Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Trevi - Catasto Gregoriano

o Vecchio Catasto

 

Il Vecchio Catasto o Catasto Gregoriano, fu istituito da Pio VII nel 1816 ed è entrato in vigore  sotto Gregorio XVI nel 1835.

Il rilevamento dell'area urbana di Trevi risale al 1819

Ne esistono due copie, conservate negli Archivi di Stato di Perugia e di Roma

Sono reperibili in rete alle pagine: http://www.bonificaumbra.it/index.php?page=catasto_gregoriano  e
  http://www.cflr.beniculturali.it/Gregoriano/mappe.php  alla quale si fa riferimento

Altre mappe sono reperibili in: http://www.protrevi.com/protrevi/mappa1819.asp
http://www.flickr.com/photos/llrrap/4406753150/ 

Alla pagina  Brogliardo sono stati trascritti tutti

i nomi dei proprietari a cui erano intestati gli immobili dell'area urbana di Trevi

La trascrizione è stata  redatta solo per un primo esame del "Catasto Gregoriano" e per permettere una ricerca rapida dei nominativi dei proprietari, senza dover scorrere tutte le pagine.

PER OGNI INCERTEZZA o PER APPROFONDIRE LA RICERCA è indispensabile consultare l'originale on-line alla pagina: http://www.cflr.beniculturali.it/Gregoriano/mappe.php    poi cliccare su Spoleto e quindi su Trevi

 

NOTE DI TRASCRIZIONE

La colonna originale del Brogliardo, che conteneva le generalità dei POSSIDENTIè stata sdoppiata in COGNOME e NOME. Più proprietari dello stesso immobile sono stati registrati su più righe. Per non appesantire le suddette colonne, alcune descrizioni dettagliate (di solito riguardanti gli enti proprietari) sono riportate nell'ultima colonna NOTE.

Pertanto  AD ESEMPIO,  alla pagina 1, numero 5, sub2 , è stato riportato su due righe e tre colonne (COGNOME, NOME e NOTE) il testo originale che così recita:
Possidenti: "
Dignità Renzi di 2^ Erezione nel Capitolo di S. Emiliano in Trevi - god° da Petroni prete Innocenzo q. Gianbatta e Iorelli Prete Pietro q. Giuseppe"

In carattere CORSIVO sono evidenziate le modifiche evidenti apportate successivamente  al testo originale abraso. Le correzioni dovrebbero pertanto interessare la variazioni intercorse tra la stesura e l'entrata in vigore.

Alla Colonna VOCABOLO di solito è riportato il nome soltanto alla prima riga della pagina, mentre nelle sottostanti non è ripetuto ma  è annotato "detto". Non sempre cambia la denominazione del vocabolo nel corso della pagina, quindi la denominazione è indicativa e potrebbe non corrispondere al reale. Per consentire una differente ordinazione, la parola "detto" è stata sostituita con il vocabolo a cui "detto" si riferisce. In GRASSETTO sono trascritti i vocaboli effettivamente scritti nell'elenco originale, mentre quelli riportati in carattere "normale" sono stati ripetuti al posto della parola "detto".



Ritorna alla PAGINA INDICE                             

128


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 15 aprile 2016.