Home - ProTrevi Appuntamenti Ricettività11 E-mail ProTrevi

Donna Maria Luisa Prosperi   giubil03.JPG (5965 byte)itinerario giubilare
Al secolo: Gertrude Prosperi
nata a Fogliano di Cascia il 19/8/1799
deceduta Trevi 13/9/1847
 

 

Biografia (santiebeati.it)

Monastero di Santa Lucia

( Da un dattiloscritto di Don Sossio Fioretti, 1979)

La serva di Dio Donna Maria Luisa Prosperi è la figura più illustre e santa passata nel Monastero di S. Lucia., nel corso della sua lunga storia.

Nacque a Fogliano, a tre chilometri da Cascia, il 19 agosto 1799 da famiglia agiata e le fu imposto il nome di Gertrude. Fu educata cristianamente dalla famiglia, specialmente ad opera di una zia nubile.

Entrò in monastero a 20 anni, il 4 maggio 1820, poco dopo la riapertura del Monastero chiuso dalla soppressione napoleonica. La sua breve esistenza è stata caratterizzata da una intensissima vita spirituale accompagnata da fatti e doni straordinari. Si esercitò in pratiche penitenziali che oggi ci sembrano quasi impossibili. Ha provato nella sua viva carne l’Agonia del Signore, la Flagellazione, la Coronazione di spine, le percosse, le stimmate al costato ed alle mani. Il Signore le si manifestava in continuità volendola partecipe di tutte le sofferenze della Passione.

Ha inoltre provato tutte le insidie del demonio che continuamente la molestava anche con percosse e spaventi notturni. Fu tormentata per 5 anni dal suo direttore spirituale, il Card. Cadolini, prima Vescovo di Spoleto poi Arcivescovo di Ferrara, che la voleva costringere a riconoscere nelle sue visioni l’opera del demonio e della sua superbia.

Significativa fu l’apparizione di Gesù sotto l’aspetto di pellegrino nel parlatorio grande, vicino all’ultima grata a destra, dove anche oggi, qualche volta, si sente un profumo meraviglioso.

Per la nostra mentalità tutto questo è semplicemente sconcertante, però dobbiamo tener presente che noi non potremo mai conoscere le insondabili vie del Signore.

Morì, soffrendo tutti i commenti della Passione del Signore, il 12 settembre 1847, alle ore 15, in un estremo incontro con lo "Sposo sofferente". Nel 1914 fu introdotta la causa di beatificazione, sospesa poi per le vicende belliche.1 Le sue spoglie riposano nella chiesa di S. Lucia, vicino al cancello che immette nel coro, decorosamente ricomposte dietro una nuova lapide del 1950.

Nel Monastero sono conservate moltissime sue lettere, sia originali, sia copiate dal suo confessore p. Paterniani, gesuita, il quale scrisse la prima vita, stampata poi nel 1870.

L’anima eletta di Donna M. Luisa Prosperi vigila ancora sul Monastero di S. Lucia, su Trevi e su quanti desiderano che il Monastero continui il suo cammino come polo di attrazione per una intensa vita spirituale.

Z99

Ritorna alla pagina indice                                           Ritorna alla pagina Giubileo


Associazione Pro Trevi - I-06039 TREVI (PG)
E-mail: protrevi@protrevi.com
© 1996-2017 by F. Spellani
Hosting: Explica s.r.l.
Aggiornamento: 27 settembre 2017.
 
Note
1) Attualmente – 1999 – gli atti del processo, all’ultimo stadio, si trovano presso il competente ufficio in Vaticano.