbano Manentes-chi 1400 - Trevi - personagio ricordato per questioni di proprietà della chiesa di S. Filippo di Pelano nel 1400, assieme al padre simone Manenti e i suoi fratelli Francesco, Giovanni e Tomasso Manenteschi. Poi saranno tutti cacciati nel 1421 da Corrado Trinci. (Dorio ed altri in "Historia Trinci").
Vilgelmo Ardenguccij 1226 - Castel Ritaldi - testimone convocato da Rodulphus Elpini de Castro Ritaldorum, che nel msc. del 15 Sett. 1226, in Sansi, Doc. inediti Storia Umbra, Foligno, 1879,pag. 242,- disereda i figli, Transaricus ed Elpinus, per ingiurie ricevute, e dona i suoi averi alla Cattedrale di Spoleto.*
Vitalis   1274 - Trevi - patronimico di Ventura Vitalis - E' uno dei 74 cittadini Trevani elencati nel msc. e che chiedono si arrivi a pacificazione definitiva con Spoleto, dopo i fatti di Cammoro ed Orsano del 1274 - Sansi, docum. ined. per Storia Umbra, Foligno, 1879, nota a pag. 332. - msc. del 29 Maggio 1274, del Memoriale, fogl. 66, dell'archivio antico del Comune di Spoleto, che conclude la pace con Spoleto, e la restituzione dei prigionieri. (nel msc. orig. posiz. in 11° riga).*
Vivanium Johannis 1205 - Matigge di Trevi - msc. 55 del 5 Sett. 1205 - vedi Nicolaum abbate 1205 Trevi - è un testimone e fideiussore -
Vivieni   1254 - Castroritaldi - patronimico del nonno del Lambardo di Castroritaldi Johannes Jacobi Vivieni - vedi.
Vivieni   1254 - Castroritaldi - Patronimico del nonno del Lambardo Jacobus Phylippi Vivieni, Penso che Andrea e Jacobus Phylippi Vivieni fossero fratelli. Vedi.
Vivieni   1254 - Castroritaldi - patronimico del nonno del Lambardo Andrea Phylippi Vivieni - è presumibile che Andrea ed Jacopo Phylippi Vivieni, fossero fratelli - vedi.
Vivieni dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo d.ño Acto d.ñi Vivieni - figura nel mns. del 25 Marzo 1260, Reg. fogl. 49 e 48, dell'Archivio antico del Comune di Spoleto.
Vivieni Bonaventure 1260 - Trevi - Capitaneo d.ño Vivieni d.ñi Bonaventure - figura nel msc. del 25 Marzo 1260, dell'arch. Antico del Comune di Spoleto. Vedi Sansi, memorie ined., Storia Umbra, Foligno, 1879, pag. 312-314.
Vivieni dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Lomb. Massarono d.ñi Vivieni - figura nel msc. 25 Marzo 1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Vivieni dominus 1260 - Trevi - patronimico del Capitaneo Thomassono d.ñi Vivieni - figura nel msc. 25 Mar.1260 dell'archivio antico del Comune di Spoleto.
Vivieni Varcannanti 1254 - Castrolitaldi - figura nell'elenco dei Lambardi Signori di Castroritaldi, nel msct. del 19 Giugno 1254, n.° 96 dell' "Inventario" nell'archivio antico del Comune di Spoleto
Vivieni filii 1223 - Grole diTrevi - confinante di un pezzo di terra a Grole di Trevi - vedi Paolum 1223.
Vivienus Bonicomitis 1225 - Trevi - è il padre di Egidius Vivieni Bonicomitis - vedi. - è sicuramente deceduto nel 1225 - Egidius filius quondam domini Vivieni nel msc. 120 del 30 Genn. 1226.*
Vivigeri Caronis 1107 - Matigge di Trevi - msc. n° 169 del Apr. 1107 - "Atto e Vivigeri, figli di Carono, e Azzo figlio di Borga donano all'Abate Alberto per il Monastero di S. Croce di Vecclie la chiesa di S. Andrea e la terra di loro proprietà in Matigge" - in Le Carte dell'Abbazia di S. Croce di Sassovivo, vol. I° a cura Prof. Cencetti, ed. Olschki, Firenze,1973, pag. 250-251 -
Zaffino Salamonis 1321 - Trevi - mag. Zaffino mag. Salamonis de Trevio - assistito da Phylippo Paulicti (vedi). - Per violazione dell'interdetto.- Fumi, Reg. Duc. Spol. In Boll. Storia Patria Umbra, vol.V, 1899, n°165, (pag. 132)
Zolo Petri 1123 - Castrolitaldi - procuratore di Joli Acti de Castrolitaldi - condannato dal Rettore del Ducato di Spoleto a causa della perdita del Castello di Castagnola - Vedi Fumi, Reg. Duc. Sp., in Boll. Storia Patria Umbra, vol. IV, 1898, n° 31,(pag. 142) - vedi anche Joli Acti.