Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Proverbi Umbri raccolti da Oreste Grifoni

45 -   CONTADINI - MONTANARI - MEZZADRI   (pagg. 134-135 )

 

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                          Pagina successiva

 

Nota: Tra parentesi acute < > riportato il numero della pagina.

 

1.

 

- Contadinu, scarpe 'rsse (grosse) e cervellu finu.

 

2.

 

 - Quannu lu villanu sta su lu ficu 'n' ariconosce n parente, ne amicu.

Abruz.

 

 - Quenne lu cafone sta sopr' a lu ficu nn parinde n bonne amicu.

 

3.

 

 - Lu meju; de lu villanu. lo fle.

 

4

 

 - A cattiu zappatore, 'gni zappa' j peggiore.

 

5.

 

 - Ne sa pi lu montanaro quanno dorme, che lu diavulu quanno veja.

Si dice anche della donna.

 

6.

 

 - L'asinu de montagna caccia quillu della citt.

L'estraneo caccia il paesano dalle cariche, dagli onori ; pi stimato.

 

7.

<135>

 

 - Ficora (fico) fatta, in mmocca me casca, ma lu sbordone (fico duro e tardivo) pe' lu padrone.

 I migliori frutti sono per il mezzadro, gli altri pel padrone.

 

8.

 

 - l'ora de lu moscatellu, lu contadinu se magna lu pi bellu;  se ci armane (ci rimane) un graspuione (grappolo poco ricco di uva) pe' lu minchione de lu padrone.

 

9.

 

 - Villani e cipolle non frno mai in grazia di Dio.

 

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                          Pagina successiva

305


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 22 aprile 2014.