Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Proverbi Umbri raccolti da Oreste Grifoni

19 - FORTUNA E IL SUO CONTRARIO - DESTINO  (pag. 73-75)

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                       Pagina successiva

 

Nota: Tra parentesi acute < > riportato il numero della pagina.

 

<73>

1.

 

 - Furtuna e dormi.

 Chi fortunato non occorre che si affatichi. Egli pu fare tranquillamente i suoi sonni.

Abruz.

 

 -.Fortun'e ddurmi e lassa la cas'aperte

Franc.

 

 - Bonheur passe merite.

 

2.

 

 - La fortuna cca.

Lat.

 

 - Fortuna est caeca dux.

Franc.

 

 - La fortune est aveugle.

 

3.

 

 - Vi esse fortunatu? Fa' la spia e fa' lu latru.

 

4.

 

 - L'acqua va al mare e 'l sassu a la maceria granne; - e

 - Tutti li fiumi v al maru.

 La fortuna aggiunge sempre nuovi doni ai fortunati.

Franc.

 

 - A l' heureux, I' heurex!

 

5.

 

 - La fortuna va 'nte (tra) le mani de chi non la conosce.

Lat.

 

 - Fortuna favet fatuis

Franc.

 

 - La fortune rit aux sots.

 

6.

 

 - La fortuna va reto (dietro) a li bastardi.

 

7.

 

 - Quanno la fortuna sona, ognunu valla.

 

8.

 

 - Chi muta paese, muta fortuna.

 

9.

 

 - Se gira la rota va tutto bene.

<74>

 

 

10.

 

 - Lu munnu fatto a scala: chi lu scenne e chilu sala (sale).

Abruz.

 

 - Lu munno fattu a scale: chi saje e chi cale.

Rav.

 

 - El mond l' fatt a scarpazza: chi s' elza e chi s'abbassa.

Franc.

 

 - Le monde est fait comme un degr, l'un le monte et l'autre le descend.

 

11.

 

 - Chi dal male passa al bene, ha un paradiso che convne;

     chi dal bene passa al male, ha un infernu naturale.

 

12.

 

 - E' meju nasce' furtunati che ricchi.

 

13.

 

 - Pe' fa' fortuna ce vle testa, tistuni (moneta toscana) e il diavulu (la donna) che te porti.

 

14.

 

 - Chi va pe' fa' fortuna, sale co' la scala e cala co' la funa.

15.

 

 - Quanno la furtuna s'attacca a 'na casa, non la lascia pi; - e

 - Ben arrita, disgrazia, se s sola.

Franc.

 

 - Un malheur n'arrive jamais seul.

 

16.

 

 - Le disgrazie f mette la capoccia a partito.

 

17.

 

 - Quanno eh' unu nasce sfurtunatu, je pioe reto (dietro) anche s' assettatu.

 

18.

 

 - Semo nati pe' pen.

 

19.

 

 - Se l'omu fosse 'nduvinu, 'n saria mai puvirinu.

        ...non potria ne gli uomini il destino,

         se del futuro ognun fosse indovino.

(ARIOSTO: Orl. Fur. - c. XVIII)

<75>

 

 

20.

 

 - La vita un distinu; - e

 - Se nasce sotto 'na pianeta (un pianeta).

  Quest'ultimo proverbio un' eco dell'eresia dei Priscilliani : l'uomo, secondo essi, nasce sotto l'influsso di una stella.

 

Pagina precedente                                     Pagina INDICE del volume                                         Pagina successiva

305


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 22 aprile 2014.