Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Proverbi Umbri raccolti da Oreste Grifoni

17  -  SEGNI FISICI CARATTERISTICI - NATURE VARIE - ATAVISMO  (pagg. 67-69)

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                           Pagina successiva

 

Nota: Tra parentesi acute < > è riportato il numero della pagina.

 

1.

 

 - È meju un diavulu ch'un guerciu.

 

2.

 

 - Pilu rusciu, pilu caffè, libera nos Dominé.

Lat.

 

 - In rufa pelle non est aliquis sine felle; quando dicit ave, sicut ab hoste cave.

(SALIMB.: Chron., p. 98)

<68>

 

 

3.

 

 - Dio te sarvi da li nasi a penninsù (a punta dispettosa): unu pe' casa e pu' non più.

4.

 

 - Dall'omu che non guarda lu serenu, dall'amicizia sua staje lontanu.

 Occhi socchiusi macchinano insidie (SALOMONE)

Lat.

 

 - Viri boni erectis suspiciunt oculis.

 

5.

 

 - Omu timidu e coscienza sporca.

 

6.

 

 - Brutti e dispettusi.

 

7.

 

 - Omu nervosu, omu amurusu.

 

8.

 

 - Grossi e minchiuni.

 

9.

 

 - Lo minchionà' non è pe' tutti, ce voju' o belli belli o brutti brutti.

 

10.

 

 - Omu lungu e capoccia piccola (di poca intelligenza).

 

11.

 

 -Collu curtu, vita curta.

 

12.

 

 - Occhi bianchi, occhi de latru.

 

13.

 

 - Disse Cristu a Turchi e Farisei: Dio te sarvi dai segnati miei (storpi, gobbi, ecc.)

 

14.

 

 - Di guerciu o zoppo, o di notte o di dì non ti fidare; e questo credi a mi.

 (Proverbio del 1300. Ved. Giornale storico Vol. X - anno)

 

15.

 

 - Gente che non cià colore in visu, Cristu non la vôle in Paradisu.

 

16.

 

 - Donna pilosa, o matta o virtuosa.

 

17.

 

 - Chi parla 'n faccia n'è traditore.

 

18.

 

 - Donna secca, rabbia messa; donna grassa, rabbia magra.

 

19.

 

 - Femmina curta, maliziosa tutta.

<69>              Abruz.

 

 - Curte e male cavate.

 

20.

 

 - Regazza ridarella o matta o ....

 

21.

 

 - Gnegnè, gnegnè, libera nos Dominè.

 

22.

 

 - Faccia de mèle core de fèle.

 

23.

 

 - Chi fa pìu pìu, pìu, canzona lu mortu e freca la viu.

 

24.

 

 - Chi è lento pe' magnà' è lento pe' faticà'.

 

25.

 

 - Acqua quêta vermi mena, acqua corrente se vede e se sente.

 

26.

 

 - Chi ale (da halere, sbadigliare) poco vale.

 

27.

 

 - Chi 'nse fida n'è fidatu.

 

28.

 

 - Chi 'nce nasce, 'nce pasce.

  Chi non nasce con disposizione ad un'arte, inutile che la tenti.

 

29.

 

 - Sempre te graffierà chi nasce gattu; - e

 - Chi . è natu mulu bisogna che tiri cargi.

 

30.

 

 - 'Gni vipera ha 'l suo veleno.

  La cattiva natura di una razza è comune a tutti gli individui che la compongono.

 

31.

 

 - Chi nasce de gallina in terra ruspa, chi de terra ne sa sempre ne puzza; - e

 - Chi nasce de villan convên che zappi, chi nasce da callina convên che ruspi.

Lat.

 

 - Grunnit sic fetus porcus ut ante vetus.

Abruz.

 

 - Chi di  galline nasce 'n terra ruspa.

Franc.

 

 - Qui naît poule, aime gratter.

 

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                           Pagina successiva

305


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 22 aprile 2014.