Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Proverbi Umbri raccolti da Oreste Grifoni

15  -  DENARI - AVERI - SETE DI RICCHEZZE - DEBITI  (pagg. 62-66)

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                           Pagina successiva

 

Nota: Tra parentesi acute < > riportato il numero della pagina.

 

1.

 

- Chi ha , e chi non ha, non .

Lat.

 

- Si non habes, non vales.

 

2.

 

- Chi va senza dinaru e un mortu che cammina.

Lat.

 

- Homo sine pecunia est imago mortis.

 

3.

 

- Li quatrini fanno ji' l'acqua a pennins; - e

- Li quatrini fanno piove' e ton'.

Col denaro si compiono miracoli.

Lat.

 

- Pecuniae omnia oboediunt.

- Auro omnia superantur.

 

4.

 

- L'oru e l'argentu f tuttu bellu.

 

5.

 

- Li signori c li quatrini copru' tuttu.

Coprono molti de' loro vizi e delle loro mancanze.

 

6.

 

- L'oru non compra tuttu.

Non riuscir certo ad espugnare 1' anima dell'uomo virtuoso. nota la storia del romano Fabrizio.

 

7.

 

- Li quatrini peggiu spisi so' quilli de le medicine.

8.

 

- Quatrini e santit mit della mit.

<63>             Spagn.

 

- De dineros y bondat siempre quita la mitad.

 

10.[sic]

 

- Se lu vicinu ha bene, qualche cosa me ne vne.

 

11.

 

- Li quatrini so' come li duluri: chi ce l'ha se li tne.

 

12.

 

- Chi ci quatrini, mre co' lu collu tortu.

   Muore con la faccia rivolta allo scrigno, a cui e gelosamente attaccato.

 

13.

 

- Se del tuo 'n'avrai, de fame murirai; - e

- Co' la speranza de lu vicinu non bolle lu pignulinu (pentolino).

 

14.

 

- Pe' fa' quatrini o un bel rub o un bel trov.

 

15.

 

- Chi ruba, fa roba.

 

16.

 

- Chi ha roba, fa roba; chi lavora fa la gobba.

 

17.

 

- Chi prestu arricchisce, prestu impoverisce.

Hereditas ad quam festinatur in principio, in novissimo benedictione carebit.

                                            (SALOMONE: Proverbi)

18.

 

- Chi ha coscenza non fa quatrini.

 

19.

 

- Li quatrini dell'avaru vo' su le mane de lu sciupone.

 

20.

 

- La gallina se pela quann'e morta.

I figli possono disporre dei beni dei genitori, dopo la loro morte.

 

21.

 

- Lu denaru e lu fratellu de lu diavulu.

 

22.

 

- La roba, unu la fa, un antro la mantene, 'l terzu se la sciupa (o la strica).

 

23.

 

- La roba preme a lu padrone.

I servi e gli altri dipendenti non ne hanno che poca o nessuna cura.

 

<64>      24.

 

- La roba va reto (dietro) a li quatrini.

 

25.

 

- La roba va con chi tener la sa.

 

26.

 

- Roba non me butta', ch non te butto.

 

27.

 

- La roba fa lu prezzu.

 

28.

Tosc.

Franc.

Spagn.

 

 

- Chi se priva della roba 'nnanzi che mora, in capu je sia data la mazzola.

- Chi d il suo prima di morire apparecchisi a soffrire.

- Qui donne son bien avant de mourir, bientt s'apprte grand souffrir

- Quien da lo suyo antes de morir apariese a ben sufrir.

29.

 

- Quanno la roba se tra, non mai cara.

 

30.

 

- Vale pi l'abbonnanza che la caristia.

S' intascano pi denari in una stagione ricca, vendendo i generi a mite prezzo, che in una povera, vendendoli ad alto.

 

31.

 

- Roba poca sempre avanza.

Perch si usa con molta parsimonia.

 

32.

 

- 'Nc' perellu che 'n ji armanga 'l suo straccellu; - e

- 'Nc' poveraccio che 'n ji armanga 'l suo stracciu.

 

33.

 

- Chi ci., la roba campa bene ; chi. ci la faccia tosta, campa meju.

 

34.

Lat.

 

 

- Roba de la fortuna pocu dura.

- Non est tuum quod fortuna facit tuum.

35.

 

- Chi spera su la carne, oggi ride, dimane piagne.

Chi fa assegnamento sugli animali domestici, come buoi, suini ecc., destinato ad avere delle crudeli delusioni, per le molteplici disgrazie a cui essi vanno soggetti.

 

<65>             Tosc.

 

- Chi mette il suo in sangue, la sera ride e la mattina piange.

 

36.

 

- Molta terra, terra poca; poca terra, terra molta.

 

37.

 

- Terra quanta ne vi (vedi); casa quantu ce capi.

Cos si pensava un tempo, ma erroneamente. La fortuna di un proprietario di fondi rustici non costituita dell'estensione della sua terra, ma dalla razionale coltivazione della medesima. La battaglia del grano sostenuta, tra molte altre, dal Fascismo una prova evidente, di quanto io affermo. La casa poi molto ristretta - quanu ce capi - dannosa all'igiene, alla moralit, agl'interessi e, forse, anche all'estetica.

 

38.

 

- Tuttu vne dalla terra.

Non si riflette abbastanza su questa grande verit. Il Governo Fascista ha per molto insegnato anche da questo lato.

 

39.

Franc.

 

- Chi ha terra ha guerra.

- Qui terre a, guerre a.

40.

 

- Terra nera bon grana mena.

41.

 

- Terra bianca niciunu la vanga; - e

- Terra bianca presto stanca.

 

42.

 

- La terra s'ammala ma non mre.

Ha degli alti e dei bassi.

43.

 

- Chi fa la vigna fa la tigna.

 

44.

 

- Li campi de' li preti so' tutti spiantati.

 

45.

 

- La roba de campagna o de Dio o de la canaja.

Tosc.

 

- Quando il grano nei campi, di Dio o dei Santi.

 

<66>       46.

 

- La roba de campagna un gra c.... chi non la magna.

 

47.

Tosc.

Pugl.

 

 

- L'anima a Dio, lu mortu a la fossa, la roba a chi tocca.

- L'anima a Dio, il corpo alla terra, la roba a, chi s'appartiene.

- L'anima a Diu, la roba a chi tocca.

48.

 

- Prete e mammana quatrini co' la pala.

 

49.

Ingl.

 

 

- Fai ved' la borsa? Te sar rubata.

- Colui che fa vedere la borsa desidera di esserne alleggerito.

50.

 

- Roba trota menza, rubata.

Si pu avere la tentazione di tenerla, nonostante se ne conosca il padrone.

51.

 

- Chi perde 'na chie perde un carlinu (50 cent.): chi la tra, tra un quadrinu (5 cent.).

 

52.

 

Lat.

 

 

- Chi pi ha pi ne vurra; - e

- Lu maru pi acqua ha e pi ne vole.

- Crescit amor nummi. quantum ipsa pecunia crescit. Avarus non implebitur pecunia (SALOMONE: Ecclesiaste)

Abruz.

 

- Chi cchi tt, chi ne v.

 

53.

 

- Te li d e 'nte li nego: non te li d ch 'nte li spreco.

Sono parole che si mettono scherzevolmente sul labbro di chi non ha voglia di pagare i debiti.

51.

 

- Debiti e morte non perdonano mai.

 

55.

 

- Debiti e peccati, chi li fa li sconta.

 

Pagina precedente                                       Pagina INDICE del volume                                           Pagina successiva

305


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 22 aprile 2014.